C'è una cosa che dovete mettervi bene in testa tutti: Culona From The Block continuerà a tartassarci di performance e apparizioni fino a quando non sarà tornata sul trono dello sguladrinaio pop. Quindi rassegnamoci, e ridiamole lo scettro che merita!
Eccola al
Saturday Night Live, dove ha cantato ben due canzoni inedite (è così acustica!) e si è prodotta in divertentissimi sketch (qui la galleria completa di video). Perché lei è una simpatica umorista del Bronx!
Voglio dire: J.L0 che prende per il culo Rihanna? Sono un tuo umile schiavo, Jenny (grazie a Marco per la segnalazione via Facebook).




Sinceramente, non capisco che cosa ci sia di strano a uscire con un bel copricapo a forma di aragosta. Voglio dire, sul pianeta dei Germanotti questa mise si usa a malapena per andare a comprare il latte parzialmente scremato!
Ecco a voi la crostaceggiante GaGa subito dopo l'ultima tappa del suo Monster Ball a Londra, andare a cena al ristorante Mr. Chow in siffatta mise. Semplicemente pazzesca! Grazie a Sorella Jean Claude per la segnalazione.
Ora scusate, devo andare a comprare le sigarette. Mi infilo al volo un costumino da paguro delle montagne.


Le persone normali vanno dall'esorcista, o al massimo da un bravo gastroenterologo. La nostra adorata Santa Spears, invece, va a farsi liberare dal demonio in un bel salone di parrucchiere: eccola fresca di taglio, parrucco e impianto extension a Hollywood, ieri, quando ha lasciato il Nine Zero One con un bel ritorno al color miele che tanto le dona.
Se da un lato è sempre un dispiacere dover salutare la Pazza di Kentwood, dall'altro sono felicissimo che The Legendary Miss Britney Spears sia tornata la rassicurante squinternata bionda alla quale tutti noi amiamo ispirarci. Basta, mi sa che devo farmi biondo anche io.



Be', non è colpa mia se c'è sempre qualcosa da dire sulla escrescenzeggiante GaGa: potevo forse non mostrarvi l'ennesima evoluzione della sua splendida testa di Germanotta?
Ecco Stefani uscire per cena ieri sera, a Londra, con la prima cosetta che ha trovato da mettersi in testa. Ovviamente queste bizzarre corna di piume di pavone sono generate in determinati periodi nell'anno solo sul capo della stirpe reale dei Germanotti. Creano giusto qualche piccolo problema a passare sotto le porte e/o a prendere un taxi, ma più che altro l'effetto spiacevole è quello di avere la vaga sensazione che il tuo ragazzo stia facendo zuppa-zuppa con qualcun altro.
Be', almeno lo si scopre! Essere dei Germanotti ha sempre i suoi fottutissimi vantaggi.
Ma perché mai la nostra Stefani si trova nella perfida Albione? Semplice, era in prima fila ai funerali di Alexander McQueen, insieme con gente del calibro di Naomi Campbell, Kate Moss e Stella McCartney.
Questo copricapo è un ottimo modo per non far vedere una ceppa a chi ti siede dietro, ed è sicuramente l'ideale da indossare a un funerale. Io, personalmente, pagherei oro per poterci andare al cinema.


Ormai sono una l'accessorio preferito dell'altra: Lady Germanotta e Cyndi Lauper appaiono di nuovo insieme, stavolta per V Magazine.
Questo ci dimostra che le due non si preoccupano solo di rossetti, ma anche di fare le smorfie insieme allo specchio. E favoloso come un'aliena e una cariatide degli anni '80 possano essere delle ragazze proprio uguali a noi!



Volete una bella overdose di calienza latina? Smettetela con la coca colombiana, e godetevi Shagura!
La nostra reginetta delle convulsioni sforna il suo nuovo video con una guest star d'eccezione: Rafa Nadal, che a quanto pare è qualcuno che pratica un qualche tipo di sport. Come sapete, non mi interesso di queste cose volgari, quindi non so darvi ulteriori informazioni.
Devo dire che questo video è divertente e originale come una candidosi di Penis Hilton, quindi vi sconsiglio di guardarlo tutto. Ma del resto è venerdì, che cosa avrete mai di meglio da fare?


