Se siete tra quelli che ai concerti stanno tutto il tempo col cellulare in mano a registrare video manco a casa dobbiate montare il DVD ufficiale del tour di questa o quella cantante, questa notizia non vi piacerà.
A me, che trovo la pratica di mettersi a videoregistrare tutto anziché godersi il cazzo di concerto una cosa che meriterebbe l'amputazione della mano e non solo, la notizia fa venire un grosso pizzicorio di piacere: Apple avrebbe brevettato un metodo per inibire la registrazione video e gli scatti fotografici sugli iPhone durante i live.
Tramite un raggio a infrarossi sparato dal palco, la fotocamera del vostro iPhone smetterà quindi di funzionare a teatro, allo stadio o nei palazzetti, uccidendo l'orrida selva di schermi luminosi che affolla oggi qualsiasi spettacolo il cielo ci mandi.
Ovviamente il tutto è fatto per evitare che interi concerti o spettacoli teatrali finiscano su YouTube senza che vengano pagati i diritti, ma comunque il risultato sarà la mia personale pace quindi che dire, ottimo.


E finalmente la raffinatissima Fergie regala al mondo il suo nuovo singolo, che grazie a Dio ci mostra quanto ancora tenga alla sua cafonaggine estrema.
Carino, non epico, ma assolutamente un buon comeback.

Batterihanna goes intergalactic nel suo nuovo video per Sledgehammer, la canzone che fa da tema portante per il nuovo film di Star Trek.
Il pezzo, scritto con Sia, devo dire che è sempre purtroppo la stessa identica solfa. Le due hanno anche la voce preoccupantemente simile, quindi per tutta la durata del clip mi sono aspettato che spuntasse quella bambina del cazzo.

Molti dal cast dei suoi telefilm, altri suoi amici, tutti uniti per la causa che vuole la popolazione americana protetta dal commercio indiscriminato di armi da fuoco.
Un ottimo video di Ryan Murphy con 49 celebrity che ricordano le altrettante vittime della strage di Orlando e la loro storia.

Ve la ricordate la piccola Willow, quella col padre famoso, che scapocciava al ritmo di Whip My Hair?
Ebbene, la bimba è ancora una fashion icon e ora si è beccata un bel contrattino con Chanel per pubblicizzarne gli occhiali.
Ho capito, non ve ne può fregare un cazzo, ma sempre meglio sapere che essere ignoranti, no?

Fergie sta dando gli ultimi ritocchi a Double Dutchess, il suo nuovo album, e ce lo fa sapere attraverso la seconda parte del suo video intro al progetto.
Contando quanti picchi di classe la Fergie ci abbia regalato in passato, non vedo l'ora di saperne di più.

I Little Monsters sono da oggi dei criminali in tutta la Cina: secondo quanto riportato da Next Media infatti, il governo cinese ha messo al bando tutti i prodotti collegati alla Germanotta in seguito alla sua apparizione pubblica in compagnia del Dalai Lama.
Quella di Gaga è stata definita inaccettabile propaganda pro-Tibet e di conseguenza nessuno potrà più acquistare musica o merchandise legato alla Regina delle Galassie sul territorio cinese.
Non è la prima volta: Gaga venne bandita in cina per volgarità nel 2011, e il divieto era stato ritrattato solo nel 2014.


Batterihanna prezzemolina dell'estate ci regala una canzone scritta con Sia per la colonna sonora del nuovo film di Star Trek.
Tutta 'st'introspezione per un film di Star Trek? Non sarebbe stata meglio una roba danzereccia da troia intergalattica? Boh.

Beyonciona regina del mondo con l'ennesimo live esplosivo da gustare fino all'ultima goccia di fierceness.

Facciamo un attimo d'ordine: le Sugababes e le Mutya Keisha Siobhan erano ormai due cose diverse, ma adesso le ultime tre si definiscono "Sugababes" in quanto si sono riprese il nome originale, e già questo ci tranquillizza e ci toglie un po' di mal di testa.
Al Pride di Londra, due giorni fa, Siobhan ha rivelato a una radio che dopo un periodo di pausa si è rimessa a lavoro con le sue colleghe e sì, un nuovo album uscirà l'anno prossimo. Non sa dire esattamente quando, ma sarà l'anno prossimo cascasse il mondo.
E noi aspettiamo, perché vogliamo bene alle Sugababes originali e detestiamo quella grandissima troia di Heidi.

