Photobucket
"So che tutti sono eccitati per il Super Bowl, ma personalmente non vedo l'ora che arrivi il prossimo episodio di Modern Family! Il programma più divertente della TV".
Capolavoro di involontaria comicità per Santa Spears, che sicuramente non si è resa nemmeno conto di aver lanciato un merdone a Madonnaccia. Il suo candore è l'unica certezza che ci rimane in questo mondo arido e senza Starbucks in Italia.
No, dico. Pensate se una cosa del genere l'avesse scritta Lady Germanotta. Fortuna che Madgezilla non incenerirebbe mai Santa Spears.
Photobucket
UPDATE: e la Santa si è ripresa in corner, subito dopo una bella strigliata di Jason!
Photobucket



Vabbè, ci sta: oggi non parliamo d'altro che di Madgezilla.
Del resto questa è la sua settimana, e c'è poco da fare. TMZ ha appena pubblicato delle esclusivissime foto scattate durante le prove di montaggio del palco dello show del Super Bowl (grazie a Mico per la segnalazione).
Da quel che si intuisce sarà praticamente un megaschermo sul quale il carrozzone di Madonnaccia (che comprenderà per certo Nicki Poraccj, M.I.A., il Cirque Du Soleil, Cee-Lo Green e gli LMFAO, poi chissà) si muoverà e ballerà la nuova canzone e i vecchi successi, tra cui senza dubbio Vogue, il cui titolo è ben visibile in una delle foto nella parte superiore della struttura.
C'mon giiiiirls! Do you believe in looooooove? Non c'entra niente, ma ci stava bene.
Photobucket Pictures, Images and Photos
Per la serie: "Dossier che cambiano il mondo", Billboard ha selezionato le cinque migliori apparizioni televisive di Madonnaccia.
Ovviamente il tutto per preparasi all'imminente show del Super Bowl, che nelle nostre speranze spazzerà via il passato madonnaccesco regalandoci il miglior show della galassia.
E allora, quali sono questi cinque momenti top della carriera della Regina delle Tenebre? Le voilà:
1. Express Yourself, MTV Video Music Awards, 1989

2. Sooner or Later, The 63rd Academy Awards, 1991

3. Like a Virgin, MTV Video Music Awards, 1984

4. Hung Up, The 48th Annual Grammy Awards, 2006

5. Vogue, MTV Video Music Awards, 1990

Mah, non sono d'accordissimo. Per me l'esibizione di Vogue è talmente iconica che meriterebbe il primo posto.
Io, personalmente, sono mortalmente affezionato all'esibizone con Santa Spears e TampaXtina be', per ovvi motivi, ma soprattutto a quella a Carràmba nel 2000, più che altro perché ero lì nel pubblico in studio, per la prima volta in presenza di Madgezilla in carne e ossa e le gambe che mi tremavano dall'emozione come se dovesse prendermi l'anima da un momento all'altro.


E infine, se vogliamo ricordarci proprio tutto, rammentiamo questo momento di terrore indimenticabile come la sua performance TV peggiore di sempre?
Photobucket Pictures, Images and Photos
Bella. Genuinamente bella.
Mert Alas e Marcus Piggott firmano la cover di M.D.N.A, decisamente iconica, con una Madonnaccia non solo specchiata, ma così liscia e gggiovane che non possiamo non amarla.
Ieri sera è andata anche in onda l'intervista da Jay Leno, mentre su iTunes è partito ufficialmente il countdown per il preordine della deluxe edition.