L'animatroneggiante GaGa, ieri sera alla tappa di Liverpool del suo Monster Ball Tour, ha stupito i presenti indossando un abito vivo. Sì, avete capito bene: Stefani ha cantato So Happy I Could Die con indosso un vestito che respirava e si agitava.
In realtà, si tratta né più né meno dell'abito della prima comunione che si usa tipicamente sul pianeta dei Germanotti. Tutte le Germanottine si vestono così quando prendono i sacramenti alieni, e il risultato sono dei filmetti di famiglia semplicemente strepitosi.

Apperò! Sbaglio o il buon Gesù Bambino è entrato dritto dritto nella post-pubertà? Eccolo spassarsela in quel di Rio de Janeiro senza Madonnaccia, che effettivamente potrebbe avere grossi problemi a esporsi a una luce solare così forte e diretta.
Come sapete Jesus non mi è mai piaciuto granché, ma a quanto vedo si è un filo gonfiato. La faccia di cazzo rimane, ma si può sempre fare in modo di tenere lo sguardo fisso sui pettorali!
In ogni caso, la magnanimità di Madgezilla è grande: guardate come lo lascia giocare tranquillo. Gli fa fare persino il bagnetto dopo aver mangiato il cocomero: altro che mia madre, che sulla spiaggia mi dava la lasagna e poi mi faceva aspettare dodici ore per buttarmi in acqua.
Tra l'altro, Gesù ha appena firmato un contratto con la Warner, ex casa discografica di Madge ed evidentemente ancora sotto il suo influsso mentale. Il suo primo singolo dance (
We Came From Light) uscirà a maggio.
Sapete che cosa vuol dire, tutto questo? Venderselo bene, ecco cosa.




C'è una cosa che mi rende molto triste, e che voglio condividere con voi. Ultimamente, sono stato accusato da molti esponenti dell'intelligentia di generare un clima di ostilità nei confronti della povera Ke$hatta, a causa di alcuni miei commenti non proprio lusinghieri nei suoi confronti.
Ebbene, questo non è assolutamente vero. Io non voglio indurre nei miei lettori alcun sentimento negativo verso questa grande artista. Semmai, il mio scopo è scovarla, infilarla in una capsula spaziale, spedirla nella stratosfera, e farla diventare una stella lucente ad anni luce di distanza dalla Terra. Vedete? Le voglio un mondo di bene.
E' per questo che ve la faccio vedere così, mascherata da zebra, mentre esce dal suo MySpace Secret Show a New York. Con questo, Ke$hatta ci dimostra di essere una vera ragazza MySpace. Quindi, ferma più o meno al 2006. Che peccato, a me piaceva ancora usare MySpace di tanto in tanto.
Sarei tanto curioso di sapere che cosa pensa Lady Germanotta, di Ke$hatta. Suppongo che nella lingua dei germanotti ci sia una parola esatta per definirla, ma di certo è infinitamente meno volgare di tutte quelle che vengono in mente a me adesso.


C'è una regola valida a tutte le latitudini: quello che non riuscirete mai a fare con una dieta, potete farlo con lo Spandex!
Lo Spandex è una delle più grosse invenzioni dell'umanità, subito dopo i Cheerios e la fiaschetta per portarvi l'alcol sempre appresso. Voglio dire, gente come Beyonciona ci ha costruito una carriera.
Ecco a voi la nostra Rihanna, anna, anna completamente mummificata nel tessuto contenitivo, sfoggiare delle cosce semplicemente strepitose!
Da notare come ormai la moda germanottesca abbia imposto l'assoluto superamento di gonne, pantaloni, pantacollant e qualsiasi cosa possa anche solo per sbaglio coprire il culo. Devo assolutamente procurarmi settecento metri di Spandex, almeno entro il Pride.

La foto che vedete in fondo al post ha fatto il giro dei blog più blasfemi del mondo questa mattina, partendo dal Daily Mail (grazie a Ghettoculturale per la segnalazione). Come al solito, il tentativo della malainformazione è quello di screditare Santa Spears dandole della cicciona col doppio mento. Come se questo fosse un difetto! Tutti sanno che The Legendary Miss Britney Spears può prodursi nel miracolo della liposuzione istantanea come e quando vuole.
E infatti eccola qui, questa mattina, uscire da Starbucks con un bel Caramel Macchiato in una mano e un bicchiare d'acqua nell'altra. Certo, acqua. E io sono biondo! Come tutti sanno, Britney non beve acqua dal 1996. E anche in quel caso, si era trattato di un tragico errore del barista di Starbucks, da quel giorno inviato al confino.
Trattasi naturalmente di un bel Vodka Lexotan, tra l'altro in versione piccola. Perché la nostra Santa non solo è magrissima e porta con gran classe la ciniglia, ma è pure morigeraterrima.