La nostra Mimi una ne pensa e cento se le magna, tanto che per il suo debutto come DJ (sì, avete letto bene: come DJ) a Las Vegas ha deciso di stupire tutti e presentarsi vestita da puttanone in lingerie.
Forte della ritrovata forma fisica e ormai priva dell'anima per averla donata al diavolo ("Facci quello che vuoi ma fammi dimagrire, daaaahling!"), Mimi ha messo a tacere tutti quelli che le danno ancora della balenottera confermandosi come la sirena dall'ugola più dorata dell'industria.
Totally daaaaivah.

Lady Germanotta è tornata a percorrere il suo cammino di santità incontrando il Dalai Lama a Indianapolis, in occasione della conferenza nazionale dei sindaci.
La Stefani ha parlato con sua santità della compassione e della gentilezza nel mondo, ma è un peccato che per farlo abbia deciso di vestirsi come una sciura.

Madonnaccina festeggia il Brexit lasciando liberi i suoi capezzoli di esprimersi, con una scelta di look che renderà senz'altro fiera la mamma.

Continuano le indiscrezioni su Make Me Ooh, il nuovo singolo di Santa Spears di cui tutti parlano ma che nessuno sa se esista o meno.
Popjustice ha chiesto infatti conferma di una voce che si è rincorsa negli ultimi tempi, secondo la quale nel video c'è un riferimento a Cry Me A River di Justin Timberlake con tanto di sample e "vendetta" personale della Santa rispetto alla celebre canzone del Giustino che la perculava.
La pubblicista di Britney si è trincerata dietro a un "aspetta e vedrai", ma a questo punto siamo sufficientemente stanchi di aspettare e vogliamo subito questa stramaledettissima canzone!

Da Donald Trump a Taylor Swift passando per tutto il cast di Al passo con i Kardashian, Kanye West ci mostra il suo grandissimo talento artistico con il video di Famous, dove spoglia le celebrità in una sorta di orgia globale a denuncia dell'invasione che i media attuano ogni giorno ai danni di chi sia troppo famoso.
La maggior parte dei nudi è ricostruita tramite statue di cera, ma comunque adoro come quest'uomo, che ricordiamolo si è sposato la più grande troia affamata di attenzione dell'universo, sia convinto di essere un grande artista.
Ah già, il video: è solo su IlluminaTidal, ma potete vederlo cliccando qui.

Prodotta da Steve Anderson, celebre per diversi pezzi di Kylie Minogue, ecco la nuova canzone di Paola senza Chiara.
L'album arriverà a ottobre, ma questo potrebbe essere il singolo dell'estate senza se e senza ma.

Christaccia Aguilera è andata da Jimmy Kimmel per cantare per la prima volta la sua canzone per le vittime della strange di Orlando, ovviamente sfoggiato il suo nuovo rosso menopausa. Favolosa.

Attenzione perché le Fifth Harmony hanno deciso di dare una botta di cagnitude alla stagione estiva, e per farlo hanno pensato di volare a invocare la ceppa in spiaggia.
Il risultato è il solito: sgualdrinaggine random, come solo loro sanno fare.

Senza se e senza ma: Scream Queens è stata la serie migliore dello scorso anno.
Sarete felici di sapere che TVLine ha rivelato la presenza del lupo mannaro di Twilight nella seconda stagione, che debutterà in USA il 20 settembre.
Taylor ricoprirà il ruolo di un dottorando in medicina, e avrà senza meno a che fare con John Stamos, altra new entry confermata.
Insomma: il telefilm di Ryan Murphy, ormai suo capolavoro a cui guardare con attenzione molto più di American Horror Story, pare sempre più gustoso. Io aspetto il ritorno delle Chanel con un'ansia che non immaginate.

Ci aveva già regalato Britney and the Beast, Todrick Hall, e ora arriva la versione film dello splendido Straight Outta Oz, già portato in tour teatrale.
Ci sono guest star, e soprattutto non c'è spazio per l'eterosessualità. Prendetevi un'ora e godetevelo.

Eventone: Carrie Bradshaw torna su HBO con un nuovo telefilm, che ovviamente tutti noi vivremo come il seguito spirituale di Sex And The City.
Cioè, può anche essere un capolavoro e tutto quello che volete, ma noi da Sarah Vegliarda Parker vogliamo solo Cosmopolitan e discussioni sulla ceppa. Chiamateci gretti, se volete.



E ora, per gli amanti della buona musica per strumenti e voce, per gli appassionati della vera arte, ecco a voi le Bratz che gorgheggiano come usignoli.