Photobucket Pictures, Images and Photos
Dopo aver cambiato formazione con più frequenza di quanto TampaXtina si dimentichi l'assorbente, le Sugafakes hanno visto la loro fama affievolirsi sempre di più, fino al tracollo con il mancato successo in terra americana.
Ma tutto arriva a chi sa aspettare, e finalmente una notizia che girava da tempo diventa ufficialmente realtà: le primissime Sugababes tornano insieme!
Mutya Buena, Keisha Buchanan e Siobhan Donaghy sono entrate in studio per registrare un nuovo album, e a confermarlo è Emile Sande ai microfoni di MTV: "Sì, è tutto vero: ho scritto dei pezzi per la formazione originale delle Sugababes, e ne sono davvero contenta perché le adoravo quando sono uscite la prima volta".
Qualche giorno fa, del resto, Mutya aveva twittato di essere al lavoro in studio con Professor Green e "two beautiful ladies", che a questo punto sappiamo chi sono.
Resta un problema: il nome Sugababes appartiene legalmente alla formazione attuale, Heidi, Amelle e Jade, e potete star certi che le tre stronze non molleranno mai. E' necessario quindi trovare un nuovo nome per la band, che renda giustizia a questa reunion pazzesca.
Sukababes non sarebbe male, ma chissà.

Giustamente, anche per la nostra M.I.A. è tempo di trarre il massimo dalla sua collaborazione madonnaccesca.
Questa estate uscirà il suo nuovo album, ma la Interscope ha ovviamente deciso di battere il ferro del Super Bowl finché è caldo. Esce così domani il singolo di Bad Girls, nella fattispecie una nuova versione di un pezzo che era già uscito nel mixtpae Vicki Leekx. Questa versione estesa è prodotta da Danja e avrà un video che uscirà venerdì, diretto da Romajin Gravas.
E vabbè, è abbastanza pazzesca. Grazie a Shakespeare per la segnalazione.

Pochi secondi ma intensi per una preview della preview che vedremo ad American Idol il 2 febbraio.
Scopriamo così che forse Madonnaccia non sarà vestita da cheerleader ma solo da pappona, e che il ruolo di ragazze pon-pon sarà affidato a M.I.A. e Nicki Poraccj.
E l'attesa cresce.
Photobucket Pictures, Images and Photos
Lagna, Lagna, Lagna mia. E dire che guarda, un minimo ti stavo anche rivalutando. Born To Die è un album tutto sommato affascinante, con alcuni picchi, se non altro interessante (a tal proposito, a breve una nuova recensione di un lettore e anche la mia, breve ma incisiva).
Ma purtroppo, la nostra Lagna Del Rey non riesce proprio a uscire dal personaggio che o lei, o la casa discografica, ha deciso di portare avanti. Confermandosi come un amaro caso di talento musicale, seppur incompleto, che rischia di essere fagocitato dall'immagine, la nostra Lagna se n'è uscita con una dichiarazione per la quale sarebbe il caso di stanarla e andarle a sgonfiare quei canotti che ha sulla faccia.
Interrogata dai microfoni di MTV (via NME, qui la fonte), Lagna si è calata nella parte dell'artista semplice e genuina che si è fatta da sola ma non si è montata la testa: "La gente sarebbe sorpresa di vedere quanto sia tranquilla la vita che conduco. Faccio sempre le stesse cose che facevo prima".
E fin qui, vabbè: noia. Poi la perla: "Ho ancora il mio vecchio lavoro da babysitter. Lo faccio due volte a settimana, quando sono a casa".
No vabbè, glielo dico io o glielo dite voi? Ma vaffanculo, Lagna!
Cioè, voi ce la vedete questa, con un contratto milionario con la Interscope Records, su tutti i fottuti giornali del mondo, sempre tra le palle, con la faccia da Nina Moric e i capelli da Catherine Deneuve delle poracce, che va a fare la babysitter e si fa dare dieci euro l'ora?
Ma che è, davvero, abbiamo l'anello al naso e ci vuoi compare con due perline?
Non ci siamo, proprio non ci siamo: questa farebbe meglio a starsi zitta. Perché puoi avere anche la migliore musica del mondo, ma se fai di tutto per risultare insopportabile, amore mio finisce proprio male.
Photobucket
Favolosa, emozionante, misurata e toccante, la nostra Christaccia Ingalera ci ha regalato un gran momento onorando la memoria di Etta James con una splendida interpretazione di At Last.
Purtroppo, si parla più delle mestruazioni assassine fin troppo visibili durante la performance. Xtina mia, ma ti dice sempre male.

