lady gaga fiume su artpop: spiega la app e dice che...

Photobucket
La nostra Regina di Tutte le Galassie è stata sommersa di domande in appena ventiquattr'ore dopo aver svelato la sua bella pensata dell'app per tablet e cellulari dedicata ad ARTPOP, il nuovo album. Dopo averla buttata sullo scherzo ("A Natale fatevi regalare un iPad", ha detto su Twitter), si è fatta seria su LittleMonsters.com e ha risposto dilugandosi non poco alle curiosità.
Vi riassumo ciò che ha detto sennò a tradurlo tutto ci facciamo mattina, comunque il testo integrale lo trovate cliccando qui.
-L'app di ARTPOP funzionerà su cellulari e tablet Android e iOS, ma anche laptop. Nessuna versione sarà più speciale delle altre o avrà funzioni in più.
-L'app non costerà più dell'album (quindi deduciamo che si pagherà, anche perché conterrà l'intero disco).
-GaGa riconosce che Bjork è stata la prima a fare una app collegata a un album. "Le app servono a far vendere gli album e sono il futuro della musica. Non intendo prendermi il merito di aver inventato le app, o dire che sono la prima a distribuire la musica in questo modo. La app è solo la cornice della mia musica", ha scritto.
-ARTPOP andrà oltre la app. Ci sarà anche altro collegato al progetto, non si tratta solo di musica.
-Con ARTPOP GaGa intende lasciarsi dietro tutta la negatività dell'ultimo anno (capito, Madonnaccia?) e invita i Little Monsters a fare altrettanto. "Non investite troppa energia nella paura che io possa essere attaccata di nuovo. Sarò sempre una guerriera per voi, e aspettatevi di essere in trincea per i prossimi trent'anni. Quest'anno sono cresciuta molto e non vi deluderò. Cresciamo insieme".