paris hilton chiede scusa ai gay, che sono delle persone straordinarie

Photobucket
"Come sanno le persone a me vicine, sono sempre stata e sempre sarò una sostenitrice della comunità gay. Sono molto dispiaciuta e sconvolta per aver causato dolore ai miei amici gay, ai fan e alle loro famiglie coi commenti che avete ascoltato. Stavo avendo una conversazione privata con un mio amico che è gay e la nostra conversazione non era in alcun modo indirizzata all'intera comunità gay. E' l'ultima cosa che vorrei e non so come esprimere quanto vorrei potermi rimangiare ogni singola parola.
L'HIV/AIDS può colpire chiunque, gay ed etero, uomini e donne. E' qualcosa che prendo molto seriamente e che non dovrebbe essere trattato superficialmente in una conversazione.
Le persone gay sono tra le più forti e interessanti che conosco. E' totalmente sbagliato perseguitare qualcuno perché è gay. Nessuno dovrebbe affrontare niente del genere. Ancora, mi dispiace dal più profondo del cuore e mi sento malissimo. Spero che tutti possano accettare le mie scuse e capire che ciò che ho detto non rispecchia assolutamente quello che sono o quello che penso.
Grazie per aver perso un minuto a leggere, vi amo".
Parole dolcissime di Penis Hilton, o meglio messe in bocca a Penis Hilton da uno dei suoi fidi collaboratori chihuahua. Forse in questo caso si tratta almeno di un cocker, perché il tutto è scritto molto bene. Vabbè, almeno per oggi le hanno messo in bocca qualcosa che non fosse turgido e di carne.
Insomma, con questo toccante statement inviato all'associazione gay GLAAD, la Sgualdrina Alberghiera si scrolla di dosso l'orribile sensazione di aver offeso il suo pubblico, e pace fatta.
Solo Penis, io in mezzo a cotante belle parole avrei aggiunto qualche altra cagata tipo chessò, "I gay hanno un gran senso della moda", o "i gay sono tanto sensibili", o "mica è vero che tutti i gay lo prendono al culo, pare che certi lo mettano anche".
Photobucket