Persino Rosy, la portiera del mio palazzo, stamattina mi ha fermato per chiedermi accorata: "Ah France', ma 'sto singolo de Britni esce prima che vado ar camposanto?"
Come darle torto? Doveva uscire prima, doveva uscire dopo, fatto sta che non esce e non si sa quando, e tutto quello che abbiamo saputo è che c'era un video da girare e sta per uscire un cavolo di profumo.
La doccia fredda arriva oggi dal Sun, che rivela che il vero problema di Make Me è il fatto che la casa discografica ha completamente bocciato la voce della Santa e ha bloccato più volte il progetto a causa della scarsa qualità dei vocal della canzone.
"Il singolo è stato un incubo per tutti quelli coinvolti", dice la fonte. "Quando le registrazioni erano finite, la casa discografica ha bocciato la voce di Britney e si è cercato di far funzionare comunque tutto col materiale disponibile. Per fare in modo che la canzone uscisse comunque quest'estate, si è cercato di aggiungere voci di supporto, ma il risultato è stato comunque insoddisfacente. La canzone avrebbe dovuto uscire molto tempo fa, a questo punto".
Io, francamente, non capisco perché questi scemi non premono il tasto "citofonare tutto" e non fanno uscire la canzone. Voglio dire, per me potrebbe anche suonare come un concerto di rutti che passa da un grammofono rotto, e amerei comunque.

La Cina ci regala sempre grandi soddisfazioni: ecco un manager che decide di punire in modo esemplare i suoi sottoposti prendendoli a manganellate sul culo davanti a tutti.
Un nuovo modo di interpretare le parole della Santa: you better work, bitch.

Demetria Lovato non ce la fa più, e annuncia la decisione shock di abbandonare per sempre Twitter, su Twitter.
E già che si trova lascia anche Instagram, perché non ne può più delle risposte acide che le arrivano ogni volta che decide di condividere uno dei suoi punti di vista.
Ma attenzione: perché non lascia Snapchat, dove a suo dire non deve ascoltare ogni volta le reazioni degli altri.
Hashtag 'sti grandissimi cazzi!

Continua la trasformazione di Maialah Carey da cotechino di Natale a caldissima milf tuttopepe.
Ecco nuovi scatti "rubati" nel soggiorno dove la nostra Mimi appare più in forma che mai, pronta a sembrare finalmente più giovane di Ariana Grande e riprendersi lo scettro di unico usignolo daaaaivah sexy.
Go Maialh go!


Adoro quando le sgualdrine pop si esibiscono in Giappone.
Dovrebbero mettere il karaoke sotto ogni performance, in tutto il mondo.

Salvatevi, voi stolti che non sapete leggere i segni dell'apocalisse imminente!
Santa Spears parla di qualcosa guardando fissa verso la telecamera senza leggere? Il mondo sta per dissolversi in una nuvola di fumo, ma di sicuro al profumo di Private Show.
Nota a latere: Britney, per tutte le ceppe, basta con le cazzate e facciamo uscire questo fottutissimo singolo?

Sono lontani i tempi di We Found Love, ma nonostante questo fa sempre piacere vedere Batterihanna che si sbatte.

Operazione apprezzabilissima da parte di Christina, che con questo singolo supporta (anche economicamente) le famiglie delle vittime della strage di Orlando.
Per questo non sarò troppo cattivo con la canzone, che per un attimo ho pensato (con terrore) potesse essere il lead single della sua nuova era.


Quella grandissima cagna di Regina George, sempre più intenzionata a fare scorpacciata di cazzi, ha mollato quel pezzo di figo di Calvin Harris da nemmeno un mese ma voilà, eccola pomiciare con l'attore Tom Hiddleston in spiaggia.
Gli scatti pongono fine ai dubbi sulla relazione tra i due, ma pare proprio che Taylor abbia iniziato a inciuciare col nuovo amorazzo mentre stava ancora con Calvin.
TMZ rivela infatti che un mese prima che Taylor rompesse con l'ex, lanciava già occhiate vogliose al nuovo fidanzato alla festa pre-MET Gala di New York.
Insomma, tra le news del giorno: l'acqua si può scaldare e Taylor Swift è una troia.

Festa grande per i gay di tutto il mondo: Universal Pictures annuncia l'arrivo (finalmente!) della versione cinematografica di Wicked!
Per chi non lo sapesse, e a questo punto mi chiedo perché non passiate le vostre vite al bar a parlare di figa e calciatori, Wicked è un libro sulla storia "alternativa" del mondo di Oz, diventato poi musical di successo internazionale, con canzoni come Defying Gravity che sono diventate un inno della comunità gay.
Insomma, il film arriverà e il totocast è iniziato. Non vedo l'ora.