Photobucket
Giovane, photoshoppata, figa. Copertina ufficiale per Give Me All Your Bloodin' di Madonnaccia, in uscita come sappiamo il 3 febbraio (in tempo in tempo per la popslut night del 4, eh).
Ma anche press release ufficiale della Interscope per M.D.N.A, l'album, dalla quale scopriamo che sarà possibile preordinare dal 3 al 6 febbraio per 9,99 dollari (vedremo in Europa, presumibilmente a 13,99). Si tratta della deluxe edition, con ben 18 tracce e un remix esclusivo iTunes only. Preordinando l'album si riceve subito il singolo.
La press release ci fornisce anche la lista ufficiale dei produttori: William Orbit, Martin Solveig, The Demolition Crew, Marco “Benny” Benassi e Alessandro “Alle” Benassi, Hardy “Indiigo” Muanza, Michael Malih.
Non solo: il video di Give Me All Your Bloodin' è imminente: preview il 2 febbraio ad American Idol, e versione integrale su YouTube il 3. Video e singolo insieme, insomma. Il video è diretto da Megaforce e sarà a tema cheerleader.
Madgezilla sarà inoltre da Jay Leno il 30 gennaio per promuovere il singolo.

Insomma: pronti a farvi mangiare il cuore, e stavolta con coretti da stadio in sottofondo.

Del resto, chi non metterebbe un giacchetto con una croce rovesciata alla prima di uno spettacolo che si chiama Immortal?
Al solito epitome di buon gusto ed eleganza, la nostra RiRi era di certo la più favolosa sul red carpet dello spettacolo che il Cirque du Soleil ha messo su per Jacko.
Grande assente la detective di fama mondiale La Toya Jackson, o forse nessuno si è preso la briga di fotografarla. Ma non mancavano i bianchissimi figli di Michael, sempre più felici testimoni dell'esautorazione della memoria del padre.
Photobucket Pictures, Images and Photos
Il ritorno in studio della Santa è ancora lontano un dozziliardo di litri di Frappuccino, ma evidentemente i rumors non si fermano per così poco.
Ad alimentare nuove voci ci pensa Pharrell Williams, che sarebbe stato chiamato dalla RCA per occuparsi di produrre l'ottavo album di Britney. Il che forse vuol dire che ci libereremo di Max Martin e Dr. Luke una volta per tutte? In molti sperano sia così.
Ebbene, Pharrell sarebbe già al lavoro per rendere questo disco indimenticabile, e si è persino sbilanciato ai microfoni di E! Online con una dichiarazione che ha del pruriginoso: "Ho proposto di portare in studio con Britney anche Shakira e Lady GaGa, e credo sarebbe un'idea favolosa. Voglio farlo succedere".
Insomma, accantonate le scelte di duetti totalmente a cazzo (leggi: Sabi), per la prossima venuta sulla Terra di Santa Spears si prospetterebbero già delle collaborazioni epiche. Britney featuring Lady Germanotta: che cosa potrebbe mai uscirne fuori?


Se deve essere davvero il "greatest show ever", allora tanto vale portarsi dietro la chiunque. Mentre aspettiamo col fiato sospeso la conferma della partecipazione allo show del Super Bowl anche da parte della portiera di casa mia, Rosy, arriva una nuova certezza: insieme con Madonnaccia ci saranno non solo Nicki Poraccj, M.I.A. e Cee-Lo Green, ma anche gli orridi LMFAO.
Sì, gli LMFAO, la band più amata dai coatti di ogni età, quelli che stanno preparando un singolo con Penis Hilton, gli strillatori più truzzi delle chart.
A confermarlo il loro mentore Will.i.am, che interrogato da Capital FM rivela che andrà ad assistere allo show proprio per vedere "i suoi ragazzi".
D'altro canto la bocca di Madonnaccia è cucita: di recente si è lasciata sfuggire che nello show ci saranno dei pon-pon, ma voglio dire. E' come dire che tra le cosce di Lindsay Lohan c'è sempre una ceppa, sai che scoperta.
Nuove rivelazioni le avremo solo il 2 febbraio allo show di Anderson Cooper, dove prenderà il via il carrozzone pubblicitario dell'era M.D.N.A grazie a un'intervista speciale di un'ora.

