E brava Demetria, sempre meno America's sweetheart e sempre più zoccolone da combattimento.
Tra l'altro, nel prossimo video, Confident, reciterà Michelle Rodriguez. Prepariamoci a sonore lesbicate.

E dopo Batterihanna, è toccato a Kagna Perry salire sul palco del Rock in Rio e dimostrare di cosa è capace.
Oddio, lo spettacolo è sempre garantito con la Reginetta di Inutilandia: anche se la performance vocale è quella che è e sei più svociata di un fenicottero ferito, tu buttala in caciara e portati a casa il concerto.

Sappiamo tutti che Batterihanna prende solo roba ottima, ma devo dire che si è superata in occasione del Rock in Rio. Ancora orfana di un album dopo una quantità di tempo inaccettabile per lei, RiRi si è presentata sul palco con un'energia invidiabile, ma soprattutto a tratti ha cantato e ha cantato pure bene.
Sono finiti i tempi da lurida sgualdrina dedita solo alla maria e alla ceppa, senza un filo di voce? Volete togliermi qualche altra certezza, già che vi trovate?

La presidentessa dell'Universo e l'unica sola first lady del pianeta Beyonciona ha al solito messo a tacere tutti con un concerto al Global Citizen Festival che ha risvegliato i morti e confermato la superiorità assoluta di Sasha Fierce.
In ogni caso, i Pearl Jam costretti a duettare controvoglia con Beyoncé sono uno spettacolo.

Quello che più mi preoccupa è che se io fossi Taylor, e dio Starbucks la sola idea mi fa accapponare la pelle, amerei poter decidere di duettare ogni sera con un pezzo grosso, e da Alanis a Steven Tyler, probabilmente avrei scelto esattamente tutte le canzoni che ha scelto lei.
Forse sono Taylor Swift dentro. Addio.

La cara Shagura si è esibita subito dopo Pope Francis all'assemblea generale delle Nazioni Unite, e ovviamente ha cacciato fuori la solita Imagine. Che per carità, è la canzone più bella di tutti i tempi, ma io avrei preferito chessò, una Beautiful Liar con Beyoncé? Vuoi mettere.

Co-scritta con Adele e inizialmente pensata per il di lei album 25, questa Alive è stata scartata dalla cantante inglese e ripescata da Sia come suo nuovo singolo, che debutta oggi.
Bella eh, ma io ancora non riesco ad appassionarmi anima, corpo e mutande a una canzone di Sia.

Dopo aver dato del frocio di merda a un assistente di volo e averci confermato ancora una volta di essere una povera demente, la favolosa Alzheimer Banks ha inforcato il suo strumento di tortura delle masse ufficiale, ovvero il proprio account Twitter, per dire la sua sull'accaduto.
Ebbene, sappiate che Azealia non è minimamente dispiaciuta per aver usato un insulto che lei non considera tale, come del resto ci rivelò quando diede del busone a Perez Hilton. Azealia infatti si gioca la carta del fatto che tutti in America dicono "nigger", ma si meravigliano del fatto che qualcun altro possa dire "faggot". Bella mossa, Azealia! Nel dubbio io comunque amplierei il mio vocabolario: ti mancano ancora "ebreaccio" oppure chessò, "handicappato mongoflettico maledetto da Dio".
In ogni caso, Azealia ci tiene a farci sapere che per lei la parola "frocio" proprio non può essere un insulto, visto che suo fratello è una trans e tutto il suo staff è composto da uomini gay. Tutto eh, badate bene! Lei gli fa proprio un colloquio apposito, dove chiede: "Lo prendi al culo, brutto frocio del cazzo?". Se le rispondi di no, non entri nello staff. Lo staff per fare cosa poi, figlia mia? Non hai mai avuto una carriera in vita tua.
Dulcis in poracciaggine, poi, Azealia mette a tacere tutte le malelingue confermando di essere bisessuale e anche una grande leccatrice di figa e tette. Insomma, con tutta questa frociaggine a pilastro della propria vita, Azealia può dare del fottuto pederasta a chi le pare.

Confesso di avere un problema con Selena Gomez e la sua faccia da dodicenne su un corpo da sgualdrinaccia già rodata, ma suppongo sia parte del personaggio.
Aspettando l'attesissimo quinto album Revival, per il quale so già molti di voi si stanno stroppicciando i lembi delle mutande, godiamoci il suo nuovo video.

Finalmente ci siamo: Adelona ci ha dato una data di uscita per il suo nuovo album, titolo provvisorio 25, come le milioni di copie destinate a essere piazzate.
Hits Daily Double conferma il 20 novembre come data di lancio del nuovo lavoro di Adele, con più di cinquanta milioni di dollari sborsati da Sony per il contratto discografico. Non solo: sono previste apparizioni in esclusiva sulla NBC al Today Show, al Saturday Night Live, un uno special TV dedicato e in un'altra occasione al momento non specificata.
Insomma, che tutte le altre si vadano a nascondere, perché nonostante mi risulti sposata e felice, Adelona ha intenzione di stracciarci le palle con nuove emozionanti canzoni strappacuore.

