Photobucket Pictures, Images and Photos
Ehm, vabbè. Devo commentare davvero?
RiRi ha registrato oggi a Londra alcune scene dell'inevitabile video di You Da One, secondo dei sedici singoli che verranno estratti da Talk That Talk (grazie a Dave per la segnalazione).
Non saprei se il look è talmente random che quasi quasi mi piace, boh. Credo, sostanzialmente, che se Satana avesse delle vallette be', è così che si concerebbero.


Delle volte delle grandi rubriche tornano così, quando meno te lo aspetti.
E' il caso dell'immortale Mercoledì Tabloid, l'angolo di popslut che mostra le peggiori copertine di gossip americane, finalmente di nuovo su queste pagine dopo numerose richieste di veri popslutters intenditori di trash.
Iniziamo subito dalle Kardashian allora, perché UsWeekly ha finalmente la spiegazione di come mai il matrimonio di Kim sia durato il tempo di un rutto: il suo sposino, Kris, è un amante della ceppa! Non solo l'ha sposata con l'inganno, ma non l'ha nemmeno sfiorata durante tutta la luna di miele, e il suo vero scopo era quello di distruggere i Kardashian dall'interno!
Ora tu, finocchia maledetta, ma che ti sei fatto venire in mente? Distruggere i Kardashian? I Kardashian sono una specie di Highlandere della poracciaggine, ai Kardashian non la si fa!
Fortuna che la sorellina Kourtney, dal canto suo, è di nuovo incinta. Voilà, un nuovo Kardashian! Si moltiplicano come i toporagni, c'è poco da fare.
Ma passiamo a una coppia di cani del grande schermo, Robert Pattinson e Bella, che secondo l'attendibilissimo InTouch si sarebbero sposati in gran segreto in Inghilterra, senza dirlo a nessuno per non infrangere il cuore di miliardi di bimbominkia fan di Edward, che sperano che un giorno lui le sposerà per metterle incinte di un bambino vampiro che le mangerà dall'interno, costringendolo così a trasformarle. Qualsiasi cosa può diventare realtà, se ci credete!
Meglio occuparsi del mio tabloid preferito, la Bibbia delle Cazzate (TM), il favoloso Globe. Leggendo attentamente i trafiletti superiori, si scoprono non una ma ben due notizia scottanti di politica internazionale: non si sia chi sia il vero padre di Obama (quindi potrebbe essere anche uno sporco talebano, suppongo conoscendo la linea editoriale del Globe), e Frank Sinatra si sarebbe scopato due first lady. Oddio, chi? Chi? Io dico Nancy Reagan e Nancy Reagan.
Sia l'Enquirer che l'ottimo Life & Style si occupano di peso, ma il primo dedica anche un box a Shiloh, figlia di Brangelina: pare che il papà sia disperato perché Angie la sta crescendo come una lesbica, e che l'abbia minacciata di vestirla come una femmina, oppure lui farà un film dove recita bene.
E per questo mercoledì è tutto, ma ricordate: Mercoledì Tabloid è tornato, e mo' sono cazzi!

Photobucket
Ok, fermatevi tutti perché ora è davvero Natale.
Tutti i segni divini parlano di Festività più puttan-pop del solito, e non solo perché il 25 dicembre ci sarà la popslut night natalizia (vi siete messi in lista, sgualdrinelle? Fatelo).
Sto parlando delle favolose decorazioni natalizie ufficiali firmate Snooki, che porteranno una ventata di coattaggine sul vostro albero rendendolo assolutamente invidiabile.
Datemele tutte, datemele adesso.


Allora Nìcola, amore, vieni qua sulle ginocchia di zio popslut ché ti devo parlare.
Sai che il tuo album è proprio uno dei miei preferiti di quest'anno, tipo che ti adoro. Però amore, punto primo tu sei roscia e non puoi farti bionda.
Punto secondo, tre minuti e trenta di pubblicità American Apparel, con una percentuale di hipsteraggio che fa male al cuore? No, dai.
Image Source
Oh-oh, mi è sembrato di vedere dei GaGacapezzoli!
Favolose immagini della Regina di Tutte le Galassie sul prossimo Vanity Fair USA, nel celebre servizio newyorkese firmato Annie Leibovitz del quale tanto si è parlato mesi fa.
Oltre agli scatti (grazie ad Alejandro per la segnalazione), che ritraggono la nostra Stefani in candide azioni quotidiane, tipo andare in lavanderia, farsi un hot dog o posare nuda per Tony Bennett, ecco che via Facebook arriva la conferma che attendevamo: il video di Marry The Night esce giovedì prossimo.