No vabbè, ma la bimba di Pink quant'è fottutamente adorabile?
Certo che Ellen la amano proprio tutti. Delle volte vorrei essere lei. Voglio dire, escluso il fatto che non lecco vagine, praticamente sono una lesbica pure io.

Grazie, Kelly. Tra le smagliature post gravidanza e tutto il resto, suppongo che Beyonciona avesse proprio bisogno di farsi due risate.
Photobucket Pictures, Images and Photos
E' il buzz del momento, appena esploso su Twitter e pronto nei prossimi giorni a scatenare la curiosità intorno al prossimo album della Regina di Tutte le Galassie, che effettivamente non può permettersi di lasciare Madonnaccia a fare il bello e cattivo tempo dandole della poveraccia.
Pare proprio che nessun nuovo singolo sarà estratto da Born This Way, ma che anzi Stefani abbia di nuovo unito le forze con RedOne per lanciare tra neanche troppo il primo estratto dal suo prossimo album, il che spiegherebbe la calma che ci sta mettendo nel far uscire le date del nuovo tour.
La canzone in questione, sostengono delle gole profonde ovviamente senza nessuna conferma, si chiamerebbe Guidos. Guidos come gli italoamericani coatti di Jersey Shore? Eggià.
Su Twitter gira ovunque il seguente messaggio: "RedOne said they wrote a track called Guidos which is a dance-electronic song that could be the first or second single off the new album".
Insomma, è solo una voce incontrollata, e francamente non so che pensare. Davvero Lady Germanotta ha intenzione di iniziare uin tour con nuovo materiale in uscita? Perché questa date non escono? Non è troppo presto per far uscire nuovo materiale? E' solo un diversivo per non perdere l'attenzione?
Non lo so, non lo sappiamo, ma il chiacchiericcio è ufficialmente partito.
Photobucket Pictures, Images and Photos
E questo dimostra che puoi gonfiarti quanto vuoi, ma se sei una poveraccia resterai sempre una poveraccia.
La nostra Chris Crocker aveva guadagnato parecchi punti quando aveva annunciato al mondo che avrebbe girato un porno da protagonista, diretto da Chi Chi LaRue. Si era preso un po' di attenzione mediatica, e aveva alimentato l'attesa pubblicando sue foto a ceppa dritta su Tumblr.
Non solo: aveva persino sconvolto le nostre giovani menti senza malizia rivelandoci che lui in realtà è attivo, e che nel film l'avrebbe però anche preso nell'orifizio con il quale canta (e non parliamo della bocca).
Oggi l'amara, amarissima marcia indietro: "Non so se farò qualcosa nel porno, per il momento mi interessa solo il mio documentario".
Il documentario in questione è uno special della HBO, Me At The Zoo, che Chris è andato persino a presentare al Sundance.
Insomma: far finta di stare per girare un porno è il nuovo metodo dei disperati per raccogliere un po' di attenzione? A quanto pare sì. Ora sapete che cosa fare quando vi sembra che l'interesse intorno a voi stia scemando. Alzatevi in piedi e strillate al mondo: "Ehi, sto per farmi scopare davanti a una telecamera!".

Quando una lesbica spoglia un manzo in diretta TV, allora abbiamo le certezze che le lesbiche sono una razza superiore.
La favolosa Ellen DeGeneres ha ospitato l'inutile ma sempre bonissimo Mario Lopez nella scorsa puntata del suo show, per parlare dell'ultima grande avventura artistica del celebre protagonista di Bayside School: una linea di mutande firmata da lui.
Ellen a un tratto gli ha intimato perentoria come solo le lesbiche sanno essere: "Vogliamo vedere le tue mutande".
Da lì, Mario ha prima cacciato fuori un pacco da novanta carati (sarà tutta roba sua?), poi Ellen gli ha tolto il resto. Brava!