Ma sì, suvvia, oggi iniziamo la giornata così: uno splendido video fanmade di Bad Romance adattata alle sequenze più belle di Glee.
Nel frattempo, scopriamo che persino Michelle Obama è una fan del telefilm più frocio dell'universo: tanto che ha invitato tutto il cast a cantare per la festa pasquale alla Casa Bianca!
A questo punto, pretendo che vengano anche al mio compleanno.

Come forse vi avrò già detto, nei giorni scorsi la mia lingua è stata appestata da una quantità semplicemente imbarazzante di afte. Il dolore e il fastidio provocato da quelle schifose mi ha spinto più volte a ficcare la testa in un secchio di acido muriatico, o a passare la lingua in un tritacarte, o a sbattere violentemente la testa al muro fino a dire "Ciao" alla vicina.
Ebbene, credetemi. Piuttosto che avere a che fare con Ke$hatta, mi augurerei afte in zone innominabili. E invece eccola qua, con il suo nuovo video. Potete farne a meno? Sì, ma siete dei fottuti masochisti.

Che cosa vedono i nostri occhi? Annie Leibovitz e Terry Richardson per Candie's? Poche storie: il marchio sponsorizzato da Santa Spears sta diventando quanto di più trendy possiate trovare sulla piazza, e i migliori fotografi del mondo si accapigliano per poter poggiare l'obiettivo sull'augusta figura della nostra sgualdrina pop di riferimento.
E a chiunque dica che ci sia di mezzo troppo Photoshop, auguro di essere tormentato per l'eternità dai demoni con la faccia di Rihanna, mentre tutto intorno viene suonata non stop la canzone di Emanuele Filiberto e Pupo.











Su Sanremo 2010 si è detto tanto. Troppo. Non vorrei aggiungere troppo, se non: ma andate a cagare.
Ho visto la finale giusto in tempo per innamorarmi definitivamente di Arisa, colei che in tanti mi dicono essermi pericolosamente somigliante. Tanto che, qualcuno, mi ha fatto notare: "Embè, mo' ti devi cambiare gli occhiali".
Arisa che canta quella cosa deliziosa con le Sorelle Marinetti ha definitivamente conquistato il mio cuore, tanto da pensare che una volta scoperto che in finale c'erano finiti i due ermafroditi, il principe e l'hobbit (cazzo, sembrava Il Signore degli Anelli), sia andata a farsi una pizzata con le sue coriste e ciao.
Quant'è queer questa donna? Continuo a credere che faccia un po' finta di essere una rincoglionita, ma penso sia quanto di più vicino esista a Lady Germanotta nello Stivale. Troppo azzardato? Non lo so. Fatto è che di Sanremo ricorderò solo i rotoli di Antonella Clerici (quando ha cantato Le tagliatelle di Nonna Pina ha definitivamente vinto), l'immensa J.Lo e lo scempio del finale.
L'orchestra che lancia gli spartiti? Quella frocia di Valerio Scanu che vince? Un Savoia che giura davanti a Dio di amare l'Italia? I carabinieri che suonano Star Wars? Costanzo chiamato a sedare gli animi? Cazzo ragazzi, sono stati momenti di televisione troppo, troppo avanti.
Lasciamo perdere il fatto che ormai Maria De Filippi vincerà il Festival per sempre. In definitiva, Arisa è la mia vincitrice morale di Sanremo 2010. Quello del 2011 non lo guardo. Ma vabbè, lo dico tutti gli anni.

La favolosa Maialah Carey alle Olimpiadi invernali. Questo vuol dire solamente una cosa: finalmente, il sollevamento del cucchiaio è diventata una disciplina olimpica! Per meglio dire, visto che parliamo di neve e freddo, è probabile che si stia parlando di sollevamento gelato. Qualsiasi cosa sia, tra quattro anni il campione sarò io.


