paris hilton pensa che tutti i gay che usano grindr moriranno di aids

Photobucket
Pensate un po': lezioni di morale da una che nella vita ha preso più cazzi che strette di mano.
La nostra Penis Hilton si trovava in un taxi con un suo amico gay dopo essere stati alla settimana della moda, e lui ha tirato fuori il cellulare per dare un'occhiata a Grindr. A quel punto la verginella Paris ha voluto saperne di più, e dopo che l'amico le ha spiegato a cosa serve la app si è lasciata andare a commenti piuttosto infuocati. Il taxista ha allora pensato bene di registrare il dialogo tra intellettuali, come avrebbe fatto chiunque di noi. TMZ riporta stralci della conversazione.
"Serve per scopare", ha detto Penis. "Bleah, i ragazzi gay sono le persone più arrapate del mondo. La maggior parte di loro probabilmente ha l'AIDS. Avrei una paura se fossi un gay... E' probabile che finirai per morire di AIDS, se sei gay."
E via così! Dopo che la notizia si è sparsa, con una velocità straordinaria il povero portavoce di Penis, che immagino sia uno dei suoi chihuahua, si è sbrigato a dichiarare: "Paris si è limitata ad asserire che è pericoloso avere rapporti sessuali senza proteggersi dalle malattie. Non era sua intenzione dare giudizi sui gay. Paris è una fervente sostenitrice della comunità gay e non farebbe mai commenti negativi sull'orientamento sessuale di nessuno".
Insomma, sappiatelo: la Sgualdrina Alberghiera vi ama tutti, ma se usate Grindr morirete di AIDS come delle luride troie.
paris hilton pensa che tutti i gay che usano grindr moriranno di aids paris hilton pensa che tutti i gay che usano grindr moriranno di aids Reviewed by popslut on settembre 20, 2012 Rating: 5

10 commenti:

  1. Posso dirti che la frase:" morirete di aids come delle luride troie" suona molto male, anche se in un contesto ironico come il tuo blog? Avere l'hiv non significa essere sporco, ma solo essersi fidato di una xsona sbagliata x esempio o aver peccato di leggerezza o ignoranza. Il mio compagno e' hiv pos, io sono neg, e ti assicuro che la stigmata sociale di questa malattia e' fortissima. Soprattutto, spiace dirlo, tra i gay. Sono chiaramente coinvolto personalmente quindi perdonami se suono come un bacchettone che non sono. Ma talvolta le parole sono come macigni. Amen :-) Rob

    RispondiElimina
  2. SEI SEMPRE UN MORALISTA....SE UNO SI Fà FOTTERE DA SCONOSCIUTI RANDOM, CI SONO ALTE PROBABILITà DI PRENDERE L'AIDS, è UN DATO DI FATTO

    INOLTRE MOLTO SPESSO NON SI USA NEANCHE IL PRESERVATIVO...non mi sembra abbia detto del tutto una cavolata e non ha neanche detto odio il mondo gay e tutti i froci del mondo

    quindi perchè fare la morale...su una cosa ultretutto vera nel mondo omosessuale!?!?!

    RispondiElimina
  3. Ricordo ancora con tanta emozione 1 night in paris, dove la nostra mignottona preferita si faceva sbattere come una cagna in calore da un cavallo più che goloso, senza alcuna precauzione.. Vabbe' ma forse lei e' immune... Detto questo... Grindr e' un mix di squallore, tristezza e amarezza...

    RispondiElimina
  4. Salutiamo un esemplare chihuahua di paris qui sopra.
    Il guaio appunto è che c'è chi la difende, perché lei poverina più che infilare peni in bocca non sa fare, non c'è neanche tanto da ascoltare quello che ne esce poi...

    RispondiElimina
  5. io vorrei dire una cosa, fermo restando che Paris è una cerebrolesa quindi il suo discorso è ovviamente follia.

    un mio amico di palermo ma che vive da anni ed anni a Londra, è stato con un ragazzo per 3 anni e mi ha detto che in 3 anni di relazione MAI hanno fatto sesso senza preservativo... perchè vari suoi amici si sono beccati l'hiv (sempre a londra) per colpa dei fidanzati che li hanno cornificati bellamente acchiappandosi l'hiv e trasmettendogliela senza neanche saperlo.

    queste cose sono molto meno probabili fra gli etero, anche se sul web ho letto di molti etero che se la sono presa così.... però di certo fra i gay è più diffusa per i motivi che tutti sanno (probabilità di micro taglietti etc).

    con questo cosa voglio dire? che se io fossi gay avrei paura un attimino, e di sicuro userei il preservativo sempre nei rapporti occasionali (cosa che purtroppo nella mia vita da etero non ho fatto perchè sono stata una cogliona, ma grazie al cielo è andata sempre bene. però ecco magari fossi stata un gay a londra a quest'ora chissà se avrei potuto dire le stesse parole... prendo londra come esempio di grande metropoli, non per dire che a londra hanno tutti l'hiv)

    RispondiElimina
  6. cioè,.. il manager pur di salvarle le chiappe si fa scudo della causa gaia.. che squallore!!

    comunque son daccordo con 20 settembre 2012 18:26 quando spiega il motivo per cui "..morirete di aids come delle luride troie.." è un pò-tanto triste..

    RispondiElimina
  7. Se l'aids dilaga così nel mondo gay particolarmente, è perchè gli omosessuali sono in generale delle brutte persone, fissate col sesso occasionale un po' troppo, traditrici dei loro loro stessi partner al punto di attacare anche a loro la malattia... Penso che sia l'apoteosi della promiscuita', lo dico da gay che trova molte difficoltà a approcciarsi a questo mondo...

    RispondiElimina
  8. Che ci sia un po una zoccolaggine endemica tra di noi mi sembra un po sotto gli occhi di tutti, girls.

    RispondiElimina

Powered by Blogger.