lea michele chiede privacy dopo la morte di cory monteith

 photo lea-michele-cory-monteith-versace-01_zps9603feb0.jpg
Oggi la notizia devastante: Cory Monteith, 31 anni, Finn Hudson in Glee, è stato trovato morto in un hotel di Vancouver. Al 21esimo piano del Fairmont Pacific Rim intorno a mezzogiorno, il corpo di Cory è stato rinvenuto già esanime dallo staff dell'albergo. Durante la conferenza stampa indetta nel pomeriggio dalla polizia, è stato rivelato che Cory era morto già da ore quando è stato trovato, ma non si conoscono le cause del decesso. L'autopsia è prevista per lunedì.
Cory era arrivato in albergo il 6 luglio e avrebbe dovuto lasciarlo il 13, e non si sa perché fosse in Canada, sebbene si recasse spesso lì. La notte prima del decesso aveva trascorso qualche ora con degli amici in albergo, era uscito con loro per poi fare ritorno la mattina successiva, solo.
Cory era volontariamente entrato in rehab lo scorso aprile, per la seconda volta, a causa di problemi con alcol e droghe dei quali aveva parlato molto apertamente anche con la stampa. La sua relazione sentimentale con la compagna di cast Lea Michele era ricominciata proprio quando Cory era uscito dal rehab a maggio.
E' di questi minuti la notizia che un portavoce di Lea, tramite, Entertainment Weekly, ha fatto sapere che l'attrice chiede che venga rispettata la sua privacy in questo momento "devastante".