E' ufficiale: Little Boots, per gli amici Stivaletti, è entrata nelle mie grazie. Mi piace mi piace mi piace, e mi permette anche di darmi un tono e di fare quello che capisce tutto di electropop. Non si vive di soli citofoni!
Manca pochissimo all'uscita del suo album,
Hands. La data è l'8 giugno, ma la gente che capisce di musica come noi non può aspettare. Beccatevi quindi Remedy, che sarà anche il prossimo singolo, e Symmetry, decisamente la mia preferita tra le due.

Si tratta solamente di una voce incontrollata, non confermata e probabilmente finta come le tette di Barbie Sguattera. Tuttavia, è sufficiente per far suonare i citofoni a festa: Santa Spears sarebbe pronta a graziare l'Italia con ben due apparizioni mistiche. Due le tappe nostrane del Citofono Tour, infatti, previste dal calendario delle nuove date europee: ad annunciarlo è ATRL, un sito di news che ci prese già qualche settimamana fa annunciando prima di tutti i concerti extra Londra.
A Roma il 16 agosto (Stadio Flaminio) e a Torino il 18 (Palasport Olimpico): sarà vero? Se così dovesse essere, credo che il mio povero cuore non reggerà. Non tanto perché mi sparerò un secondo concerto di The Legendary Miss Britney Spears, ma perché questo significa solamente una cosa: Starbucks aprirà a Roma. Offro un Frappuccino a tutti voi, lo giuro solennemente.

Se c'è un paese dove possono apprezzare sinceramente la nefasta Katy Perry, quello è il Giappone. Voglio dire, laggiù hanno un vero e proprio culto per i pupazzetti dalla forma strana e completamente inutili!
Non a caso, la sua performance ai Video Music Awards di MTV Japan è stata perfetta. Trovo deliziosa l'idea di presentarsi sul palco vestita da geisha scosciata da due soldi. Probabilmente, Katy ha dovuto trattenere la sua incontenibile simpatia: sono sicuro che avrebbe potuto trovare modi ancora più deliziosamente ironici per rendere omaggio al pubblico nipponico. Chessò, magari mascherandosi da micropene.
Anyway: a nessuno in sala è importato più nulla del suo look, non appena la talentuosissima Katy ha iniziato a cantare. A quel punto, il pubblico ha pensato solamente a trovare qualcosa con cui amputarsi i timpani e mettere fine allo strazio!
Fortuna che i musi gialli hanno potuto godere anche di performance all'altezza dell'evento. Su tutte vi mostro quella della favolosa BoA, la mia sgualdrina asiatica di riferimento. Se poi volete continuare a farvi del male e guardare pure l'esibizione dei Black Eyed Peas, cliccate qui.


Giustizia è fatta: il codice etico del puttan-pop è salvo! La gattara più famosa del mondo ha perso la finale di Britain's Got Talent, il reality show che l'ha lanciata. Qui sopra, la drammatica scena della sconfitta di Susan Boyle contro il gruppo di ballerini Diversity: Susan non la prende bene, e si vendica mostrando una coscia al pubblico (minuto 2:07). Perfida!
Ora, finalmente, questa piccola grande donna tornerà nella sua sagrestia in Racchiashire. Là potrà canticchiare con calma mentre apre le scatolette di Whiskas, senza ammorbare il resto del pianeta.
Voglio dire, è questione di buon esempio: se Susan avesse vinto lo show, sarebbe stato sdoganato il concetto che qualunque donna senza collo e con la faccia da topo può diventare una star. Cacchio, dobbiamo già sopportare Hilary Duff!
Gustiamoci l'ultima esibizione di Susan in TV, con
I Dreamed A Dream. Non so se piangere per la voce celestiale, o per quelle indicibili sopracciglia.