Photobucket Pictures, Images and Photos
Poche storie: Lagna Del Rey è un fenomeno nato dal buzz, dalla condivisione, dal passaparola, dalla visibilità su YouTube e piano piano su ogni altro medium.
Lagna Del Rey, più esattamente è la next big thing del momento, ammantata da enormi aspettative per essere lanciata come la "nuova" chiunque, l'autrice dell'album che tutti aspettavamo, e chi più ne ha più ne metta.
Ci vuole fermezza e orecchio per ascoltare il suo album di debutto senza tutta questa hype che rimbomba nel cervello. Ho cercato di farlo, e devo dire che tutto sommato ne sono rimasto piacevolmente colpito. La sua immagine non mi piace, il modo in cui viene venduta meno che mai, ma insomma: la musica è "solo" musica, e come tale andrebbe giudicata, almeno quando si parla di pop che si discosta in più punti dal puttan-pop.
Però ho pensato: se Lagna Del Rey è davvero il frutto dell'acclamazione dei fan, e grazie al passaparola dei fan è arrivata a incidere il suo album (insomma, stiamoci a credere), perché non lasciare davvero la parola a un fan?
Voglio dire, tra qualche ascolto potrò fare una recensione anch'io, ma intanto perché non lasciar parlare chi Lagna la ascolta dal day one?
Ecco quindi la prima recensione su popslut a opera di un lettore, Giuseppe, che spiega nel dettaglio le sue impressioni su Born To Die. Ovviamente in tanti non saranno d'accordo, e ovviamente c'è modo di creare un contraddittorio. Non solo nei commenti, ma anche inviando la vostra recensione, a mail@popslut.net.
Ma adesso basta ciance, e lascio la parola a Giuseppe.

Salve a tutti, sono Giuseppe e sono un fan di Lana Del Rey.
Vi risparmierò il panegirico sul perché, quando nel lontano 2010 su Youtube mi capitò di beccare Kill Kill dell'allora Lizzy Grant, iniziai ad apprezzarla sperando potesse diventare famosa quanto l'unica Lizzie degna di nota, quindi sarò onesto ammettendo di essere stato preso dall'hype montato su quella che oggi è Lana Del Rey ed ho quindi iniziato a supportarla in maniera spasmodica, l'ho spacciata ai miei amici, ho sostenuto con fierezza che rifatta o meno è comunque una gran figa, riesco a imitare le sue interviste e sono sempre stato convinto che, per quanto potesse avere stampigliato sul sedere l'etichetta “pura plastica”, fosse infondo una genuina artista che tentava di rifarsi una carriera bruscamente frenata dai meccanismi oscuri della discografia internazionale, alla fine, come si dice a Roma, me la so presa n'der culo.
Born To Die parte ruffianamente e giustamente con le canzoni che tutti bene o male: Born to die, Off To The Races, Video Games e Blue Jeans.
Fin qui direte che non c'è nulla di male, ma se queste quattro canzoni fossero in pratica l'intero album? Non vi farò una descrizione pezzo per pezzo ma è innegabile come la traccia 7 e 11, rispettivamente Dark Paradise e Summertime Sadness siano solo Born To Die con la base opportunamente rallentata o accelerata, poi abbiamo Radio e This Is What Makes Us Girls, ovvero traccia 8 e 12 (sarà un caso??) che sono Off To The Races-Vojo Morì Remix, roba che un intero album di Cocciante ti mette voglia di ballare nudo per le vie della tua città.
L'album scorre fra la noia e la voglia di imparare a fare il Filetto alla Wellinghton, sciatto come manco la più scafata tamarra di Tor Pignattara riuscirebbe ad essere, due campionamenti due che si ripetono noiosamente in ogni traccia (il wowowo di Born To Die e la voce maschile che dice... sex? Sucks? Forse socks di Blue Jeans su tutti), una costruzione dei brani imbarazzante (l'ennesimo crescendo nel secondo o terzo ponte stufa!), e un senso di presa per i fondelli grande come Nadia Rinaldi.
In un'intervista apprezzai particolarmente l'ammissione di Lagn... LANA di non voler fare nulla di originale,di creare qualcosa che fosse sonoricamente e esteticamente piacevole per lei e gli altri, insomma un'onestà del genere nell'attuale panorama musicale, fatto di ambasciatori autonominati dell'arte: mica pizza e fichi, mi dicevo, quindi ho atteso sperando che le malelingue fossero solo frutto dei soliti avvelenati sostenitori di quei due, tre cantanti che conoscono e che appena vedono qualcuno scalzare il loro idolo partono col merdone. Alla fine della fiera mi sono ritrovato solo con una breve e deludente frequentazione, un virus nel PC e un album talmente inutile che a sto punto sono più utile io ubriaco come un pesce.
Le uniche cose che salverò sono le canzoni già note perchè volenti o nolenti fascino lo possiedono nonostante eventuali plagi, Lolita che si trova nell'edizione deluxe non sfigurerebbe in un album puttan-pop qualsiasi ben costruito, Diet Mtn Dew che guadagna rispetto alla versione uscita online e Put Me In A Movie che non è nell'album però la trovo molto ipnotica. National Anthem forse era meglio nella versione demo ma va bene anche così, se proprio volete sentire qualcosa di interessante recuperate Katy-B!
In definitva ho trovato personalmente l'album non brutto, alla fine si lascia anche ascoltare e lo faccio/farò. Ma sicuramente non è un debutto sufficiente, vittima dell'eccessivo hyping e sofferente di una visibile frettolosità, spaccherà il pubblico in due accrescendo il fenomeno Del Rey ma non so quanto sul lungo andare questo fuoco possa rimanere interessante.
P.S. Grazie a pop per avermi dato l'opportunità di esternare quanto sia stato difficile per me accettare l'amara verità su questa donna!