Se non avete visto Culona From The Block rilucere d'immenso dal palco dell'Ariston, rifatevi immediatamente. Di Sanremo non ho seguito assolutamente nulla, se non Arisa (non posso farci niente, la amo). Ma a un tratto, ieri sera, mi arriva un SMS: "J.Lo a S.Remo". Firmato: mamma. Per tutte le ceppe, questo vuol dire educare i genitori alla propria cultura gay. Che grandissima soddisfazione.
Accesa la TV, mi sono trovato di fronte ad Antonella Clerici vestita da carpa geneticamente modificata, che si sperticava in una serie di complimenti assurdi alla nostra immensa Jenny. Dopo averle fatto le domande più inutili ("E' vero che le tue forme sono assicurate per cifre esorbitanti?", "E' vero che da quando hai partorito la tua memoria è aumentata in modo incredibile?"), e dopo che J.Lo è stata come sempre la più simpatica di Bronx e dintorni, la nostra star è tornata sul palco con un medley semplicemente pazzesco, ballato e cantato persino live (be', un pochino).
Pazzesca. Si è fatta così perdonare la scelta di What Is Love? al posto di Louboutins come singolo di lancio del suo album.
Più tardi nella serata, altri ospiti internazionali: le Tokio Hotel, pazzesche come sempre. Talmente pazzesche che ho cambiato canale.
E che dire di Cristiano Malgioglio che ha fatto recapitare mille rose rosse a Culona? Ecco, lui ha vinto.


Giustino! Ogni volta che spunta fuori qualcosa con Giustino, le nostre mutande iniziano a evaporare spontaneamente. O mi sbaglio?
Questa sarà la seicentesima canzone che l'ex mister Spears featureggia con Timbaland, ma almeno non c'è Madonnaccia tra le palle. Ma soprattutto, quand'è che Justin tornerà a deliziarci con la sua musica? Personalmente, mi mancano molto le sue mossette e i suoi urletti. Sono così maschi...

Normalmente non mi interesserei troppo al nuovo video di Noemidiicsfactor. Però voglio dire, qui dal minuto 0:21 compare il mio amico Alessandro! Che cosa posso dire se non: "Pazzesco?".
Adoro avere un amico star dei videoclip. In realtà lui è anche attore di teatro e di cinema, ma questo debutto nel pop gli completa il curriculum e manco poco.
Un giorno io sarò il protagonista di un video di Santa Spears, ma fino ad allora Ale vince. Complimenti!

La chiesa battista di Westboro può preparare i kalashnikov, perché stavolta sono volate parole grosse! Credo che neppure Benedetto XVI prenderà bene le parole del baronetto: peccato, perché ho sempre pensato che i due si scambiassero capi dei rispettivi guardaroba con una certa disinvoltura.
Anyway: intervistato dal magazine Parade, Sir Elton ha parlato della fama, dell'amore, della sua musica e, infine, di Gesù:
"Credo che Gesù fosse un uomo gay compassionevole e super intelligente, che capiva i problemi dell'umanità. Sulla croce, ha perdonato la gente che lo ha crocifisso. Gesù vuole che amiamo e perdoniamo. Non so perché la gente sia così cattiva. Provate a essere una donna gay in Medioriente: come minimo, sei morta".
Chissà come lo prenderà mia nonna, questo fatto di Gesù. Voglio dire, già è grave avere un nipote sodomita, ma adesso pure Gesù? Povera donna. Non le fate sapere che cosa faceva Frate Indovino quando non lo vedeva nessuno, o quella mi schiatta.

Ci credereste? Ke$hatta persiste con la sua carriera nel puttan-pop, quando la GS la aspetta a braccia aperte per darle la migliore cassa di tutto il supermercato. Questa battuta potrebbe sembrare offensiva nei confronti delle cassiere del supermercato, ma credetemi: l'unica che mi preme offendere è solo Ke$hatta.
Eccola che abbandona per un attimo la nefasta Tik Tok per cantarci Blah Blah Blah. Adoro come tutte le canzoni di questa grande artista abbiano la forza di un bel calcio piantato nei coglioni.
Che cosa impariamo da questa sua ennesima performance buttata lì a caso? Ah, non ne ho la minima idea.

E adesso, tutti insieme: "Bonooooooo! Bonooooooo!".
Finalmente, Luca Argentero la pianta di far finta di saper recitare (che poi è bravino, suvvia!) e si mette a fare quello che gli riesce meglio: zitto, e in mutande. Sì, lo so: senza sarebbe meglio. Ma non si può avere tutto dalla vita.
Non ho mai comprato mutande da Intimissimi. E' così cheap. Oddio no, forse una volta volevo comprarne un paio con un macinapepe ad altezza pacco. Sapete, tenere alte le aspettative non guasta mai.




