mercoledì 28 marzo 2018

american crime story: chi ha morso beyoncé?


Visto che non c'è niente di meglio di cui preoccuparsi, il mondo intero è al momento alle prese con il mistero più caldo di questo 2018: qualcuno ha morso Beyoncé. La bomba è esplosa quando una certa Tiffany Haddish ha deciso di fare il nome di Sasha Fierce per dire qualcosa di interessante, e ha spiattellato a GQ che lo scorso dicembre era a un party con Beyonciona, la quale sarebbe stata morsa in faccia da un'attrice. Di fronte all'indignazione dei presenti, Bey avrebbe calmato tutti emanando un'aura luminosa, in quanto l'aggreditrice sarebbe stata chiaramente sotto effetto di droghe.
So che se si parla di morsi si pensa immediatamente alla vampiresca Madonnaccia, ma abbiamo detto che si tratta di un'attrice. Quindi no, esclusa.
Ovviamente, che qualcuno si sia permesso di cercare di staccare il naso a Beyoncé ha mandato in tilt l'Internet, dove diverse sciacquette si sono premurate di discolparsi pena evitare il linciaggio. Sono stati fatti i nomi più disparati, ma Haddish non parla e Blue Ivy non ha ancora rilasciato un commento ufficiale. Nel frattempo, persino Sarah Michelle Gellar e Ryan Murphy ci scherzano su.
Mah, per come la vedo io è inutile cercare qualcuno che è già cenere. Credete davvero che una che è in grado di licenziare il tecnico delle luci mentre canta lasci in vita qualcuno che abbia cercato di azzannarla?
Un post condiviso da Ryan Murphy (@mrrpmurphy) in data:

Un post condiviso da Sarah Michelle (@sarahmgellar) in data:

giovedì 15 marzo 2018

katy perry inarrestabile, ora ha anche molestato un concorrente di american idol


La nostra ammazzasuore preferita è l'unico argomento del quale mi piace parlare questa settimana, quindi pensate voi che cimitero di neuroni che ho nella testa. In ogni caso, dopo aver fatto fuori un'ancella di Dio Kagna ha deciso di proseguire nel suo Illuminati Project rubando il primo bacio in modalità molestatrice a un concorrente vergine di American Idol.
Ben Glaze, 19 anni, ha conquistato il cuore dei giudici raccontando di non essere mai stato baciato. A quel punto Kagna lo ha chiamato al bancone, gli ha detto dammi un bacetto sulla guancia, e con un'abile mossa gli ha invece rubato il first kiss.
"So che molti ragazzi penserebbero wow, che figata", ha detto poi Ben al New York Times. "Ma per me, che vengo da una famiglia conservatrice, è stato un momento molto imbarazzante. Avrei voluto che il mio primo bacio fosse speciale".
I kissed a Kagna and I didn't like it, insomma. Alla prossima puntata, dove Kagna Perry scuoierà in diretta nazionale una cucciolata di gattini per farsi una mascherina sadomaso di pelo.

sabato 10 marzo 2018

katy perry ha ucciso una suora (e davvero, non saprei che altro aggiungere)


Di tante cose meravigliose che Kagna Perry ha fatto per l’umanità, l’unica che le mancava era probabilmente sterilizzarsi. Eppure, la nostra Regina di Inutilandia è passata da zero to hero e ha fatto di meglio: ha ammazzato una suora.
Le Sorelle del Cuore Immacolato di Los Angeles, che detta così sembrerebbero comunque delle spogliarelliste e invece sono proprie suore col velo e tutto, avevano intenzione di vendere il loro convento, che abitano dagli anni ‘70, per la cifra di 15.5 milioni di dollari. Hai capito, ‘ste stronze. E insomma, il convento sarebbe diventato uno sciccosissimo boutique hotel e le Sorelle se la sarebbero spassata in Messico a suon di peyote e bamba forever. E invece indovinate? E’ arrivata Kagna Perry, in trattativa uffciale con l’Arcidiocesi che non solo reclama la proprietà effettiva dell’immobile, ma lo ha anche promesso alla nostra ugola d’oro per la cifra di 14.5 milioni di dollari.
Alla fine un giudice dà ragione all’Arcidiocesi E la Casa di Dio viene venduta a Kagna, ma la guerra legale è ormai fuori controllo e dura ancora oggi, quando succede il surreale. Come se tutto ciò non fosse sufficiente per confermare l’affiliazione della svociata gattara agli Illuminati Satanisti Cannibali di Cristo, ieri, all’udienza, dico proprio durante l’udienza, una suora viene colta un coccolone e stira le zampe così, davanti a tutti. Al processo. Una suora.
Catherine Rose Holman, una dolce vecchina col velo, aveva qualche tempo fa girato un video in cui si appellava al buon cuore di Kagna Perry, per smettere questa battaglia legale. Oggi, la nonnina ha reso l’anima al suo datore di lavoro.
Che cosa posso dire, Katy. Respect.

Cerca nel blog