-McDonald's apre ai muscle bear con una campagna pubblicitaria troppo troppo oltre! No miei cari, non state sognando: semplicemente, scherzo. Trattasi piuttosto di un photoshoot molto hot, che potete guardare solo se siete maggiorenni e vaccinati. (Exterface Studio)

-Ricordate quello che vado dicendo da mesi? Le sgualdrine asiatiche sono la nuova frontiera del puttan-pop: facciamo spazio a Chloé Wang! (YouTube)

-Ufficiale: il prossimo singolo europeo di Beyonciona sarà Sweet Dreams. Dobbiamo aspettarci un originalissimo video in bianco e nero, con lei in body insieme a due ballerine? (Beyoncé Online)

-E' ormai certo come la morte, e fa altrettanta paura: Cher e Christaccia Aguilera reciteranno insieme in Burlesque, un film su una sgualdrina ballerina a Los Angeles.
Glitter, trema! (MySpace)

-Un paparazzo denuncia Santa Spears perché lei gli ha fracassato un piede passandoci sopra con la macchina. Certa gente non sa più apprezzare nemmeno le benedizioni divine. (PopCrunch)

-Foto personali e privatissime di Rihanna ai tempi felici con Chris Brown. Tanto per farci venire più voglia di gonfiarlo di botte. (YBF)

-Riconosco quello sguardo di Culona From The Block: è il tipico occhio da
"la mia carriera è finita ma ho ancora delle chiappe grandiose!". (In Case You Didn't Know)

-Ommioddio: Teddy Ruxpin si fa le canne tutto il giorno? L'idea che non sia così stupido di natura mi inquieta da morire. (Dlisted)

-Le recensioni dei film del weekend:
Coco Avant Chanel, Cadillac Records con Beyonciona, Uomini che odiano le donne. (Movielicious)

Non è che The Legendary Miss Britney Spears sia una leggenda vivente così, a caso. Guardatela come, impavida, sfida la sorte e cammina a pochi centimetri dal lato B di questo cavallo! A ben vedere è probabile che Santa Spears sia convinta di trovarsi ancora sulle spiagge caraibiche, ma chi siamo noi per rovinarle un sogno?
Speriamo solo che l'effetto del Lexotan duri fino alla fine delle riprese di Radar, il singolo nuovo tratto dal disco vecchio. Troppo oltre. In realtà è stata fatta luce anche su questo mistero: ai tempi di Blackout i produttori di Radar avevano siglato un accordo con la casa discografica per rendere la canzone uno degli estratti. In seguito alle vendite così così e alle vicende personali di Brit, la cosa è stata archiviata e rimandata. Da qui l'inserimento della canzone in Circus e, ora, questo clip.
A dirigerlo ci sarà Dave Meyers, che non è quello dei vestiti cheap ma un regista di video molto famoso. Le riprese sono iniziate ieri al Bacara Resort di Santa Barbara, e ancora una volta dopo If U Seek Amy le prime immagini ci mostrano una Santa Spears bon ton. Che meraviglia! Che cos'è, il Circolo di Polo delle Gran Dame Fatte a Psicofarmaci? Ditemi voi se non vorreste farne parte: immagino che si debba bere il Frappuccino con il mignolo alzato e senza ruttare dopo l'ultimo sorso, ma credo che potremmo adeguarci.




C'è bisogno che vi spieghi chi è Zachary Quinto? Voglio dire, una volta nella vita avrete anche visto Heroes. O magari, Star Trek al cinema. No, eh? E So NoTORIous, il telefilm con Tori Spelling dove Zachary faceva la checca? Ecco, quello lo avete visto tutti.
Vabbè, fatto è che io seguo le vicende di Zachary con estremo interesse: mi piace moltissimo come attore e interprete. Il che, detto in un altro modo, vuol dire che me lo scoperei a sangue come se non ci fosse un domani.
Forse è per questo che sono rimasto piuttosto turbato quando ho visto il video qua sopra, che lo ritrae in una performance artistica creata da Tyler Shields. Voglio dire: la metafora del bukkake è sottile come le cosce di Rihanna, o sono io a essere un pervertito oltre il livello di guardia?

Detto questo, Lady GaGa ha vinto. Sarà una squinternata, sarà incastrata nel suo personaggio, sarà una destinata a finire quando tra poco la gente si sarà stufata di lei. Ma per tutte le ceppe, che video stracazzutissimo!
A dirigerlo c'è Jonas Åkerlund, che ha firmato capolavori di gente che va da Madonnaccia in giù. Mentre il coprotagonista è Alexander Skarsgård, bono come il pane. E se vi state chiedendo quale sia la lingua parlata dalla poliglotteggiante GaGa all'inizio, non è l'idioma del suo pianeta natale: è svedese.
Che dire? Questo video è la summa definitiva del Germanotta way of life. C'è tutto quello che rende una Stefani qualunque la più grande sgualdrina aliena dei nostri tempi. E anche qualcosa di più.