La povera Batterihanna deve avere bisogno di qualche altro spicciolo nel conto in banca, quindi niente di meglio che un bel profumo nuovo con la bottiglia disegnata da lei, e una foto promozionale dove come minimo ti aspetteresti allegato il listino prezzi dalle zagare all'ingoio.
Crush, questo il nome del nuovo profumo, vanta note di bergamotto, mandarino e pepe rosa.

Anche Adelona si è unita alla folta schiera di celebrità che hanno mostrato il loro supporto alla comunità LGBT dopo la tragedia di Orlando.
Perché è necessario che se ne continui a parlare, e che non si dimentichi.

"Ieri mi sono svegliato ho visto il notiziario e il mio cuore si è spezzato. Io sono cresciuto qui in mezzo a cari amici LGBT e mio padre mi ha sempre insegnato che l'amore è amore e che siamo tutti uguali.
Non importa chi sei, da dove vieni, tu hai il diritto di amare e essere amato. Penso alle famiglie delle vittime e a chi ha perso la vita, penso che potevano essere miei amici, miei familiari. Provo così tanto dolore, ma penso a quanto siete coraggiosi tutti voi, quanto è coraggiosa la comunità LGBT. Ricordate che noi abbiamo più potere e possiamo cambiare le cose.
Stiamo andando nella giusta direzione. Sappiate che voi gay non siete soli, New York è forte e non abbiamo paura di nessuno!" (Traduzione di MTV.it)

"We are shining and we'll never be afraid again".
Anche Florence ha mostrato il suo supporto alle vittime di Orlando e alla comunità LGBT durante il concerto a Chicago del 12 giugno.

Lady Gaga ha mostrato il suo supporto e il suo cordoglio per la tragedia di Orlando durante la veglia tenutasi a Los Angeles ieri, spendendo parole commoventi e leggendo i nomi di tutte le vittime.

"So che state tutti provando un'incredibile mole di emozioni da quando avete sentito di questo terribile attentato pieno di odio ad Orlando, alla vostra e nostra comunità. Mentre siamo testimoni della più grave sparatoria di massa nella storia degli Stati Uniti, non posso fare a meno di credere che un tale livello d'odio, come tutti i crimini dovuti al pregiudizio, sia un attacco all'umanità stessa.
Stasera, mi unisco umilmente a voi come essere umano, in pace, con sincerità, con impegno e solidarietà, per prenderci un vero momento e piangere la tragica perdita di queste innocenti, bellissime persone.
Oggi, promettiamo tutti insieme un'alleanza d'amore a loro e alle famiglie che stanno soffrendo così tanto. Sono figli e figlie, sono padri e madri, tutti loro sono nostri fratelli e sorelle.
Questa sera non permetterò che la rabbia e lo sdegno per questo attacco oscurino il bisogno di onorare coloro che sono in lutto. Membri della comunità LGBT, spero sappiate che io sono con voi, e come me molti altri sono vostri alleati. Tutti noi qua rappresentiamo la compassione e la fedeltà di milioni di persone nel mondo che credono in voi. Non siete soli.
Spero che un domani tutti noi ci sveglieremo con nuovi pensieri e la forza di trovare una soluzione. Ma stasera, ora, Orlando siamo qui con te, e siamo qui per ricordare." (Traduzione di MondoFox)

Tra le infinite testimonianze di cordoglio per la strage di Orlando, mi ha particolarmente commosso questa, su Twitter, di J.K. Rowling.
L'autrice di Harry Potter ricorda Luis Vielma, ventiduenne che lavorava nel parco a tema dedicato ai personaggi che lei stessa ha creato, e che ha perso la vita in un attimo, senza ragione, ieri.
E' uno dei cinquantuno ragazzi vittime di un gesto scellerato, è uno per ricordarli tutti, perché personalmente mi sento come se volessi sapere il nome di ognuno di loro, come se volessi sapere chi ha perso la vita per mano dell'ennesimo pazzo la cui follia ha disgraziatamente incontrato un grilletto che non avrebbe mai dovuto essergli messo in mano con tanta facilità.
Che questo attentato tocchi più da vicino la comunità gay non è una discriminante, non lo rende più grave né meno importante, e questo sarebbe meglio che lo capissero molti media italiani che ieri preferivano parlare d'altro o che oggi hanno titolato in prima pagina "Il gay pride dell'Isis".
Ma le polemiche non contano. Conta il fatto che il senso di tristezza e di rabbia, personalmente, è diventato quasi insostenibile. Conta il fatto che queste cose non possono succedere, e se accadono non possiamo voltarci dall'altra parte. Il cordoglio non può durare il tempo di un post su Instagram.
J.K. Rowling, donna dall'intelligenza e dalla sensibilità indubbiamente estreme, ci mette di fronte alla foto di un ragazzo che sorride, che non aveva fatto niente di male, che trascorreva una serata in un locale per bere un drink e ballare. Ci mette davanti a uno specchio.
Che cosa possiamo fare? Che cosa dobbiamo fare? Come facciamo a non cedere all'odio, al razzismo, al rancore? Perché le brutture del mondo devono continuare a ferire gli occhi e i sentimenti di molti e a togliere la vita a troppi altri?
Oggi non riesco a trovare risposte, e questo mi fa stare male.

