Un po' di eurodance coatta dalla Germania? Perché no! Ho sempre apprezzato i Cascada e la loro genuinità nel tirar fuori brani coattissimi da discoteca. Questo non è da meno.


Il 9 novembre a Glasgow ci sarà lei, Nicki Poraccj, a presentare l'intera cerimonia degli MTV European Music Awards.
E così, dopo l'esperimento Kagna Perry, un'altra sgualdrina pop (in questo caso hip hop) sarà chiamata a fare da padrona di casa agli inutili ma sempre attesi premi del network. E toccherà guardarseli.

Mettetevi comodi e ammirate la nana australiana infuocare l'iTunes Festival con tutto il concerto andato in scena ieri sera. Enjoy.

Chi mi conosce lo sa: la mia passione per il junk food supera lo spazio e il tempo. Per quanto i miei orizzonti possano sembrare tendenti al basso in questo senso, credo che il mio palato non riconosca proprio geneticamente i sapori raffinati. Chiudetemi dentro a un supermercato americano e io sarò felice, probabilmente morto in un paio di giorni, ma felice.
Ecco perché ho pensato di recuperare un vecchio tag del blog, #hellskitchen, per iniziare una rubrica tutta nuova che andrà a curiosare sulle preziose novità culinarie mondiali, per lo più roba orrenda che nessuno dovrebbe mangiare mai. Cominciamo.

Cominciamo da quelli che sono oggettivamente i biscotti più buoni del mondo, e chiunque sostiene il contrario può tranquillamente continuare a ingozzarsi di Pavesini a nove calorie l'uno. Per come la vedo io, una cosa che ha solo nove calorie non può essere considerata cibo.
Anyway, se in Italia dobbiamo accontentarci degli Oreo semplici, in America possono godere di una marea di gusti alternativi. Quelli alla zucca li cacciano fuori ogni Halloween, ma il mio vero stupore è verso quelli nuovissimi alla mela caramellata. Cremina verde slime mischiata al caramello. Il paradiso deve essere pieno di alberi che danno direttamente gli Oreo Caramel Apple come frutto.

Passiamo tosto a una ricetta tipicamente italiana portata in USA da un rinomato marchio, Fazoli's. Sulla destra potete infatti ammirare la favolosa Lasagna Fritta, che a questo punto immagino essere deliziosi bocconcini di lasagna pastellata. Quello sprint in più che è sempre mancato al vostro pranzo di Natale: se vostra nonna si decidesse a pastellare e friggere la lasagna, tutte le Feste avrebbero un altro sapore.

Proseguiamo con la Campbell's, che dai tempi della zuppa di Warhol si è evoluta parecchio ed è finita per inscatolare la qualsiasi. Quest'oggi vi propongo tre ricette in scatola belle e pronte, da aprire e gustare (potete dargli una scaldata al microonde, ma proprio se siete degli schizzinosi): una bella zuppa di mini hamburger e funghi, una bella zuppa di birra, formaggio, carne e bacon, e dei bei rigatoni con salame e olive. Gnam.

Avete mai provato l'ebbrezza del Coffe-Mate? Si tratta di una deliziosa polverina da aggiungere al caffè, che gli dà una gustosa schiumetta lattosa. Ora, c'è quello normale, c'è quello alla vaniglia (provato, è ottimo), quello alla nocciola, ma ora c'è anche quello ai cookie al cioccolato. Dai, questa è lussuria. Pura e semplice lussuria.

Chiudiamo questo primo appuntamento con un prezioso hamburger a tiratura limitata, che potrete trovare solamente nei McDonald's di Hong Kong: si tratta del Batman Burger a tiratura limitata, che oltre a una doppia razione di carne e un salsina misteriosa ha al suo interno un bell'uovo. Che cosa abbia a che fare Batman con le uova, questo è un mistero che ci interessa poco.


Ed eccola là, quella cafonazza di Fergie è tornata con una semibomba scaldapista che non posso negare mi piaccia parecchio. Originale come una vagina maleodorante, ma pur sempre un bel pezzone. Brava!


La Regina di Tutte le Galassie è ormai assolutamente inarrestabile e vuole duettare con qualsiasi leggenda del jazz, vivente o meno. Voglio dire, lei ormai è un'artista jazz completa e stellata, quindi se decide di duettare con qualcuno si fa e basta. Eccola attaccarsi a un vecchio giradischi per regalare la sua voce a Ella Fitzgerald, che dall'alto dei cieli ringrazia sentitamente per la preziosa opportunità di cantare insieme con l'artista jazz più grande di tutti i tempi. ARTJAZZ per tutti!