Il mistero sulla gravidanza di Sasha Fierce, lo sapete, è uno dei gialli che più appassionano il mondo del puttan-pop al momento.
Ora emerge un'altra prova schiacciante che questo bambino potrebbe richiedere qualcosa come quattordici mesi di gestazione, lanciando un nuovo alone di scetticismo sulla veridicità del tutto.
In questo clip contenuto nel DVD live di 4, Beyonciona è sul set di Countdown, mostrando il Daily News del 23 settembre, con l'annuncio della sua gravidanza. A questo punto Sasha dice categorica: "Sono incinta di sei mesi". Ora, se la matematica non è un'opinione, essere incinta di sei mesi a settembre vuol dire dover partorire a dicembre, giusto?
Ebbene, in una recente intervista la nostra Beyonciona ha ufficializzato il lieto evento per febbraio 2012.
Ora, o 'sto ragazzino è tipo un album, che puoi far uscire quando vuoi, o il mistero si infittisce di brutto brutto brutto.
A questo punto io invoco l'intervento di una detective che sa andare in fondo alle storie come nessun'altra, e che ha la sensibilità giusta per far venire a galla la verità. Dove straceppa sei, La Toya?

Photobucket Pictures, Images and Photos
Photobucket

Poche storie: il primo album di Penis Hilton non faceva del tutto cagare. Anzi, Stars Are Blind è un classico, e provate a contraddirmi (l'ha detto anche Lady Germanotta, ora va' a capire se la stava prendendo per il culo).
Vi farà quindi piacere ascoltare Platinum Blonde, che un paio di anni fa venne annunciato come singolo di lancio del secondo album della Sgualdrina Alberghiera, che poi non ha mai visto la luce.
Ai tempi era solo una snippet, oggi arriva inaspettatamente in versione integrale (grazie a Leandro per la segnalazione).
Segno che qualcosa si sta muovendo, e Penis ha davvero intenzione di tornare a "cantare"?