Ieri sera la Santa è stata protagonista di uno scherzone di Neil Patrick Harris a danno di alcune bodyguard, che si sono trovate in situazioni assurde visto che Britney faceva e diceva tutto quello che Neil le suggeriva nell'auricolare, come una moderna Ambra boncompagnata.
A parte la solita incredibile presenza di spirito della nostra adorata, non è una novità vedere Brit muoversi sulla base di ciò che le suggeriscono le vocine nel cervello, solo che questa volta fa ridere di brutto.

Finalmente una nuova uscita di capoccia da quella adorabilke squinternata di Azealia!
Amo quando le sgualdrine canterine smettono di avere una carriera e tutto ciò che rimane di loro sono le cazzate da matta che fanno, meglio ancora se questo accade su un aereo.
E insomma pare che Azealia stesse cercando di scendere il più rapidamente possibile dal velivolo, quando si è trovata davanti una coppia francese che le bloccava la strada. Pare che a un tratto l'uomo che le stava di fronte abbia fatto per fermarla visto che non poteva passare, e a quel punto Azealia non ci ha visto più, e a detta dei presenti sul volo ha cominciato a strillare e sputargli in faccia come se fosse già l'after hour.
Fortunatamente lo show è continuato, e qualcuno ha avuto l'idea più intelligente che si può avere in una situazione del genere: tirare fuori il cellulare e filmare! TMZ ci offre solo pochi secondi di Azealia che strilla contro lo steward, ma sono comunque abbastanza per scaldarci il cuore visto che l'intelligentona decide di dargli del "Fucking faggot" (frocio di merda, per gli amici) senza stare a pensarci troppo. E brava la nostra testa di cazzo, sempre un passo avanti!
Ovviamente, manco a dirlo, poco dopo la nostra eroina ha inforcato Twitter e ha attaccato una pippa assurda sull'accaduto: “Ok so I get hit in the face by a man and no one cares. The only hear what I called the man who was blocking my exit. I don’t care. I’ve said it before and I’ll say it again. I don’t tolerate bitchassness and I don’t tolerate men putting their hands on me”.

Mentre tutti voi vi emozionavate per Ellie Goulding, io l'ho sempre trovata una tipa sullo yawn andante. Fattostà che il 6 novembre esce il nuovo album Delirium, e che questo nuovo video non è affatto male.
Mi ti stai immignottendo per bene, cara Ellie, anche se non vuoi darlo a vedere e fai la sofisticata.

Per tutte le anziane che non vogliono rinunciare al tacco 24 nonostante l'osteoporosi, la pazzesca Sarah Vegliarda Parker ha lanciato una nuova linea di scarpe con Bloomingdale's, che ha presentato allo store di New York contornata da illuse che aspettano ancora un altro film orrendo di Sex And The City.
Ovviamente nessun vero fan di Sex And The City comprerebbe mai delle scarpe col tacco in un grande magazzino. Perché noi facciamo la lista di nozze da Manolo Blahnik per il matrimonio con noi stessi, si sa.

Visto che l'anno prossimo vincerà tutti i premi in palio, Lady Germanotta si è portata avanti col lavoro e ha deciso di apparire splendida e favolosa sul tappeto rosso degli Emmy Awards, i riconoscimenti più importanti per la televisione a stelle e strisce.
La Stefani, che appare incredibilmente calata nel suo lavoro di attrice, ha condiviso il lembo rosso con altre pazzesche star della TV, delle quali segue accurata selezione fotografica. Consiglio: non vi perdete le ciabattine pelose di Arya Stark.

Quanto le piace a Madonnaccia di scherzare con i suoi più cari amici finocchi?
Eccola fare la pazza col sempre bonerrimo Anderson Cooper, sculacciarlo durante Unapologetic Bitch e dargli la solita banana per fare la scenetta del pompino. Perché si sa, Madonnaccia è una di classe e a certe cose ci tiene.

Per dire, poi arriva Culona From The Block e ti tira fuori il concertino che serviva a scaldarti il cuore. Non solo lei è una figa spaziale che la metà avanza, ma c'è pure un duetto con quel tipo delizioso che canta El Mismo Sol (o come si dice). E non finisce qui: Jenny ha anche presentato il suo nuovo singolo, che balla qui per la prima volta: Nobody's Breaking Me Down. Potete ascoltarlo meglio nel video più in basso, quando è stato suonato a Los Angeles più tardi.
Insomma, qualsiasi cosa accada J.Lo resta una certezza, un faro nella notte, un'artista a trecentosessanta gradi che non smette mai di esserci per il suo pubblico.


Ok, ora iniziamo a ragionare. Madonnaccia ha deciso di graziare i suoi seguaci inserendo finalmente in scaletta la sua Ghosttown, scandalosamente dimenticata nelle tappe affrontate finora.
Eccola ieri sera a Brooklyn mentre strimpella una delle ballad più belle che abbia mai cagato fuori dall'inizio della sua carriera millenaria. Enjoy.