Premettiamo: il Roma Pride di ieri è stato bellissimo, settecentomila persone per le vie di Roma, come sempre una moltitudine di volontà e richieste di diritti che nessuno può più ignorare.
Tuttavia, mi preme in questo frangente mostrare questo divertente video in cui Vladimir Luxuria, nuovo baluardo della moralità, si mette a sbraitare contro una trans che porta addosso il peso di una croce.
Il messaggio della trans è chiaro, forse non condivisibile da chi è attraversato da un forte "sentimento religioso" come Vladi, ma per quanto forte non dovrebbe essere giudicato in modo così netto da qualcuno che per i diritti e la libertà di espressione si batte da sempre.
E invece tie', non solo Vladimir si infiamma ma tiene anche un comizietto sul "rispetto". Non è nemmeno nuova a questo genere di infervoramenti, la Luxuria: me la ricordo qualche anno a un altro Pride inveire contro un'altra trans, a suo dire "troppo svestita" per partecipare.
Ognuno la pensi come vuole, io francamente sono un po' infastidito.

Kagna Perry partecipa all'ennesimo evento col vippaio che conta, e decide di mascherarsi da cogliona gotica. Gotica in senso buono, s'intende.
Caitlyn Jenner, lì accanto, è nata senza una vagina almeno settant'anni fa, ma resta molto più figa di lei.

Un po' Marta Marzotto fulminata dagli Illuminati, un po' "anche oggi non mi sono lavata i capelli", Keshatta è ormai tornata ufficialmente sulla cresta dell'onda e non perde occasione per mostrarci che si intende ancora di moda come io mi intendo di vagine.

Lo aspetto con ansia, ma non uscirà il 24 giugno come promesso: Iggy ha fatto sapere via Twitter che il suo nuovo album, Digital Distortion, è stato posticipato a data da destinarsi.
Nel frattempo ci svela la copertina ufficiale, che trovo abbastanza pazzesca.

A dimostrazione che Las Vegas è ormai il centro del mondo, anche Keshatta ha deciso di installarsi nella città del peccato e offrire ai suoi fan una mini residency di tre date.
Il 23 e 25 giugni e il 25 luglio, Keshampista sarà di scena al nightclub Intrigue, dove canterà i suoi successi che Dr. Luke voglia o meno.
Immaginate di vedere in una sola botta Britney, Keshema e Jennifer Lopez e sognate di volare in Nevada. Io, poi, potrei morire felice.

Fuoco e fiamme durante l'ultima puntata di Lip Sync Battle, nella quale Zoe Saldana (che tutti voi ricorderete per il ruolo nel film di Britney Crossroads, che l'ha portata a un passo dall'Oscar) ha duettato con le TLC sopravvisute regalandoci un momento Left Eye assolutamente meraviglioso.
Non è stato da meno Zachary Quinto, che si è mascherato da Missy Elliot restituendoci una performance inquietante ma di altissimo livello.
Cert'è che se metti insieme le TLC non puoi che vincere, e infatti è andata proprio così. E lasciatemelo dire: questo show è una bomba, edizione italiana subito. Grazie!

Ricordate quando Azealia cercò di convincerci che "faggot", ossia "frocio", non è un insulto bensì un simpatico colloquialismo, e che lei non ci vedeva assolutamente nessun problema?
Da allora è passato molto tempo, e fortunatamente il ricordo di questa cagna sta scemando nelle menti di tutto il pianeta. Ma lei no! Lei oggi ha sentito il bisogno di inforcare la tastiera e chiedere scusa al mondo per aver dato del frocio pure ai pali della luce.
Azealia ha capito di aver sbagliato, ha capito che frocio non si dice, chiede perdono ai fan che si sono sentiti feriti dalla sua simpatia, e sente intimamente nel cuore che tutti abbiano voglia di leggere la sua letterina di scuse ai finocchi.