Photobucket
Su popslut non si parla di musica italiana, tranne rare eccezioni. Un po' perché sapete, sono assolutamente convinto che il pop in Italia non esista. La musica leggera è un'altra cosa, e può piacere per carità, ma a me non interessa.
Detto questo, recensire L'amore è una cosa semplice di Tiziano Ferro costituisce una di quelle rare eccezioni. E non perché da noi sia il disco più atteso della stagione, né perché in fondo Tiziano è l'unico vero artista internazionale che abbiamo, con un passato davvero pop alle spalle e alcune tentazioni in questo senso anche oggi. E neppure perché questo è il primo album dopo il coming out, il che da solo autorizzerebbe a farsi spingere dalla curiosità di ascoltarlo.
No: parlo di L'amore è una cosa semplice perché l'ho trovato un disco intenso, ben fatto, raffinato, genuinamente bello per la maggior parte della sua durata.
Il disco esce oggi e in giro si legge che è il più debole della carriera di Ferro, che sorprende poco, che rinuncia alle vibrazioni black e two step e quindi è un passo indietro. Sbagliato: Tiziano poteva giocare a fare Craig David qualche anno fa, ma non è un mistero che quel tipo di musica sia morta e sepolta anche in patria.
E' per questo che Tiziano, intelligentemente, ha deciso di avere ancora qualcosa da dire con canzoni più profonde, decisamente meno immediate, spesso sorprendenti. Partiamo da Paura non ho, scritta da Irene Grandi, che prende un ritmo sanremese al sapore di Claudio Villa per un effetto rétro eccezionale. O ancora Troppo buono, dalla struttura incredibilmente classica, ma usata per parlare però di omosessualità negata a se stesso.
Ci sono molte citazioni colte e echi lontani nel disco, dalla malinconia alla bossanova di TVM, eccezionale, allo swing di Quiero vivir con vos. Creare qualcosa di nuovo con qualcosa di classico è stata una trovata molto pop da parte di Tiziano, ed è apprezzabilissima.
Non che tutto il disco sia così: Hai delle isole negli occhi è il tipico soul, L'amore è una cosa semplice la tipica ballatona drammatica, La fine la cover (di Nesli) della quale non avevamo bisogno.
Smeraldo è il singolo annunciato dal ritmo facile, ripreso a fondo album dalla versione inglese, Karma, featuring John Legend. Purtroppo in entrambi i casi la canzone si rivela la meno convincente del disco, non fosse che per il ritornello piuttosto insopportabile.
Mi piace La differenza tra me e te, il primo singolo, un pezzo che cresce, e apprezzo molto la reprise di 111 con Interludio: 10.000 scuse, che riprende la vecchia canzone quasi a voler chiudere i conti col passato.
L'ultima notte al mondo strizza entrambi gli occhi ad Adele, ma più in generale è un'ottima ballad depressiva alla Ferro.
...ma so proteggerti ci mostra un Tiziano in salsa di Maialah Carey, testo tristissimo ma ottima vocalità e giochi tra bassi e acuti. Per dirti ciao! è un filo inutile, riempitivo.
In definitiva: bravo Tiziano. Un disco della maturità, volutamente privo di canzoni troppo facili, che ci sono ma avrebbero potuto essere molto di più. Bravo anche per i testi, ottimi, davvero ottimi, avviluppati tra depressione pre e post coming out. Piuttosto drammatica l'abilità con la quale vengono evitati praticamente sempre pronomi e desinenze, per non connotare mai sessualmente le canzoni, ma insomma: questo già ha fatto coming out in Italia, non chiediamo troppo.
In generale: bravo ancora a Tiziano per aver messo su un disco raffinato, con pochissimi scivoloni, per nulla facile e scontato.
Voto: 8


Non è che Culona From The Block abbia divorziato per stare a casa a fare la calzetta, eh.
E così, tra uno spot e l'altro, Jenny ha trovato il tempo per una fuga d'amore alle Hawaii con quello che finora si vociferava fosse il suo nuovo love interest, il ballerino Casper Smart (qui una diapositiva eloquente: io di faccia lo trovo semplicemente orrendo).
24 anni lui, 42 lei, J.Lo si iscrive così al club delle tardone che se la fanno coi giovincelli, e magari è convinta anche che questa relazione sia destinata a durare. "Casper è adorabile coi gemelli di Jennifer", ha rivelato una fonte a UsWeekly.
Jenny, amore. Ma sì, goditi la ceppa fresca, c'hai pure ragione.




Photobucket Pictures, Images and Photos
Chi ha bisogno di una borsetta da ottomila dollari, quando puoi ottenere lo stesso effetto imbracciando una bambina con ottomila dollari di vestitino addosso?
Robocop Spice mostra come le mamme che scarrozzano i figli in volgarissimi passeggini, marsupi, o anche semplicemente usando gli avambracci, siano solo e soltanto delle poveracce sciatte.
Notare la nonchalance con la quale sorregge la piccola Harper Seven, trovando persino il modo di infilarsi una mano in tasca e sfilare.
A questo punto faceva meglio a chiamarla Harper Birkin!


E chi l'ha detto che Demi Lovato è assolutamente inutile?
Sapevo che prima o poi anche questa sgualdrinella Disney ci avrebbe dato qualche soddisfazione, e oggi arriva finalmente una testimonianza del momento più alto della sua carriera.
Gonfia come Maialah prima dell'idrovora liposuzionante, e vestita come una vegliarda qualsiasi, Demi si stava scatenando a Kansas City lo scorso 22 novembre, quando a un tratto una vistosa ciocca di capelli le rimane sulla mano, e non può far altro che far finta di niente mentre quel cadavere di furetto si agita sopra di lei (minuto 0:46)!
Favolosa. Brava, Demi.

