è partito il tour di lady gaga: le foto, la setlist, i video


L'ArtRave germanottesco è ufficialmente partito ieri in Florida, e Gaga è finalmente esplosa in uno spettacolo apparentemente coi controcazzi, libera di vestirsi come una matta e piuttosto in forma. La setlist, più in basso in foto, abbraccia praticamente tutto ARTPOP dimenticando momenti che avremmo dato per scontati come Dope. Anche il passato germanottesco, leggi ad esempio Judas e Marry The Night, è stato accantonato in favore di pezzi più nuovi. Personalmente sono contentissimo di Cake Like Lady Gaga e dell'inedito del 2012 Partynauseous, pezzo originariamente pensato con Kendrick Lamar.
Insomma, non vedo l'ora che sia novembre per andare a vederla, sperando ci arrivi tutta intera.
Dopo il salto, foto e video a volontà.





è partito il tour di lady gaga: le foto, la setlist, i video è partito il tour di lady gaga: le foto, la setlist, i video Reviewed by popslut on maggio 05, 2014 Rating: 5

6 commenti:

  1. Mamma! E' arrivato il circo!!!

    RispondiElimina
  2. Back Vocal (playback) come se non ci fosse un domani.
    Coreografie (???) cheappettone
    Costumi (???) cheappettoni
    Stage (3 rampe) sufficientemente grande per riempire i parterre vuoti.
    Che brutta fine che ha fatto!

    RispondiElimina
  3. Premetto che non sono della fazione Perry, anche se ultimamente la preferisco decisamente.. Ma come fai a criticare i suoi costumi dopo aver visto gli orrori che indossa la Gaga? Chiariamo: il suo personaggio è sempre molto stravagante e sopra le righe, ma in questo caso non c'è nulla di sorprendente o di originale, ha semplicemente addosso dei costumi da supermercato orrendi. Stessa cosa dicesi per la scenografia e per le coreografie, una cosa veramente bassa che mi fa terribilmente rimpiangere la vecchia Gaga, quella del Monster Ball, veramente grandiosa. Gaga riprenditi per favore.. che tristezza.

    RispondiElimina
  4. Forse non sono mai stato fan di Gaga, o magari sono solo obiettivo: ma dalle foto e dai video devo ammettere che questo tour è di gran lunga sotto la media dei precedenti (Fame Ball compreso). Zero coriste e uso smodato di backing vocals (che il più delle volte si fa puro playback); costumi orrendi e per nulla sopra le righe (leggi: sciatteria); zero ART e poco POP. Come se non bastasse, uno stage che, con quegli outfit, rimanda a un circo di periferia.
    L'ho sempre difesa, e a spada tratta, ma questa volta la Germanotta ha toppato in pieno e l'Artrave dimostra proprio l'incertezza di questa "era": un periodo che ha destabilizzato Gaga e che, mi auguro, la costringerà a una seria pausa di riflessione per riprendersi. Anche la creatività, in fondo, ha bisogno delle sue pause.
    Delusione piena.

    RispondiElimina
  5. Come diceva la Agrado? Che svergognate le Drag, confondono il travestitismo col circo! Le Drag romane sanno fare di meglio…poveraccia, le art-pretese di Gaga sembrano proprio delle (f)art-gagate!

    RispondiElimina

Powered by Blogger.