TUTTI I POST

l’ex marito di melanie b vuole più soldi dopo il successo della spice reunion


Non c’è pace per la povera Melanie B: stando a quanto riporta TMZ, l’ex marito Stephen Belafonte si è fatto avanti per rivedere l’assegno di mantenimento dopo il successo del tour delle Spice Girls in UK e Irlanda.
Stephen percepisce al momento 5 mila dollari al mese dalla ex moglie, ma dopo aver saputo che Scary ha guadagnato la bellezza di 2.4 milioni dal tour, si è rivolto ai suoi legali. Belafonte sostiene che la nuova mensilità dovrebbe essere di 17.394 dollari mensili, segno che si è fatto i conti al millimetro. Non solo: ha richiesto anche che la Mel paghi tutte le spese legali.
Io ora dico, questa è appena tornata da un tour stremante nel quale ha dovuto ballare Wannabe tutte le sere come se avesse vent’anni, torni a casa e ti trovi ‘sta faccia di culo che si vuole intascare tutti i tuoi soldi. Come minimo ti trasformi in Blazin’ Bad Zula e lo fai fuori.

lizzo si è giustamente rotta dei complimenti per il suo “coraggio”


“Quando le persone guardano il mio corpo e pensano ‘oddio, com’è coraggiosa’, io mi sento tipo ‘no, non lo sono’. Sto semplicemente bene, sono me stessa. Sono semplicemente sexy. Non mi piace quando le persone pensano che per me sia difficile vedermi bella. No mi piace quando le persone restano shockate da quello che faccio.
Una volta, tutto quello che esisteva erano le agenzie di modelle. Credo sia questo che ha reso la nostra concezione di bellezza così limitata. Era tutto controllato da quell’unica fonte. Ma ora abbiamo Internet. Quindi, se vuoi vedere qualcuno che sia bello e appaia come appari tu, vai su Internet e digita qualcosa. Digita ‘capelli blu’, o ‘fianchi larghi’. Digita ‘grasso lombare’. Ti troverai rappresentato. Questo è quello che ho fatto per trovare la bellezza in me stessa”.
Parole della scatenatissima Lizzo a Glamour, e francamente non mi sento di controbattere nulla.

normani insegna a tutte come si fa con la performance di motivation ai vma di mtv


Poche storie: Normani è qui per restare e lo ha dimostrato con una performance stellare della sua nuova suoneria, Motivation. Attesissima ai VMA dopo il botto del nuovo singolo in radio e nelle classifiche, la già Fifth Harmony ha mostrato alla ex collega Camila Cabello che non bastano sguardi languidi e storie pilotate con Shawn Mendes per restare a galla. Devi metterci le chiappe, e agitarle anche bene.
Adoro come Normani si sia evoluta dai tempi del disappunto di Santa Spears a X Factor, dove tutto è cominciato.

john travolta ha scambiato jade jolie con taylor swift sul palco dei vma, il video


Due buone notizie: John Travolta ha rinunciato definitivamente al parrucchino, e Jade Jolie può finalmente dire di essere la sosia perfetta di Taylor!
John ha annunciato il premio per il video dell’anno a You Need To Calm Down (e già questo è estinzione-worthy, ma vabbè), e allora tutte le drag di RuPaul sono salite sul palco precedendo la vincitrice. Tra queste Jade Jolie, che essendo ormai identica a Taylor, si è vista consegnare il Moon Man tra le mani nell’imbarazzo più assoluto.

j.lo alla prima del nuovo film, con lo sguardo di chi sa di avere l’oscar in tasca


J.Lo si è riunita con le sue amiche per presenziare alla prima di Hustlers, al secolo Pappone, nuovo importantissimo kolossal che la vede alla sua trecentoventesima interpretazione di una donna che si reinventa in modo improbabile volendoci far credere che sia una sfigata. Con quella faccia. Con quel culo.
Hustlers uscirà nei cinema a settembre, vanterà la presenza di Cardi B, e chiaramente verrà preso in considerazione dall’Academy per la miglior sceneggiatura, la migliore attrice protagonista, la miglior attrice non protagonista e la miglior ascella pezzata da blusa di pelle ad agosto a Los Angeles.

