TUTTI I POST

perché il duetto con anitta è un bene per madonna


Ora io non so se voi abbiate visto Vai Anitta su Netflix, ma confido abbastanza nella vostra omosessualità per dare per scontato che sappiamo di che stiamo parlando. Cioè, io sapevo che Anitta era pazzesca per Vai Malandra e un paio di duetti con Maluma, ma prima di guardare la sua docuserie ignoravo che oh, Anitta è tipo la più famosa del mondo. Il Brasile si ferma per Anitta, è la più spinnata su Spotify, e insomma Anitta se la comanda di brutto.
Qualche mese fa, mesi che sembrano anni, i rumor sul prossimo album di Madonnaccia hanno iniziato a rincorrersi alimentati dall'uso sconsiderato che Lady Ciccone fa di Instagram, ma solo qualche giorno fa è arrivata la conferma riguardo a una voce di corridoio che ci aveva fatto tremare: duetto Madgezilla Anitta in arrivo.
Che cosa avranno in comune una venticinquenne brasiliana col perizoma incollato alle chiappe e la Regina del Pop, oltre a una sana e smodata voglia di cazzo? Niente, ci dicevamo tutti, preodorando l'aroma di merda dell'ennesimo duetto riuscito male di Madge.
Perché boh, io per Madonna darei la vita eh, ma da quanto non abbiamo un album suo che non ci fa respirare dall'emozione? Per quanto mi riguarda abbiamo volato altissimo da Ray of Light a Confessions e tutto quello che c'è nel mezzo (American Life è il mio album preferito, se può interessarvi), ma poi abbiamo iniziato a precipitare da Hard Candy in poi. Rebel Heart era carino, per qualche momento lo avremo anche considerato un capolavoro perché Madonna è sempre Madonna, ma dobbiamo essere onesti con noi stessi e riconoscere che Madge ha bisogno di un album epico a questo punto della sua carriera millenaria. Un album impegnato, forse anche politico, per favore anche un po' spirituale.
Tutto ciò come si incastra con Anitta, che non è esattamente una rabbina né Janis Joplin? Ragazzi, date retta a me. Anitta è talmente famosa, vogliate crederci o no, che Madonnaccia ha assolutamente bisogno di lei per rilanciarsi a dovere e veicolare il suo messaggio.
A patto, ovviamente, che quello che ne esca fuori non sia un Bitch I'm Madonna 2.0. No. No. Madonna, guardami? No.
Io voglio credere che Madge abbia saputo piegare il reggaeton twerking di Anitta al suo volere e lo abbia trasformato in una canzone catchy ma profonda, orecchiabile e apprezzabile a più livelli. Ovviamente questo ha più che altro a che fare con la disperata voglia di ottimismo che ci forziamo di allenare sotto Natale, ma arrivo al punto del discorso perché leggo in giro di gente che alla notizia di questo duetto voleva già togliersi la vita prima del leak.
Fidatevi: Anitta e Madonnaccia insieme potrebbero farvi ricredere sul pop che è andato definitivamente a puttane. Vai Vegliarda!