E poi così, Lady Germanotta pubblica sul suo Vevo il video per Til It Happens To You, che fa parte della colonna sonora di The Hunting Ground, documentario sullo stupro nei campus americani. La canzone è stata scritta dalla Stefani insieme con addirittura Diane Warren, e ovviamente i proventi dalla vendita del brano andranno in beneficenza.
Insomma, Germanotta santa subito.

Si fottano le curvy, che poi davvero curvy non sono mai. E tanto di cappello alla pazzesca Beth Ditto, favolosa in passerella per la chiusura della settimana della moda a New York. Amissimo.

Mmmmh, oggi la vita ci sorride: arriva infatti il nuovo video di Alesha Dixon. Se qualcuno di voi ha fatto la stessa faccia che avrebbe fatto se gli avessero chiesto dove si trova esattamente il clitoride, vi ricordo che Alesha è una sopravvissuta delle pazzesche Mis-Teeq, e se la faccia è ancora quella boh, andate a farvi una cultura.
Insomma, la canzone è del tutto trascurabile e praticamente è fatta tutta mixando il suono delle notifiche di Grindr, ma volete privarvi del piacere di vedere il video?

Anche se sono pochi secondi, questa clip di Culona From The Block in versione colf messicana che si gode una serata libera in canotta e ciancicando la gomma mi riempie il cuore, considerando soprattutto che sta ballando al Rebel Heart Tour al Madison Square Garden.

Cresce l'attesa per American Horror Story: Bad Romance 2, che continua a stuzzicarci con un teaser che stavolta fonde la Germanottitudine con i Rammstein.
Che dire, siamo sul random più totale, non vedo l'ora.

Anche Maialah Carey 2.0 è caduta nella ruota delle imitazioni di Jimmy Fallon, e le sue imitazioni di Britney, Christaccia e Celine Dion sono diventate immediatamente degli instant classic.
Ovviamente, nella clausola per la partecipazione alla trasmissione ci sarà stato scritto a caratteri di sangue che per nessuna ragione le avrebbero dovuto far imitare Mariah. Peccato, lì ci sarebbe stato da ridere.

"Cacciatore/Limousines/Ciao amore/Soft ice cream", dice Lagna con un fil di voce in questa nuova struggente ballad tratta dal suo nuovo album Honeymoon.
Praticamente la nuova "Non c'è nessuno bello come te ti amo".

Appare solo per pochi istanti, ma è talmente random che non si può non sentire un brivido: Maialah Carey incontra Il Trono di Porchetta per la pubblicità di uno di quegli orrendi giochi free to play che hanno rovinato l'umanità.

Magari può servirvi da spunto se state cercando un look alternativo per rilanciarvi in Autunno dopo che avete fatto le sgualdrine per tutta l'estate, fatto sta che il tricolor sul ciuffo a schiaffo di Gwen Stefani potrebbe essere un nuovo trend.
Che poi a ben pensarci, ma il comeback di Gwen Stefani?

Quant'è che ci mettono gli elefanti a partorire, due anni? Orbene, Kim Kardashian ha ancora un anno e mezzo per dimostrarci nostro malgrado che si può essere sexy anche aspettando un bambino, e ha deciso di folgorare tutti allo show di Givenchy a New York con un look "non fare caso alla panza, le zagare le faccio ancora che è una meraviglia".
Considerate anche che lo show era un debutto di Riccardo Tisci a New York con tanto di pre-show dedicato all'11 settembre e curato da Marina Abramovic, quindi chi Kim ci stava proprio una crema.

Quindi io ci scherzavo, ma siamo proprio arrivati a chiamarlo American Horror Story: Lady Gaga. Vedere per credere.

Mastodontico debutto del Rebel Heart Tour della Regina delle Tenebre ieri sera, e come ne consegue mastodontico post di foto e video per voi.
Alcune considerazioni sparse: la scaletta definitiva non mi dispiace, probabilmente è un po' troppo corta e sicuramente non include alcune delle cose migliori dell'ultimo disco (Joan of Arc, Veni Vidi Vici, Borrowed Time, Addicted e chi più ne ha più ne metta). La scelta dei classici è buona e sicuramente una delle migliori degli ultimi tour: certo, niente da American Life come al solito (sto diventando noioso, lo so), ma per me la combo True Blue/Material Girl può valere da sola il prezzo del biglietto. Certo, poi mi si spiegherà non tanto perché dobbiamo ciccarci ogni santa volta Vogue, che vabbè, ma Candy Shop per il terzo tour consecutivo? Voglio dire, Candy Shop?
In ultima analisi, e badate bene che ho evitato di guardarmi tutti i video perché un po' di sorpresa la vorrei quando andrò a Torino, si può dire che Madgezilla sgambetta ancora alla grande e (apparentemente) non c'è nulla da rimpiangere rispetto al passato.

I minuti corrono e tra poco il Rebel Heart Tour prenderà il via. Per quanto adorerei restare sveglio ad aspettare le prime foto e i video, vi rimando a domattina con un post esaustivo sull'argomento.
Nel frattempo andiamo a dormire godendoci la meravigliosità del palco, che effettivamente non fa rimpiangere gli stadi, e la maestosità del tour book.
Sempre sia lodata.