#hellskitchen: junk food da incubo episodio 2


Torna la rubrica di schifezze alimentari da Oltreoceano e non solo, perché nel dubbio ingozzarsi è sempre meglio. Purtroppo viviamo in una società dove gli eccessi alimentari passano per l'ipocrisia, e dove si crede che schiopparsi quattro etti di carbonara faccia meno male che un bel triplo hamburger col cheddar che ti parte dritto verso i vasi coronarici per otturarli per sempre.
E dopo la polemica, cominciamo.

Iniziamo subito da qualcosa di insaspettato: Butterfly, la bevanda ufficiale di Maialah Carey. Avete capito bene: in America esiste una bibita firmata da Mimi in persona. Non ho la minima idea di che cosa possa sapere, ma credo che unisca le dote fruttate del succo di arcobaleno con i sapori decisi dello strutto stagionato. Deve essere una vera delizia.

Se cercate qualcosa di meno sofisticato potete provare Peanut Hottie, che né più né meno è burro d'arachidi liquido. Una bella sorsata e vi sembrerà di infartare, ma potrete farlo sia al gusto di arachide plain che a quello di arachide e cioccolato, quest'ultimo nel caso siate preoccupati che l'apporto calorico non sia sufficiente al vostro fabbisogno.

Continuano i gusti folli degli Oreo con la variante Root Beer. Leggiamo su Wikipedia: "la root beer (che in inglese significa "birra di radice") è una bevanda gassata e dolcificata, preparata originariamente con l'aroma della radice o della corteccia di sassofrasso. Bevanda popolare nel Nord America, storicamente nasce come birra leggera dalla gradazione alcolica molto bassa e si afferma come soft drink analcolico nel periodo del proibizionismo."

Per il divertimento e la nutrizione sana dei bambini, ecco due nuove varianti di pasta in scatola della Campbell's: principesse Disney e Frozen. Si tratta di pasta dalle forme incantate con pollo in brodo di pollo. Deve essere una delizia vera. Tutta salute, bimbi!

Avete mai provato il Philadelphia aromatizzato che vendono qui da noi? Niente di che, a me piace solo quello al salmone, che vendono solo nelle formine piccole. Le mangio due a due. In America, ovviamente, è un'altra storia: appena disponibile la nuova variante bacon, zucca e caramello. Il Philadelphia al caramello sarà meglio di quello orrendo al Milka? Che delusione quella roba: mi aspettavo il paradiso, ma sa di merda di mucca lilla.

In Giappone, negli ultimi tempi Burger King stanno combattendo una battaglia a colpi di panini neri. Avete capito bene. Prima è arrivato il Kuro Burger di BK, al quale Mac ha risposto con uno speciale hamburger di Halloween, ovviamente di un invitante color grigio scarafaggio. Mmmmh come sono invitanti! A questo punto chessò, perché non fare un panino a forma di stronzo?