madonna citata in giudizio dopo 22 anni: vogue è un plagio?



C'è qualcuno che vuole seriamente morire, addirittura andando a ripescare chissà da dove un'accusa di plagio nei confronti di Madonnaccia.
Plagio? Madonnaccia? Sapete che questi due concetti richiedono immediatamente un completino da cheerleader e il canticchiare "She's Not Me!", ma c'è qualcuno che evidentemente non la pensa in questo modo.
Ventidue anni dopo l'uscita di Vogue, la VMG Salsoul ha citato in giudizio la Regina delle Tenebre per aver inserito dei sample non autorizzati e presi pari pari, a loro dire, dalla hit del 1977 Ooh I Love It (Love Break) della Salsoul Orchestra.
Perché c'abbiano messo tanto per accorgersene lo spiegano loro stessi: i sample sono stati opportunamente occultati nel comporre Vogue, e la tecnologia necessaria per smascherare il tutto è assolutamente recente. Però, questa sì che è fantasia.
La richiesta di avviare l'indagine, che può essere letta per intero cliccando qui, vuole in sostanza fare giustizia dopo ventidue anni, ai danni della nostra Madgezilla che a breve farà saltare qualche testa.
Che ci siano dei Garmanotterroristi dietro a questa impavida mossa? Alla corte di Los Angeles l'ardua sentenza.