Pazzesca Ariana Glande che si è finalmente calata nel ruolo che più le si addice, quello della bambola di plastica, al suo debutto al Saturday Night Live: eccola interpretare She-Ra a fianco di un Chris Pratt He-Man comunque bono.
Ariana ha ovviamente cantato allo show, performando il nuovo singolo con i Weekend, Love Me Harder. Daiva!


Il 24 ottobre andrà in onda sulla TV americana Cheek To Cheek LIVE!, uno special dedicato al nuovo lavoro dell'artista jazz più grande del mondo. Oggi Gaga ci offre una gustosa preview da Bang Bang, non la canzone a caciara di Jessie J, ma quella vera. Enjoy.


Inauguriamo quest'oggi una nuova preziosissima rubrica per tenere il polso sui look delle star, perché mi sono reso contro che troppi look meravigliosi non hanno il giusto risalto.
Comincerei subito da Jessica Simpson, che regala al concetto di tartan un nuovo significato. Come risultato, la Scozia sta decidendo in questi giorni se disconoscere il celebre tessuto. Altro giro, altro referendum!
Passiamo senza colpo ferire a Keshatta (che ora si scrive senza $), vincitrice del premio gattara del secolo per riuscire a portarsi in giro il suo micio in braccio, per strada. Ci provassi io, i miei felini mi strapperebbero il naso a unghiate. Comunque, premio fisicaccio pazzesco per Keshema. Avesse anche una carriera, non le mancherebbe nulla.
Passiamo a Santa Spears, che ha ultimato la sua trasformazione in Joan Rivers ieri a Copenaghen, per la nuova tappa del suo tour promozionale per le mutande che ha disegnato in prima persona (ahahahahahah!).
Accanto a lei Batterihanna, con un sobrio look militar-chic sul quale c'è poco da dire. A 'sta ragazza le metti il primo straccio e sta sempre una favola! Non si può dire lo stesso di Vanessa Hudgens, che con uno straccio addosso pare la pazza di Campo de' Fiori. Amore, che t'è successo?
Chiudiamo alla grande con Sarah Vegliarda Parker, che sullo stile riesce sempre a mettere un punto ben preciso, anche quando si traveste da tenda.

La più grade artista jazz vivente, che ovviamente altri non è che Lady Germanotta (devo ancora precisarlo?), ha annunciato un megaconcertone per l'8 febbraio a Los Angeles, subito dopo i Grammy, insieme con suo nonno Tony Bennett.
Lo spettacolo sarà tutto incentrato su Cheek to Cheek e vedrà una grandiosa orchestra accompagnare le due star. Nel frattempo, stamattina in onda su Good Morning America il duetto tra Gaga e Tony a Bruxelles. Enjoy.

Taaaanto caruccia lei, poi brava eh, così fine, così francese... Bravò, bravò.

In barba a tutti quelli che le hanno sempre detto che era una grandissima poraccia, Robocop Spice è diventata una stilista di fama mondiale e ha dimostrato che cantare in playback nella girl band più famosa del mondo può essere solo uno strumento per realizzare i propri sogni, quelli veri. Ed è così che Victoria, in barba a quelle morte di fame delle sue ex compagne di band, ha aperto il suo primo flagship store a Londra!
Accessori, abiti e profumi, il tutto in un ambiente minimal e studiato nel minimo dettaglio: come potete vedere dalle foto, sparsi per il negozio ci sono anche diversi manichini con le sue fattezze. Fanno abbastanza paura perché sono magri più di qualsiasi essere umano sotto peso, ma essendo dei pezzi di plastica ci si può stare.


Amooooooore! Certo che questo tour europeo per vendere le mutande si sta rivelando un vero sfoggio di meravigliosità per Santa Spears, che ad ogni appuntamento è sempre più deliziosa.
Sarà una parrucca? In ogni caso bella, bellissima, dea.
Tra l'altro, in queste ore è arrivata la conferma ufficiale: la residenza a Las Vegas durerà altri due anni. Addio per sempre tour mondiali.

Glow, Wait, Break This Heartbreak e Chasing Ghosts: le prime tre incluse nel video di apertura del Kiss Me Once Tour, la terza performata live durante i concerti: piatto ricco per i fan di Kylie, che oggi possono godersi tutti e quattro gli inediti.


Ora, io credo che col product placement bisognerebbe mettere in campo un minimo di dignità, non credi Hilary? Che poi il telefono di Amazon è anche figo, ma ci mancava solo il link per comprarlo. E dai.