e con il ritorno di lizzie mcguire, la disney ha vinto tutto


Quando stai per lanciare un servizio di TV in streaming con il chiaro intento di fare fuori Netflix, chi chiamerai? Ovviamente Hilary Duff, che domande sono?
Pronta ormai a fare remake e reboot di qualsiasi cosa sia mai passata sugli schermi, alla casa di Topolino hanno deciso di trasformare Lizzie McGuire in una serie su una giovane trentenne (pe’ gamba) che non ha mai visto la sua carriera decollare, e che quindi superati i trenta continua a parlare con la sua amica immaginaria fatta a brutto cartone animato degli anni ‘90.
Il nuovo Lizzie McGuire, presentato ieri in pompa magna al D23 Expo, sarà una delle serie di punta di  Disney +.
Trovo molto giusta questa scelta nelle alte sfere. Avrebbero potuto fare una nuova serie di Hannah Montana, un nuovo Mickey Mouse Club con Christina e Britney, financo un All Stars con Demi Lovato, Selena Gomez e i Jonas Brothers. Ma loro no, hanno puntato direttamente alla numero uno.

mulan collaborazionista: dalla parte della polizia a hong kong, scatena il #boycottmulan


La Mulan del nuovo live action Disney sarà anche etnicamente accurata, ma questo non le vieta di essere una grandissima stronza.
In queste ore è diventato virale l’hashtag #BoycottMulan: l’attrice protagonista Liu Yifei (che si fa chiamare anche “Crystal”, e non sto scherzando) ha esternato sul social cinese Weibo, dove ha 65 milioni di follower, il suo supporto alla polizia di Hong Kong contro i manifestanti che da settimane chiedono democrazia.
Condividendo una pagina del Partito Comunista cinese, Crystal si mortifica per le proteste a Hong Kong, che pure invece denunciano una situazione disastrosa per le libertà civili. In chiusura, Mulan ha anche aggiunto l’hashtag IAlsoSupportTheHongKongPolice con l’emoji di un cuore.
Il tutto, come in molti fanno notare anche da questa parte del mondo, cozza con il fatto che Liu sia naturalizzata statunitense, e quindi faccia più presto lei a parlare di quanto il suo film flopperà al botteghino.

bh 90210, ecco quanti soldi hanno preso gli attori per riunirsi


Un’ottima appendice a quanto detto nello scorso post, nel quale recensisco il ritorno di Beverly Hills: ma alla fine, quanti soldi hanno preso ‘sti quattro disgraziati?
Ebbene, se davvero vogliamo passare il Ferragosto a fare i conti in tasca a Donna Martin, l’Hollywood Reporter rivela che Jennie Garth, Tori Spelling, Gabrielle Carteris, Shannen Doherty, Brian Austin Green, Jason Priestley e Ian Ziering guadagnano 70 mila dollari per ciascuno dei sei capitoli della miniserie, per un totale di 420 mila dollari a capoccia.
Ma non finisce qui: Jennie e Tori, anche produttrici, hanno preso 15 mila dollari in più a episodio. Jason Priestley, dal canto suo, si è preso 46 mila dollari extra per aver diretto una delle puntate.
In verità, si tratta praticamente di una miseria. Per capirci, le star di Will & Grace sono state pagate 250 mila dollari a episodio per il revival. Justice for Donna!

bh 90210, o il labile confine tra cagata e colpo di genio (contiene spoiler)


