mulan collaborazionista: dalla parte della polizia a hong kong, scatena il #boycottmulan


La Mulan del nuovo live action Disney sarà anche etnicamente accurata, ma questo non le vieta di essere una grandissima stronza.
In queste ore è diventato virale l’hashtag #BoycottMulan: l’attrice protagonista Liu Yifei (che si fa chiamare anche “Crystal”, e non sto scherzando) ha esternato sul social cinese Weibo, dove ha 65 milioni di follower, il suo supporto alla polizia di Hong Kong contro i manifestanti che da settimane chiedono democrazia.
Condividendo una pagina del Partito Comunista cinese, Crystal si mortifica per le proteste a Hong Kong, che pure invece denunciano una situazione disastrosa per le libertà civili. In chiusura, Mulan ha anche aggiunto l’hashtag IAlsoSupportTheHongKongPolice con l’emoji di un cuore.
Il tutto, come in molti fanno notare anche da questa parte del mondo, cozza con il fatto che Liu sia naturalizzata statunitense, e quindi faccia più presto lei a parlare di quanto il suo film flopperà al botteghino.