joanne di lady gaga: le prime impressioni canzone per canzone


Se per la Santissima ho fatto una Snappagella che forse come concept era un po' troppo beyond, per questo primo ascolto di Zia Joanne in diretta dal Belgio ho deciso di fare un semplice post. Perché Gaga ci vuole così: semplici come un concerto in un bar malfamato sponsorizzato dalla Bud Light.

Diamond Heart: mi piace, è rock. Non ci speravo, ma la prima canzone mi piace un sacco.

A-Yo: allora magari spiegatemi qual era il problema a far uscire questo come primo singolo e non quella cagata di Perfect Illusion. Boh. Il modo vaccara non mi convince ma questa è una canzone macinaclassifiche.

Joanne: così, a schianto. Mi sto lì lì per commuovere. Che bella, Gaga.

John Wayne: altra bomba, altro singolo meglio di Perfect Illusion, altro miracolo. Sta partendo benissimo e io ero pronto al peggio.

Dancin' In Circles: 'sta stronza è riuscita a mettere il tropical in una canzone country. Vabbè dai mi state prendendo per il culo, è pazzesca.

Perfect Illusion: skip.

Million Reasons: skip (bella).

Sinner's Pray: no, bella, ma è una rottura di palle. Mi spiace. Next.

Come To Mama: Gaga, il compitino "ti faccio il disco country perfetto" sta diventando un po' troppo lezioso.

Hey Girl: ok abbiamo capito il concetto, tutto è country. Anche il soul è country. Anche la disco è country. Anche Florence è country. Madonna siamo tutti così country. Questa canzone sinceramente credo che non vorrò ascoltarla mai più, grazie.

Angel Down: un'altra rottura di cazzo al pianoforte, per come la vedo io. Basta pianoforte e voce, Gaga. Anche meno.

Insomma, è solo il primo ascolto e posso cambiare opinione tra cinque minuti, ma mi sembra un buon disco con una prima metà stellare e almeno tre pezzi bomba, finale in calo.