Se avessi dovuto esprimere le mie impressioni subito dopo aver visto la prima puntata di BH 90210, avrei esagerato come al solito gridando al capolavoro. Ho preferito piuttosto pensarci qualche giorno, tanto per mantenere alta la qualità media delle mie preoccupazioni quotidiane.
Eppure, quella sottile sensazione di genio che mi ha pervaso durante e subito dopo la visione permane, portandomi a confermare quanto segue: tra tutti gli improbabili progetti di recupero nostalgico di questa epoca di decadenza, BH 90210 non solo è il più divertente, ma anche il più intelligente.
Nato evidentemente durante una serata ad alto tasso alcolico tra Jennie Garth e Tori Spelling, produttrici nonché protagoniste assolute, BH 90210 non è un reboot, non è un remake, non è un sequel e non è un mockumentary e non è nemmeno una brutta copia del Jersey Shore come temevo all’inizio. Si tratta delle vite “reali” degli attori del Beverly Hills originale, che si incrociano nuovamente durante una reunion del cast a Las Vegas. Non ci sono Kelly, Brandon e Donna, ma Jennie, Jason e Tori, per capirci. Tuttavia, questo non vuol dire che non sia comunque una fiction: gli attori interpretano loro stessi, ma è comunque un ruolo costruito amplificando e romanzando tratti di quanto il privato degli attori sia filtrato dal gossip in tutti questi anni.
E così, Brian Austin Green è sposato con una star di Hollywood molto più famosa di lui, interpretata da un’attrice e “vagamente” ispirata a Megan Fox. Jennie Garth passa da un matrimonio all’altro, Tori Spelling è vittima dei reality show che seguono la sua vita ma che non interessano più nessuno, e Jason Priestley è un regista di fama mondiale.
Con i prossimi episodi, questo BH 90210 dovrebbe dipanarsi lungo tre sentieri: quello delle vite “reali” dei protagonisti, quello del reboot “finto” che andranno a girare tutti insieme, e l’insieme di questi due astrusi piani di lettura, che rende di fatto BH 90210 un prodotto unico.
Quello che convince è che non c’è stato nessun timore nello spingere l’acceleratore, così Shannen Doherty è chiaramente presentata come una detestabile accentratrice, Tori Spelling come una povera deficiente e Gabrielle Carteris, aka Andrea Zuckerman, non solo è moglie e nonna, ma si concede il bacio lesbo più trash dell’anno già alla prima puntata.
Rinunciando completamente all’estetica e al format del reality show, BH 90210 è a tutti gli effetti un telefilm leggero, che racconta una storia diversa e non si perde nell’improbabilità di 90210, il sequel di qualche anno fa dove Jennie Garth era Kelly e Shannen Doherty era Brenda, ma facevano ridere.
Ovviamente, siamo comunque di fronte a buchi di sceneggiatura palesi e a costanti sequenze nelle quali Tori Spelling non ha evidentemente capito che deve uscire dal personaggio di Donna. La prima puntata è talmente sopra le righe (Jason Priestley e Jennie Garth scopano subito) che mi sembra difficile possa reggere a lungo senza scadere nel circo equestre. Ma per essere al primo episodio, devo dire che ho già deciso di non perderne nessuno.

anche io voglio il pazzesco gattara award che hanno dato a taylor swift


Vanno ora in onda i vantaggi di essere la più grande popstar in circolazione: vincere un premio a forma di tavola da surf con sopra la foto dei tuoi gatti!
Finiti i bei tempi in cui i Teen Choice Awards erano dominati dalla Living Legend you can look but don’t touch The Legendary Miss Britney Spears, Taylor ha dominato la serata con tanto di discorso motivazionale guarnito da riepilogo sulle sue imminenti uscite discografiche, compreso l’annuncio di un nuovo singolo prima dell’arrivo del nuovo album.

lady gaga, shallow sarebbe un plagio di questa canzone: minaccia di azioni legali


La vedete la faccia di una donna che viene accusata di plagio tutti i giorni che finiscono per vocale? L’Oscareggiante Gaga ha ricevuto minacce di azioni legali da tale Steve Ronsen, che si è accorto oggi che forse Shallow è un po’ simile alla sua canzone del 2012.
Ronsen vuole “milioni su milioni”, stando a quanto dichiarato, mentre l’avvocato di Gaga ha già provveduto a dirgli che è una sanguisuga e può infilarsi il disco stick dove meglio crede.
Boh, oggettivamente, dare della copiona a Gaga fa troppo 2015.