Ora ditemi voi come si fa a non amarla!
Puttanah Montana è sempre rimasta la genuina ragazzotta del sud che non ha mai dimenticato le sue origini nonostante il successo, e le sue origini stanno a significare solo e soltanto una cosa: pompini a profusione!
E così, complice il compleanno del suo fidanzato Liam Hemsworth, Puttanah si è fatta fare una torta più per lei che per lui: ed eccola qui, la pompinara mannara, che quando vede una ceppa (seppur di cioccolato) non ci capisce più una mazza e diventa l'ultima delle baldracche da venti euro!
Miley, davvero: ti ammiro con tutto il cuore, sei un modello e un esempio per tutte le baby puttane cresciute ammirandoti sul Disney Channel. Respect.






L!U!V! Indovinate un po'? Novità fresche fresche dalla prossima popslut night!
Perché Madonnaccia può vestirsi da cheerleader a sessant'anni e noi no? Un giorno prima dello show del Super Bowl, la popslut night si tinge di sgualdrinaggine e pon-pon per una serata in cui ci daremo tutto il nostro luvin' in un'apoteosi di puttan-pop, senza dimenticare tutte le altre sonorità che rendono questa serata la più schizofonica della capitale.
Perché siamo tutti delle fottutissime cheerleader, e se c'è da cantare l'inno noi mica sbagliamo le parole come Christaccia Ingalera!
Appuntamente a sabato 4 febbraio, al solito vi ricordo che per mettersi in lista riduzione basta inserire la propria mail qua a destra, mentre tutte le altre info sono sulla pagina Facebook dell'evento, che trovate cliccando qui.

Photobucket
Photobucket
L'accoglienza disastrosa che il box office inglese ha riservato al film di Madonnaccia W.E., che non è riuscito a entrare neanche in top 10, non è certo cosa che può scoraggiare Madonnaccia.
Eccola radiosa alla prima newyorkese del film, con tanto di fatina aggiustacapelli al seguito, bellissima come non mai e pronta a mangiare il cuore di chiunque osi contraddirla.