Non c'è pace per l'imperatrice Sasha Fierce, che ormai ha a suo carico più denunce di plagio che parrucche nel palazzo armadio.
Questa volta ad accusarla di essere una copiona arriva Matt Fulks, regista indipendente che sostiene di aver intravisto più di qualche somiglianza tra il trailer di Lemonade e il suo cortometraggio Palinoia.
Cliccando qui potete leggere l'intero esposto, mentre più in basso, dopo le prove fotografiche, potete dare un'occhiata al corto in questione.
Ora io non voglio dire, ma lo stesso Lemonade è a tratti talmente generico e pretenzioso che potrebbe essere stato copiato da qualsiasi altra cosa generica e pretenziosa. Leave Bey alone!

La nana australiana più amata del mondo ha cantato un classico di Bob Dylan per la colonna sonora del film di Absolutely Fabulous, e chi siamo noi per non ascoltarla con la doverosa attenzione?

Scusate ma Madonnaccia che canta Borderline completamente random solo per conoscere Obama dietro le quinte?
Comunque che le dobbiamo dire, voce pazzesca, brava bravissima.

E per la serie "oggi mi sento Beyoncé", la raffinatissima Fergie lancia il video di una intro, che evidentemente è la nuova scusa per far uscire un video da un minuto e venti.
Fergie, augurati che stia per uscire il tuo album a sorpresa su Tidal, sennò sei poraccia dell'anno.

Mentre noi ce ne fottiamo e aspettiamo solamente che esca la canzone di Santa Spears, nel web sotteraneo c'è puro panico: negli scorsi giorni un hacker ha sbattuto su Periscope una traccia presumibilmente dalle sessioni di registrazione del nuovo album di Gaga, che si è poi rivelata fake (All Mine), ma ora le minacce continuano e pare che nelle prossime ore potrebbero uscire diverse canzoni dai nuovi dischi non solo della Germanotta, ma anche di Kagna Perry.
Se Idolator dice che le canzoni potrebbero essere state rubate dal laptop di DJ White Shadow, BreatheHeavy sostiene che la fonte potrebbe essere la stessa che negli scorsi giorni ha hackerato i social della Katy.
Insomma: con ogni probabilità si rivelerà fuffa, ma perché non sognare un po' che gli album di queste due sceme vengano sputtanati in rete? Amerei.

Quant'è figa Evan Rachel Wood? L'ho sempre trovata pazzesca. Poi non so che ne pensiate voi, ma Thirteen resta uno dei miei film preferiti in assoluto. Sapete che quello delle baby cagne è uno dei miei filoni narrativi preferiti, no?
Ebbene, la Rachel ha fondato un duo elettro-pop insieme con il collega Zach Villa, ed eccoli qua col primo singolo. Be', manco è male! Qui siamo sul pazzesco andante, me ne compiaccio vivamente.

Che ne dite di un bel video di botte, tanto per gradire? E che mi direste se il protagonista fosse il nostro amato Justin Lesbieber, la lesbica più rissosa dello showbiz?
E' successo a Cleveland, davanti all'albergo del Giustino: volano pugni, la gente si mette in mezzo, lui pensa di essere Rocky ma finisce a terra dopo manco due secondi.

Madonnaccia si è detta "per la prima volta senza parole" su Instagram, mentre a me verrebbe da dire più che altro che è per la prima volta con una quantità ragionevole di stoffa addosso: stasera va in onda la puntata di Jimmy Fallon dove la Regina delle Tenebre incontra Barack, mentre nel frattempo la sua foto da fan intimidita che incontra il suo Presidente fa il giro del mondo.


Inutile dire che La Bella e la Bestia non sarà più la stessa cosa, dopo questo.
Da guardare con estrema attenzione, perché qui si parla di pura arte.

Le Ognissanti sono tornate, ma il budget è chiaramente quello che è.
C'è chi è vecchia vecchissima e può permettersi di nasconderlo con le più avanzate tecnologie, loro invece sembrano appena uscite da un torneo di Burraco in una località molto ventosa.
Inutile dire che le si ama, in ogni caso.


Favolosa con tutti i look, Christaccia Ingalera ha mostrato il suo supporto per la pazzesca Hillary con una nuovissima testa rosso menopausa che le promuovo in pieno.