donald trump, addio alla casa bianca: mariah carey ha deciso che non esiste


Donald Trump? I don’t know her! Mariah ha scelto la strategia più saggia, fare finta che nulla delle disgrazie presidenziali sia mai successo. Ha quindi pensato di fare un selfie con quella che lei chiama “Il Presidente Clinton”, e poi anche un altro con suo marito, che dalla faccia direi che c’è andato giù pesante con il punch.
Direttamente dal presente distopico di Mimi, dove gli unicorni sono animali domestici e Hello Kitty è ministro del welfare, ecco quindi un ringraziamento sentito alla coppia presidenziale. “Grazie per tutto quello che avete fatto e continuate a fare per il nostro paese”. Come se Donaldino e Melania non fossero mai esistiti. Ancora una volta, se solo potessimo vivere tutti nella testa di Mariah.

nuovo inizio per aaron carter: ora traffica illegalmente cani salvati dai rifugi


Vi ricordate di quando Aaron Carter litigava col fratello Nick per Penis Hilton? E quando era finito in rehab perché si era sniffato pure i CD dei Backstreet Boys?
Fortunatamente Aaron ora è un cittadino onesto, tanto che rivende per soldi i cani che ha salvato con tanto amore dal canile. La bomba è stata lanciata da TMZ, che ha postato anche un video nel quale Aaron cerca di piazzare un bulldog trovatello per 3.500 dollari. E pare che per Aaron sia proprio un’abitudine: “salva” cani dai rifugi per rivenderli a caro prezzo online. Qualcuno si è persino preso la briga di raccogliere i suoi misfatti e pubblicarli su Twitter, tanto per far finire questo scempio. Il canile dal quale il losco figuro si rifornisce è al momento al lavoro per accertare il misfatto.
Aaron, dal canto suo, rigetta le accuse e dice di non vendere dei poveri cani orfani “per denaro”, però non ci spiega come mai parla di cifre e mette annunci su Facebook.
Viviamo in un mondo ingiusto, altrimenti qualcuno metterebbe un annuncio per rivendersi Aaron Carter su Subito.it e nessuno risponderebbe.

beverly hills 90210, il ritorno: donna e kelly in forma smagliante sul pink carpet


Come ben saprete, il più grande ritorno dell’estate è quello del cast di Beverly Hills 90210, pronto a gonfiare le nostre insicurezze riportandoci direttamente ai tempi in cui Italia 1 determinava tutta la nostra agenda culturale.
La Pepsi ha deciso di sponsorizzare un evento ispirato al mitico Peach Pit, il locale della serie. Tori Spelling e Jennie Garth, giustamente, hanno deciso di scriversi sul vestito il nome dei loro personaggi al neon, tanto per non farsi scambiare per le addette al catering.

kourtney kardashian illumina portofino con la sua eleganza


Suppongo che a Portofino il via vai di coatti non finisca mai, ed è per questo che oggi ci interroghiamo sul look di Kourtmey Kardashian d’istanza nella Riviera ligure.
Non è tanto il canovaccio di Ikea usato come abito che mi perplime, quanto la borsetta mignon nella quale non entra nemmeno un iPhone XS Max.
In ogni caso, se vedete Kourtney per strada salutatemela, questa ha la stessa espressione di voglia di arsenico che ho io quando devo passare un’intera giornata al mare.

honey boo boo torna alla ribalta sniffando cocaina su instagram


Indovinate un po’ di quale grande personaggio del passato parliamo oggi? Esatto, la mitica Honey Boo Boo, idola del secolo che ha ovviamente visto sfumare la sua celebrità quando da bambina coatta problematica è diventata soltanto una coatta problematica.
Alana, questo il nome di Honey, al momento continua il proprio rapporto coi fan tramite i social. Fino a quando durante una diretta non è andata fuori di capoccia e ha iniziato a far finta di sniffare cocaina su Instagram. Inutile dire che si è alzato un polverone, anche perché la mamma di Alana, la mitica June, è stata arrestata recentemente per questioni di neve.