Photobucket
Gustosa pioggia di news dal Regno delle Tenebre, visto che il Super Bowl si avvicina e il gong ufficiale all'inizio dell'era M.D.N.A sta per essere scoccato.
MadonnaTribe rivela (grazie a Mico per la segnalazione) che il 2 febbraio ci sarà la conferenza stampa ufficiale per lo show del 5, mentre è fissato per il 3 febbraio il debutto ufficiale di Gimme All Your Luvin' attesissimo remix di Give Me All Your Love, quella simpatica marcetta che abbiamo ascoltato mesi fa e che, fortunatamente, sarà (dice) totalmente diversa nella versione definitiva.
Singolo in radio e in download digitale il 3 (con una preview su YouTube il 2), dicevamo, mentre due giorni dopo il Super Bowl, con il campo ancora fresco di saltelli e zompettii con i pon-pon, verranno annunciate le date della prima leg del nuovo tour, i cui biglietti saranno messi in vendita immediatamente dopo.
Quanto al tour, sarà probabilmente il più lungo nella storia della carriera di Madgezilla: partirà da Tel Aviv alla fine di maggio, e dopo qualche data in Medioriente arriverà in Europa per un totale di trenta date solo nel Vecchio Continente.
Ci sono news succulente anche su M.D.N.A, l'album, che sarà composto da dodici canzoni nell'edizione standard e da almeno quattro in più nella deluxe.
Insomma: tra pochissimi giorni potrete dire addio alle vostre vecchie vite, perché per reggere questa scaletta Madonnaccia avrà bisogno di così tanto sangue che nessuno sarà salvo, vergini e non.
UPDATE: un portavoce di Chris ha smentito che il cantante fosse lì per Rihanna. Era invece con la sua attuale ragazza, Karrueche Tran (che nome è?). Rihanna e Chris sono solo amici, è il commento ufficiale. Che bella amicizia demmerda, direi io.
Photobucket
Prima una serie di Tweet sospetti (cliccate qui per saperne di più), poi questo: troppe cose lasciano presupporre che Rihannona sia ancora legata a colui che dopo anni d'amore l'ha corcata di botte.
E' successo ieri sera a Los Angeles, dove i due sono stati avvistati lasciare insieme il club Greystone Manor a West Hollywood. Sebbene i paparazzi non potessero entrare nel locale, in moltissimi hanno testimoniato, anche su Twitter, che RiRi e Chris non solo erano nello stesso posto alla stessa ora, ma si sono avvicinati più volte e hanno chiacchierato amabilmente tra loro.
Rihanna, anna, anna novella Santa Maria Goretti che perdona l'aggressore e gli resta amica? O semplice deficiente colossale che ha deciso di riprendersi Chris, ma ovviamente non può dirlo apertamente pena la crocifissione da parte dell'opinione pubblica?
video platformvideo managementvideo solutionsvideo player

Dopo aver visto tutti i video di questo post, vi avverto, correrete a chiedere la cittadinanza koreana e vi incollerete i lati degli occhi con dello scotch.
Perché in Italia uno show in TV per festeggiare le Olimpiadi invernali del 2018 non solo sarebbe completamente inutile, ma probabilmente coinvolgerebbe Carlo Conti che presenta le performance di Alessandra Amoroso.
In Korea del Sud, no: diventa una mega orgia di pazzesche girl band che performano i loro pezzi migliori, perché il K-puttan-pop sta parecchie spanne avanti.
Dall'alto, le inossidabili 2NE1 (che alla popslut night fanno sempre un furore pazzesco) con I Am The Best, le Brown Eyed Girls, le 4 Minute, le Miss A, le Kara e le Girls' Generation, che al momento sono al top delle chart koreane con il loro album The Boys.
C'è poco da fare: 'ste sgualdrine musegialle sono troppo oltre.





