Domanda del giorno: che fine hanno fatto le Sugababes? E per Sugababes non intendo Heidi e le amiche sue, che giustamente saranno finite dietro la cassa di un Burger King di Brixton come meritavano da tempo. No, parlo di Mutya Keisha Siobhan, riunitesi da poco ma ree non solo di aver scelto il nome peggiore del mondo per una band, ma anche di essere sparite dopo il pur ottimo primo singolo.
Vabbè, tutto questo per introdurre un concetto semplice: hanno performato con i Metronomy agli NME Awards, cantando il nuovo pezzo Love Letters. Enjoy.


Puttanah Montana continua ad essere la sgualdrinaccia più ricercata del panorama musicale contemporaneo, e non solo per schiaffare il culo sul pacco della chiunque. Eccola nel featuring che appare nel nuovo album di Pharrell, G I R L. Un ritmo niente male al quale, siamo sicuri, seguirà un bel video in mutande. Benvenuti in un'altra giornata qualsiasi di Miley.

Parrebbe proprio che il sogno d'amore di Kagna Perry con John Mayer sia finito: la nostra Kagna conferma quella certa sfiga con gli uomini che ce la fa sentire più amica ma ehi, Katy, non t'allargare.
Una fonte vicina alla coppia ha confermato la separazione a E! Entertainment, che come sapete su queste cose tende ad essere abbastanza autorevole. Nessun commento ufficiale della coppia al momento. In ogni caso meglio così, lui ha una faccia che mi ha sempre messo paura.

 photo tumblr_n1fwtme2G11qhnjulo2_250_zpsccd156ca.gif
La lesbicata del giorno è offerta gentilmente dalla solita Puttanah Montana e dall'inevitabile Kagna Perry, accorsa a vederla a Los Angeles per il Bangerz Tour. Da notare come il gesto trasgressivissimo sia accompagnato da una smodata voglia di Miley di infilarci la lingua. Fortuna che Kagna è una ragazza a modino.

Apriti cielo: Santa Spears ha sbagliato il playback durante uno dei suoi concerti di Las Vegas, è stata ovviamente ripresa e il video ha fatto il giro del mondo. Britney canta in playback ai concerti! Ma guarda un po'! E Rihanna succhia le ceppe a tre a tre, e quindi?
A parte che i miracoli dello Spearsanesimo sono infiniti e la Santa potrebbe tranquillamente cantare col culo senza avere bisogno di avvicinarsi il microfono alla bocca, ma sopratutto: leave Britney alone!

Figlie mie, voi non vorrete mollare ma il mio consiglio spassionato è di accettare il vostro destino di decadenza e mollare. Singolo trascurabile e video coi cazzi al neon evitabilissimo. Next!

Kagna Perry ci conferma una volta per tutte una delle leggi cardine del puttan-pop: puoi anche essere una svociata malefica che ha cagato un album senza infamia e senza lode, ma se lavori con le persone giuste puoi allo stesso tempo essere una che azzecca tutti i video.
E che le vogliamo dire? Carinissimo, lo amo.

Non che i Brit Awards siano stati particolarmente interessanti, almeno finché Sasha Fierce non è comparsa ad illuminare di luce divina il palco. Una visione celestiale che ti butta là una XO come se niente fosse, ed è subito amore.

Un po' di promozione non fa mai male, ma col fatto che il video di G.U.Y. sarebbe stato appena girato e che abbiamo ancora in canna Do What U Want e Venus, come mai la Regina di Tutte le Galassie ha deciso di performare Artpop? Il mistero dei singoli random di Gaga si infittisce sempre di più.

Il mondo è decisamente un posto migliore da quando è tornata Lily Allen, ma se mi tira fuori un lyric video in stile videogame 8-bit allora non posso non sciogliermi e giurarle amore eterno. Canzone carinissima tratta dal vol. 2 della soundtrack di Girls, il telefilm (bellissimo, pure lui) pieno di psicopatemi.

Un inedito della Santa è sempre da accogliere con gioia e gaudio, e questa Unbroken non fa eccezione, visto che fra parentesi non è nemmeno male. Certo, resta il fatto che sembra cantata dai chipmunks sotto anfetamine, ma in che modo questo può essere un male?
La canzone dovrebbe risalire al 2011, alle registrazioni per Femme Fatale, ed è prodotta da Fraser T Smith, che ha firmato anche Trouble For Me e Scary.

