beyoncé, recensione del nuovo visual album


Poteva riuscirci solo lei: partire per un tour mondiale senza un nuovo album, e rilasciare suddetto disco in una notte qualsiasi senza averlo annunciato prima, senza farlo precedere da un lead single, senza promozione. A questo aggiungiamo il fatto che Beyonciona non si è limitata a tirare fuori quattordici nuove splendide tracce prodotte con gente tipo Timbaland, Pharrell, Frank Ocean, Justin Timberlake, The-Dream, Hit-Boy e altri. Ha anche accompagnato il tutto con diciassette video, uno più bello dell'altro, tutti insieme.
Si tratta senza dubbio della mossa a sorpresa più bomba degli ultimi anni: un successo commerciale straordinario e qualcosa che ha fatto parlare e riparlare per giorni i media. Un autentico colpo di genio che tra l'altro lancia l'idea del "visual album", qualcosa che probabilmente non resterà inosservato e anzi verrà ripreso abbondantemente.
In tutta questa abbondanza, niente viene lasciato al caso: tutte le canzoni sono ottime e tutti i video sono ottimi, in grado ognuno di stare sulle proprie gambe come se fossero usciti uno a distanza di mesi dall'altro.
BEYONCE', il visual album (tuttomaiuscolo) è in altre parole un vero e proprio kolossal, un'opera titanica e coraggiosa che effettivamente poche altre avrebbero potuto permettersi. E se vogliamo parlare solamente di musica, Sasha Fierce ha decisamente un sacco di cose da dire. Genuinamente tra l'R&B e il pop, BEYONCE' non è né uno né l'altro. Si tratta effettivamente di "visioni" musicali che a volte riprendono il passato di Bey attualizzandolo (Drunk In Love è una versione lasciva di Crazy In Love), a volte accelerano sul lato più dark della sua scrittura (Pretty Hurts), a volte indugiano lente sulla sua vita privata (Ghost).
Inevitabili i momenti dedicati alla figlia Blue Ivy, in Blue e Heaven, forse e inevitabilmente i più deboli del disco. E per chi avesse voglia di ballatone come Halo, verrà accontentato ma non troppo con qualcosa di più fresco e nuovo, come la bellissima XO.
Bowdown rinasce in ***Flawless, in un colpo solo inno femminista e shakera-culo. Blow e No Angel mostrano il lato più sexy di Bey, e quando diciamo sexy intendiamo davvero sexy.
Insomma: BEYONCE' è un disco che emoziona, che va ascoltato dall'inizio alla fine per coglierne le sfumature. Non è radiofonico nel senso più spicciolo del termine, ma in questo caso è decisamente un bene.
E poi, non scordiamolo, ci sono i video: e lì troviamo davvero di tutto. Citazioni di Madonna (bellissimo il video di Haunted), apparizioni di Kelly Rowland, costumi pazzeschi e scenografie ancora migliori. Chi l'avrebbe mai detto che una tale abbondanza di video avrebbe avuto un senso così spiccato?
Insomma: il voto a questo disco non può che essere stellare. Per la qualità, ma anche per l'originalità. Davvero, davvero ben fatto, Sasha.
Voto: 9/10