Perché parlare di Giorgia, direte voi? Semplice: ieri sera, live a Roma, se n'è uscita con una Born This Way a caso, buttata lì.
Saltate direttamente al minuto 4:51 per ascoltarla, perché non è affatto male. Grazie a LadyGaGaItalia.it.
Photobucket Pictures, Images and Photos
Partiamo dall cattive notizie: una fonte ufficiale della RCA ha dichiarato che "La promozione di Femme Fatale si è chiusa con l'uscita del singolo di Criminal, e non c'è motivo di rilasciare un altro estratto dopo la fine del tour, sebbene il contratto prevedesse inizialmente l'uscita di cinque singoli".
D'altro canto, pare che Big Fat Bass sarà inserito nel nuovo album di Will.I.Am, Will Power, e sotto sotto potrebbe anche scapparci un miracolo e un bel video.
Nel frattempo, e qui arriviamo alla notizia succosa, fonti piuttosto attendibili rivelano che c'è già un calendario di "lavori" per l'ottavo album in studio di Santa Spears. Come sappiamo la nostra Brit al momento si sta godendo il meritato riposo, pianificando il suo matrimonio e godendosi quanti più Frappuccini riesce a ingurgitare contemporaneamente. Ma sembra proprio che la RCA abbia settato la fine di questa vacanza per dicembre, quando la Santa tornerà in studio per registrare il prossimo album.
Insomma, se il 2012 è l'anno di Madonnaccia e Christaccia Ingalera, il 2013 sarà di nuovo all'insegna dello Spearsanesimo. Germanotti permettendo.
Photobucket Pictures, Images and Photos
"Per vostra informazione, Madonna non voleva essere sgarbata... Cercava solo di essere divertente, e tra le tante cose che sa fare, essere divertente non è tra queste... Un po' come recitare".
Battuta aciderrima di Christopher Ciccone su Facebook, per commentare le recenti dichiarazioni di Madonnaccia in merito a Lady GaGa.
E Christopher continua: "Deve ancora imparare a starsi zitta... "Riduttiva" (per un ripasso delle parole di Madonnaccia, cliccate qui, ndpop)? Voglio dire, che razza di idiozie ha detto? E la cosa peggiore è che niente di quello che ha detto era divertente. Dev'essere l'età. Io sto invecchiando, e lei ha due anni più di me".
No vabbè, questo vuole morire? Voglio dire, già ha tirato la corda quando ha scritto il famoso libro sulla sorella, ma per quello si erano messi d'accordo. Ma darle della vecchia lo porterà nella tomba con uno schiocco d'artigli, per tutte le ceppe.
Photobucket Pictures, Images and Photos

Fan di Kylie preparate i Kleenex, perché vedendo questo video dovrete usarli per asciugarvi le lacrime, o per... Vabbè, ci siamo capiti.
Venticinque anni di carriera vanno festeggiati, e questo pazzesco mashuppone di tutti i video di Kylie è sicuramente la cosa migliore per farlo.
Non sono mai stato un suo fan accanito, ma bisogna dire che è pazzesca, favolosa, inossidabile. Clap, clap, clap, Kylie.

Si vabbè, ma questa dopo tanti featuring non potrebbe farne uno con un esorcista?
Direi che la nostra Nicki Poraccj non solo è sempre di più l'epitome della classe e dell'eleganza, ma anche che le sue espressioni facciali e le vocette da indemoniata raggiungono nuove vette di assoluta inquietudine.
Però ecco, il tutto è talmente burino ed eccessivo che suvvia, un po' mi piace. Fresca fresca per la popslut night.
Photobucket Pictures, Images and Photos
Chi si ricorda la favolosa Sam Sparro e il suo tormentone Black & Gold?
Quattro anni dopo il suo album di debutto e dopo essere stato nominato ai Grammy per lo stesso, la sgualdrina pop australiana, gay dichiarato, tornerà con un nuovo disco.
Ai tempi era stato definito la nuova promessa dell'electro pop, ma purtroppo si è un po' perso per strada: ora ci riprova con Return To Paradise, che uscirà a maggio sotto etichetta EMI. Il disco è stato annunciato come più electro soul del precedente, e le tracce vanteranno collaborazioni illustri: Greg Kurstin, Jono Sloan (Empire of the Sun), Tim Anderson (Ima Robot), Lester Mendez, Isabella Summers (Florence and the Machine) e Stuart Zender (ex Jamiroquai).
Insomma, speriamo che a 'sta botta sfondi sul serio, perché in passato Sam ha inforcato un paio di singoli semplicemente pazzeschi.

Photobucket
Detentore del popslut award per il bonus dell'anno, che quest'anno è saltato (ma solo per ora), Daniel Garofali è sempre trattato con un occhio di riguardo su questi lidi.
Ecco quindi perché pubblico con estremo piacere questo nuovo photoshoot per Muto Manifesto, che potrete sfogliare integralmente cliccando qui.