E' emersa in rete una snippet in bassa qualità di Brooklyn Nights, inedito germanottesco che non è riuscito a entrare nella scaletta finale di ARTPOP ma che non sembrerebbe affatto male. Su, dai, una bella riedizione di emergenza del disco e schiaffiamocela dentro, ok?

Ho dovuto metterle nello stesso post perché francamente non sapevo chi fosse più flawless e avevo bisogno di condividere con voi l'eccellenza di entrambe. Ieri sera, la sontuosa Maialah Carey si è presentata in abito da sirena bianca con coprispalle di coniglietti nani all'accensione delle luci dell'Enpire State Building. D'altro canto, Beyonciona ha presenziato a un evento in onore di sua sorella Solange tutta laminata e con una giacchetta di pelo altrettanto soffice.
Favolose.

Ok, è solo un buzz single in attesa del nuovo album, ma stiamo parlando di un nuovo video di Nicki Poraccj da sola, per tutte le ceppe! Non iniziava a mancarvi da morire?

Maialah Carey torna con il suo nuovo singolo in attesa del sospirato album, The Art of Letting Go, in arrivo il 6 maggio. Purtroppo si tratta di una rottura di cazzo non indifferente, che non mancherà di entusiasmare gli amanti dei gorgheggi di Mimi ma voglio dire, per me è un no grazie.



Se eravate preoccupati perché Culona From The Block sembrava aver abbandonato la salsa e il merengue, riconsolatevi! La nostra chiappe d'oro sta trascorrendo queste giornate a Miami per registrare il video di We Are One (Ola Ola), inno ufficiale dei mondiali di calcio in cui duetterà con la cantante brasiliana Claudia Leitte e l'inevitabile Pitbull.
Non solo: Jennifer ha appena girato anche il video per Adrenalina, in collaborazione con Wisin e niente popò di meno che Rickione Martin! Insomma, J.Lo ci farà ballare ancora parecchio. Siano lodate le chiappe!


La nostra Maialah Carey sa come far aspettare una manciata di gay nostalgici, non c'è che dire. Dopo un paio di singoli che non hanno lasciato il segno e un album più volte posticipato, oggi Mimi ci promette il nuovo brano You're Mine (Eternal) in arrivo tra due giorni e anche la data di uscita del disco, il 6 maggio.
Insomma, forse è la volta buona.

Cerchiamo di fare un po' d'ordine, perché ormai alla Haus of Gaga credo che sia stato indetto il venerdì casual tutti i giorni della settimana e tutti se ne fottono altamente di farci capire che diavolo stia succedendo in quel del Pianeta dei Germanotti.
Mentre il video di Do What U Want è sparito nel nulla e non se ne hanno tracce, ecco apparire le prime foto dal set di G.U.Y., che apparentemente ha sostituito Gypsy come terzo singolo estratto da ARTPOP. Il sontuoso Hearst Castle in California servirà quindi da location al nuovo video, girato in questi giorni.
Nel frattempo, delle foto dei gioielli di Venus, il video girato ma che forse non uscirà mai, sono comparse online a rivelarci come sarebbe apparsa addobbata la Stefani. Le creazioni sono della designer Marianna Harutunian, nel caso voleste procurarvele. Del resto, è roba così discreta.

La macrocefala Aria di Pretty Little Liars sta cercando in tutti i modi di diventare la nuova Taylor Swift, con il suo album country in arrivo e tante belle canzoncine da vaccara nella faretra. Questa è la sua Nervous Girls in versione acustica. La ragazza ha pure voce, ma io avrei voluto vederla sbattersi con qualcosa di più puttan-pop.

Come farà la pazzesca Lily Allen ad essere deliziosa in ogni cosa che fa? Il nuovo video è adorabile così come la canzone. E poi il nonsense: perché finisce con un crocefisso che galleggia nello spazio?

La nana è tornata con una canzone adorabile e un video dove fa la milfona. Lui bono da morire, ma diciamoci la verità: lei pure!