Photobucket Pictures, Images and Photos
Come potete vedere dalla diapositiva esclusiva qua sopra, Madonnaccia è impegnatissima a dare gli ultimi tocchi di modernità al suo album.
Ma oggi arriva una conferma incontrovertibile e finalmente ufficiale da Twitter, dove M.I.A., una volta altezzosa reginetta della dubstep reggaeton funk e oggi asservita al Regno delle Tenebre, dà affettusamente delle troie alle sue compagne di lavoro: Madgezilla, appunto, e Nicki Poraccj.
In un linguaggio vagamente comprensibile ma tanto ghettafakka, quindi, M.I.A. dà corpo alla notizia che le tre canteranno insieme al Super Bowl la versione definitiva di Give Me All Your Money, la strepitosa suoneria di Madge che fa già tremare il Gattino Virgola.
Insomma, passino Britney, Rihanna, Christaccia. Ma persino Willow Smith può dire di aver duettato con Nicki prima di Madonnaccia. Rendiamoci conto.

Image Source,Photobucket Uploader Firefox Extension
Photobucket Pictures, Images and Photos

La Regina di Tutte le Galassie può quasi tutto, ma quando si tratta di strenne natalizie le manca ancora la possibilità di lanciare un greatest hits. Ecco quindi che la macchina commerciale si mette in moto et voilà, partorisce una quantità impressionante di uscite gaghiane da mettere sotto l'albero.
In sostanza, sono ben tre le uscite su disco per questo Natale: Born This Way: The Remix, CD con soltanto i remix delle canzoni del suo ultimo album, il Monster Ball Live al Madison Square Garden su DVD e Blu-Ray, e infine Born This Way: The Collection, che contiene l'album originale, quello di remix e il DVD (ma non il Blu-Ray, per gli amanti dell'alta definizione).
Troppo? Sì e no. Sì perché è inutile negare la spremitura sapiente e comprensibile del fenomeno Germanotta da parte della Universal, no perché in fin dei conti l'uscita davvero nuova, quella dell'album di remix, fortunatamente non ha affatto il sapore di confezione messa su in fretta e furia per sputare fuori un altro disco da vendere (vero, Santa Spears?).
Born This Way: The Remix, del quale ci occupiamo qui (poco da dire sul DVD, splendido, identico a quanto trasmesso dalla HBO), comprende quattordici tracce di remix di quasi tutte le canzoni che compongono la special edition di BTW, alcune inedite altre già famose.
Come il remix dei Goldfrapp di Judas, autentica delusione industrial con GaGa distorta fino a rendere il pezzo un angosciante inno macabro. O l'ottima versione di Bloody Mary degli Horrors, autentico gioiello dark.
Quasi meglio dell'originale la reinterpretazione techno in The Edge of Glory (Foster The People Remix), che si fa interessante con un breakdown davvero ben fatto al minuto 3.22.
You And I viene remixata due volte, la prima in salsa indie rock dai Wild Beasts e la seconda dai Metronomy, con risultati non eccezionali e forse un po' troppo criptici, che finiscono per rendere la ballad di GaGa tutt'altra canzone. Preferivo la più banalotta ma decisamente più divertente versione di Mark Taylor, non inclusa nel disco.
Autentica perla Electric Chapel (Two Door Cinema Club Remix), che diventa una bomba electro pop da ballare fino allo sfinimento. Black Jesus † Amen Fashion (Michael Woods Remix) è una versione al sintetizzatore francamente evitabile, così come Scheiße (Guéna LG Club Remix), che trasforma l'eccezionale pezzo di Stefani in una robaccia eurotrash che potrebbe cantare Corona.
Strano l'esperimento di Marry The Night (The Weeknd & Illangelo Remix), che remixa l'ultimo singolo della Germanotta in un pezzo R&B che convince solo a tratti.
Abbastanza sfiancante Americano (Gregori Klosman Remix), che ha momenti molto interessante ma dura troppo, mentre si conferma ottimo l'Hurts Remix di Judas, con quegli accenni dubstep che alla canzone fanno decisamente bene.
Il disco si chiude con The Edge of Glory (Sultan & Ned Shepard Remix), forse il remix che pompa più di tutti.
In definitiva: chi non ama i remix può ovviamente saltare a pie' pari, non c'è niente qui che migliori gli originali in modo sostanziale, ma non è questo l'intento del disco. Si tratta più che altro di ascoltare questi pezzi da un altro punto di udito. Una roba da fan forse, ma confezionata con estrema cura e attenzione alla qualità complessiva.
Voto: 7


Una bimbominkia sotto a un tacchino gigante. Amo il Ringraziamento.