Orde di quarantenni nel Regno Unito e dintorni, in queste ore, si stanno strappando le vesti piangendo in Aramaico, e francamente posso capirle: nessuno avrebbe voluto vedermi il giorno in cui Geri ha lasciato le Spice Girls.
Stiamo parlando della madre di tutte le boy band moderne, i Take That, che pure non sono rimasti immuni da rimpasti e mescoloni nel corso degli anni. Eppure, il quartetto Jason, Gary, Mark e quell'altro ha funzionato per le ultime stagioni, rilanciando il gruppo verso una carriera che singolarmente non arrivava manco a una briciola di quella dell'ex (ma non troppo) compagno di sbronze Robbie Williams.
Oggi, la notizia amarissima: Jason Orange lascia il gruppo. Questa la lettera scritta a cuore aperto alle fan, che troneggia in home page sul sito ufficiale della band:

"Prima di tutto vorrei esprimere il mio orgoglio per quello che abbiamo ottenuto in tutti questi anni.
Tuttavia in una riunione tenutasi la scorsa settimana ho confermato a Gary, Mark e Howard che non voglio impegnarmi nella registrazione e la promozione del nuovo album. Ho passato alcuni dei migliori anni della mia vita con i Take That e voglio ringraziare tutti coloro che mi hanno accompagnato in quest' avventura, compresi i mie compagni di band che sono come fratelli per me.
Soprattutto la mia gratitudine va ai fans della band, meravigliosi e fedeli. Senza di loro niente sarebbe stato possibile. Grazie di cuore. Alla fine del Progress ho cominciato a domandarmi se sarebbe stato il momento di chiudere la mia collaborazione con i Take That. All'inizio dell'anno con mia piena coscienza e benedizione i ragazzi hanno cominciato a scrivere l'album. Non abbiamo litigato. Ho solo deciso di mia spontanea volontà che non volevo più farlo.
So bene quanto Mark, Gary e Howard amino scrivere e fare musica. E loro sanno che possono contare su tutto il mio supporto e incoraggiamento per continuare in quello che sarà un altro capitolo della band."

C'è anche una risposta dei tre superstiti, ma potete trovarla dove ho copiato e incollato la traduzione di cui sopra (cliccate qui).
Jason, ricorderemo per sempre il tuo prezioso contributo vocale e il fatto che fossi l'unico nei Take That ad essere alto un po' di più del Grande Puffo.



Parte stasera e tutti i fan della nana australiana si stanno già strappando le mutande. Godetevi il tour book in anteprima!

No vabbè, grandissima stima per lei: Wannabe ripassata ad acidi con un video che spacca. Amo.


Assolutamente random come si addice a un'attività promozionale di Santa Spears, il tour per presentare la linea d'intimo di Britney si è spostata da Londra alla Polonia, dove la nostra amata è arrivata con una bella coda alta e tanta voglia di sapere come cazzo sia finita lì.
Francamente, se l'hanno mandata a un centro commerciale di Varsavia, perché non ha fatto una scappata pure a Bufalotta a Roma? Boh.

Per tutti i miscredenti che ancora non ci credevano, la gravidanza di Sasha Fierce non ha avuto niente a che fare con la gommapiuma. Una sequenza dal film dell'HBO basato sul tour di Bey e Jay-Z include infatti dei privatissimi filmati di famiglia, in cui la Queen Bee appare nuda e gravida, senza trucco e senza inganno.

Se siete fan della Gessiggei, godetevi pure il suo concerto per l'iTunes Festival, offre la casa.


Siete ancora interessati alla musica di Azealia Banks? Se la risposta è sì, godetevi pure il suo nuovo singolo. Che non è male eh, ma tesoro mio tu un paio di canzoni hai imbroccato, il resto è media pura.



Un sentito grazie a chiunque si sia inventato questa cosa, perché è diabolica e c'è del puro genio dietro: nei giorni scorsi, in concomitanza con il lancio di iOS 8 e dei nuovi iPhone Padella, un misterioso annuncio pubblicitario è apparso su alcuni forum. Grazie alla nuova funzione Wave, gli iPhone equipaggiati col nuovo sistema operativo si ricaricano velocemente mettendoli 60 secondi al microonde a 700 watt: questa la bella notizia.
Ovviamente, per credere a una cosa del genere devi avere i criceti focomelici nel cervello, ma indovinate: c'è chi l'ha fatto. Come testimoniano diverse foto su Twitter, c'è chi ha infilato il suo iPhone con iOS 8 nel forno per vederlo esplodere ed esclamare: "Oops, non funziona!".
Nei miei sogni, lo scherzo è stato orchestrato da Steve Jobs nell'alto dei cieli, per vendicarsi di Apple che ha deciso di fare dei telefoni con lo schermo enorme quando lui aveva promesso che non sarebbe mai successo. Vai così, Steve.