Il successo di Taylor Swiffer è uno dei grandi misteri dell'umanità. Chessò, come la taglia di Antonella Clerici o il numero di denari delle calze di Beyoncé.
Fatto sta che questa ragazzina con la faccia da topo muschiato è una delle artiste più di successo degli ultimi secoli, e continua a sfornare video e singoli a manetta. Ecco a voi quello per Fearless, title track del suo ultimo, fortunatissimo album.
Un filo più noioso, e avrei finito per scrivere sulla tastiera "Ma che due grandissimi coglioni" con la fronte.

Evviva! Ero indeciso tra procurarmi una gonorrea fulminante, o vedere il nuovo video di Avril Lavigne. Ecco, ora non ho dubbi. Una gonorrea, presto!
Un trionfo emo-pop al quale mancano solo teschietti e smalto nero di bassa qualità. Che cos'altro serviva all'Alice di Tim Burton?

Mi distolgo un attimo dal mio letto di dolore: il trasloco si è trasformato in una marea di afte sulla lingua e in un bel febbrone notturno, tanto che il farmacista mi ha chiesto se fossi stato sotto stress nell'ultimo periodo. "Naaaaaaaah", gli ho detto.
Enjoy le performance dei Brit Awards, trasmessi ieri sera in UK. Qui tutti i vincitori.
E in fondo, la vittoria più meritata: le Spice Girls per la performance più memorabile dei Brit. Quant'è vero.







Aprile è vicino! Aprile è vicino! Manca pochissimo e il telefilm più gay dell'universo riprenderà il suo corso. Glee tornerà in TV con un grado di frociaggine che farà sembrare Learning To Fly di Victoria Beckham la bibbia dei ruttatori etero, e naturalmente noi tutti aspettiamo l'episodio cento per cento Madonnaccia.
Eccovi una gustosa anteprima che vi stupirà: per una volta, non è solo Rachel a cantare. Come vi avevo già preannunciato, si esibirà anche Sue Sylvester, in
Vogue!
Tutto ciò è quasi troppo bello per essere vero. E troppo lontano per essere sopportabile...

Telefoni! Telefoni come se piovessero! E soprattutto: un telefono di capelli!
La telephoneggiante GaGa sta per uscire col secondo video tratto da
The Fame Monster, e come tutti sappiamo si tratta del suo (secondo) duetto con Beyonciona. L'ottima Telephone verrà graziata da un clip strepitoso, a breve online e in TV.
Stavolta, Lady Germanotta si prenderà la sua rivincita, e non vivrà dietro l'ombra delle chiappe di Sasha Fierce come in Video Phone. Avete la più pallida idea di quanti outfit e quanti cambi d'abito vi beccherete in questi tre minuti di video?
Chissà chi ti risponde, quando chiami col telefono di capelli. Suppongo che sia una linea diretta col Ministero del Fashion del pianeta dei Germanotti.



No, scusate. Dieci minuti? Dieci minuti di Black Eyed Peas, e quindi almeno sette di Fergie? No, grazie. E' troppo presto per essere sopraffatti da tutta questa coattaggine, e io ho bisogno di almeno sette caffè e un po' di tritolo prima di poter affontare qualcosa del genere.

Amore è non rinunciare mai a un Big Tasty, neanche se è San Valentino!
A insegnarci questa perla di saggezza triglicerica è Santa Spears. Mentre tutti voi vi affannavate a trovare un posticino carino in cui trascorrere la festa degli innamorati ieri, o viceversa eravate intenti ad augurare orchiti fulminanti a chiunque non fosse single, The Legendary Miss Britney Spears si è concessa un McLexotan e un McFlurry cipolle e panna acida al McDrive più vicino.
Che cosa c'è di più romantico che mangiare insieme del polistirolo in macchina, guardando il cielo e ruttando salsa barbecue?
Quanto invidio Jason. Non solo è sempre più bono, ma ieri si sarà svegliato con accanto la più fuglida divinità del puttan-pop, che con la bocca ancora impastata di ansiolitico gli avrà detto: "Buon San Frappuccino, amore".