Photobucket
Visto che hanno tutte fatto uscire le loro belle canzoncine di Natale, voglio far uscire qualcosa di natalizio pure io, oggi: il flyer ufficiale del popslut night Christmas Party!
Vista la solennità della data abbiamo optato per un'immagine sacra, che riunisce in una sola iconica rappresentazione i concetti di pace, spiritualità e sgualdrinaggine.
Il tutto per ricordarvi che iscriversi alla mailing list qui accanto vi permette di partecipare alla serata con una riduzione sull'ingresso, e che su Facebook c'è anche la pagina ufficiale dell'evento con tutti i dettagli. Ora che cosa potete fare per cancellare ogni eventualità che Babbo Natale vi porti del carbone o un maglione della scorsa collezione? Semplice: andate sulla suddetta pagina dell'evento cliccando qui, cliccate su "Parteciperò", poi su "Seleziona invitati", e invitate i vostri amici alla serata puttan-pop natalizia definitiva.
E poi, ovviamente, condividete questo post sui vostri social.
Nel frattempo, le idee per la serata fioccano nelle nostre menti come fulgide cazzate sotto l'albero: dalla competition di baci sotto il vischio fino alla riffa con premi reali, ne vedrete delle belle. Perché quest'anno, altro che Maialah, GaGa, Justin Lesbieber e company. Le vere sgualdrine natalizie saremo tutti noi!


Avrà mai fine?
Dance For You è un contenuto extra del nuovo DVD di Beyoncé, ma ciò non toglie che la quantità di video sfornati da Sasha Fierce fa sembrare Batterihanna una lavativa che non ha voglia di fare una ceppa.


L'anteprima di Marry The Night lascia intendere quello che si è detto: l'amara storia di Stefani che tenta il suicidio dopo essere stata rifiutata dalla casa discografica? Non è chiaro, ma qualcosa di simile accadrà nel primo "film" diretto da Lady Germanotta.
Per il resto, splendido speciale del Ringraziamento quelle sulla ABC, che ha rivelato uno dei migliori lati di Stefani, ovvero performance di classe dalla vocalità impeccabile. Giusto un filo stucchevole l'intervista ma voglio dire, è pur sempre il giorno del Ringraziamento.

video platformvideo managementvideo solutionsvideo player
video platformvideo managementvideo solutionsvideo player
video platformvideo managementvideo solutionsvideo player
video platformvideo managementvideo solutionsvideo player
video platformvideo managementvideo solutionsvideo player



E Thanksgiving sia. In attesa che la ABC mandi in onda lo specialone gaghiano, ecco un estratto con Marry The Night semplicemente eccezionale.
Una Lady Germanotta margesimpsonizzata, ingioiellata come la Madonnaccia di Pompei, che si spara tante di quelle pose che non è possibile non andorarla. Grazie Antioca per la segnalazione.


Be', almeno ha avuto il buon gusto di non prendere la Lamborghini!
Spot emotional per Culona From The Block, che dopo i lustrini di Papi continua a posare le sue chiappe milionare sulla Fiat, per portarci a fare un giro nel quartiere che l'ha vista nascere, crescere e diventare una diva che non dimentica che lei è still Jenny from the block.
Stracciato l'abbonamento della metro da secoli, J.Lo si guarda intorno come a dire: "Vi amo tutti, orridi pezzenti senza una lira che giocate ancora nei campetti di basket e suonate i bonghi per strada", per un risultato finale assolutamente coinvolgente.

Photobucket

E ora, un po' di sana dance coatta dalla mia cara Natalia Kills, vincitrice del premio "Sono bravina ma non mi si caga manco mia nonna".
Natalia ha duettato con la celebrità della trance dance svizzera (mica cazzi) Tatana nel nuovo album di lei Heart, che contiene questa pazzesca You Can't Get In My Head (If You Don't Get In My Bed). Una roba da ballare fino a perdere le forze.


Scusate ma questa me l'ero persa di brutto. Perché Culona From The Block non ha cantato solo i suoi successi agli American Awards, ma ha duettato anche con Will.I.Am nella nuova, coattissima T.H.E (The Hardest Ever), che comprende anche Mick Jagger, e che vi avevo fatto ascoltare qualche tempo fa.
Io, non chiedetemi perché, la trovo pazzesca sebbene di solito detesti la coattaggine dei Black Eyed Peas.


Una compilation di spezzoni di repertorio davvero preziosa, che raccoglie diverse dichiarazioni di sgualdrine pop che parlano delle loro colleghe.
Mimi vs. Whitney vs. Janet vs. Madonnaccia vs. Xtina vs. GaGa vs. Celine vs. J.Lo vs. Cher vs. Britney! Riuscite a immaginare qualcosa di più devastante?
Non vi perdete la falsità di Christaccia, la stronzaggine di Madgezilla, la confusione della Santa, la diva attitude di Maialah, le belle parole smielate di Lady Germanotta, e chi più ne ha più ne metta.

Photobucket Pictures, Images and Photos
Freddo natalizio? E che sarebbe? Pioggia? Che? La Regina di Tutte le Galassie ha sfidato le intemperie newyorkesi ieri sera, per partecipare alla presentazione del libro fotografico di Terry Richardson che la vede protagonista.
Tutta vestita di pizzo Dolce & Gabbana, Stefani è stata accolta da una folla di Little Monsters, rimasti fermi a Halloween da circa tre anni.
In compenso, il video di Marry The Night è in arrivo, ed è così attinente alla vita della Germanotta che la terrorizza.
Comunque, detto tra noi, sto ascoltando A Very Gaga Holiday e sì, è fottutamente pazzesco.



Photobucket Pictures, Images and Photos


Vi ricordate i due piccoli mostri (in senso buono) lanciati da Ellen DeGeneres, fan sfegatate di Nicki Poraccj?
Ebbene, le due infanti confermano di avere un ottimo gusto musicale mentre impazziscono per l'incontro con Batterihanna, che effettivamente si rivela molto molto dolce con le bambine.
La prossima volta che gridate estasiati: "Rihannaaaaaaaaa!", ricordatevi a chi somigliate.
E non vi perdete l'incontro con Katy Perry, nel quale la Nefasta deve ammettere la dura realtà: "Canta meglio di me!".

Photobucket Pictures, Images and Photos

E' Natale e non potete farci niente, quindi fareste bene a mettervi in lista per la popslut night del 25 e dopo, ma soltanto dopo, ascoltare la versione di White Christmas cantata da Lady Germanotta, una succosa anteprima dallo specialone della ABC A Very GaGa Thanksgiving, che fa parte di un EP festivo della Stefani che conterrà anche Orange Coloured Sky, You And I e The Edge of Glory, tutte cantate durante lo show.
L'EP uscirà in download digitale il 26 novembre.
E ora a voi Bianco Natal, e notate come la Stefani l'abbia allungata lamentandosi che ha una strofa sola, e lei se n'è inventata un'altra. Ma poi, perché "Christmeeees"?


Ok, questa è una roba da nerd gay al cento per cento. Forse alcuni (molti) di voi non sanno nemmeno che cosa sia Bayonetta, ma a questo rispondo io: uno dei videogiochi più froci della storia, strabordante di sgualdrine.
Questo video unisce l'inevitabile: Bayonetta e i porno gay. Meraviglia delle meraviglie, mi rendo conto che è per intenditori e che sarebbe dovuto andare su gameslut, ma era troppo avanti per non condividerlo col grande pubblico.

Photobucket Pictures, Images and Photos

E GaGa Christmas sia!
Come vi avevo annunciato un po' di tempo fa, Barneys ha aperto un intero piano dedicato alle strenne natalizie di Lady Germanotta, oggetti costosissimi tutti a tema alieno. Inaugurazione ieri sera a New York, con la Stefani circondata dai più cari amici, come Lady Starlight, e dal suo inevitabile lacchè Nicola Formichecca.
Ma non è tutto, perché Lady Germanotta ha anche presenziato alla cerimonia di premiazione degli International Emmy Awards, durante la quale ha consegnato una statuetta aNigel Lythgoe, produttore esecutivo di American Idol e So You Think You Can Dance.
Be', quello sì che è uno spacco!