Ok. Non è che sia impazzito del tutto: solamente, l'accostamento mi sembrava perfetto e necessario. E' un servizio, quello che vi offro!
Se volete potete anche vedervi tutto il nuovo video di Kanye West con Rihanna, anna, anna. Lui ormai è intrippato in questo suo mood sperimentale, ma evidentemente non ha la minima idea di quello che sta facendo. D'altro canto, per come la vedo io, rimane sempre discretamente scopabile.
Quanto a Rihanna, be'. E' Rihanna. Potete infiocchettarla, vestirla da scimmia del circo, pettinarla coi petardi, ma il risultato non cambia, ambia, ambia. Ed è qui che entra in gioco il video qua sotto, che ritrae l'incredibile jerboa nano: il roditore più piccolo al mondo. Chi ha detto Hilary Duff?
Anyway. Ecco spiegata la presenza del jerboa subito dopo il video di Paranoid: potrete constatare immediatamente che in natura esiste qualcosa di più inquietante e inspiegabile di Rihanna, tranquillizzarvi, e quindi rientrare in contatto con la realtà. Poi ditemi che non vi voglio un bene dell'anima.

Tutti i detrattori di Madonnaccia possono recarsi spontaneamente a bruciare all'Inferno, anche perché è comunque lì che finiranno una volta che Madge avrà mangiato loro l'anima. Ebbene, per chiunque crede che non esista al mondo una sola foto di Madgezilla che non sia ritoccata da ingegneri aerospaziali, beccatevi questa: un'immagine reale, veritiera e non photoshoppata di Louise Veronica Ciccone, con l'ex marito Guy Ritchie. Nudi, persino!
E' così che la Regina delle Tenebre appare quando si sveglia la mattina. Vabbè, qua si sarà giusto messa un minimo a posto i capelli, ma la sua bellezza acqua e sapone è assolutamente intatta.
Suvvia, scherzi a parte (anche perché inizio a sentire caldo sotto ai piedi): questo bellissimo quadro, intitolato appunto
Madonna and Guy, è opera del celeberrimo artista contemporaneo Peter Howson. Verrà messo all'asta da McTear's, e si prevede un prezzo battuto tra i ventitremila e i cinquantamila dollari.
Se avete qualche spicciolo da parte e tanta voglia di non dormire più la notte, ora sapete che cosa fare.

E vabbè. Togliete la mano da dove l'avrete messa istintivamente guardando questa foto, e poggiatela sul cuore: come dovrei commentare? Che cosa potrei scrivere che non suoni infinitamente volgare, e non mi faccia passare come il re degli infoiati?
Voglio dire: qui c'è gente che soffre, e non è carino iniziare il pomeriggio sognando disperatamente di essere una banana. L'aria perplessa con la quale Rado si dedica a un'attività che invece deve essergli molto familiare, poi, aggiunge punti testosteronici all'ensemble. Santa Spears, allontana da me tutti questi pensieri impuri!
Di Radoslav, modello ventisettenne slovacco e superstar in Asia, ho già parlato a tempo debito. Ora compare sulla cover e in un servizio hottissimo di
DNA Magazine, e anche l'occidente tutto è pronto a bananizzarsi con lui.







Ho deciso: voglio assolutamente andare a lavorare al Globe. Ogni settimana questo meraviglioso tabloid è denso di verità sconcertanti, frutto di lunghissime riunioni di redazione e base di funghetti magici e bong caricati a erba e benzina.
L'ultimo numero, tanto per dire, ci pone di fronte a una notizia shock: a Barack Obama piace la ceppa. Pare che la povera Michelle abbia messo a tacere l'uomo pronto a rivelare di essere stato l'amante del presidente. Come avrà fatto? Poco importa: la cosa fondamentale è che c'è ancora una speranza, per tutti noi, di diventare first lady.
Chissà come prenderanno gli Americani la notizia di aver eletto un presidente non solo nero, ma pure frocio. Suppongo che ce lo racconterà il
Globe la settimana prossima.
Cerchiamo di distoglierci un attimo dall'idea di Obama gay (e piantatela di pensare alle sue misure, pervertiti), e passiamo a
InTouch. Che, guarda un po', dedica l'ennesima cover a Brangelina: secondo il settimanale, i due hanno tirato fuori gli scheletri dall'armadio. E addirittura, non sarebbero riusciti a trattenersi e si sarebbero fatti una piazzata sul tappeto rosso di Cannes. Ora, vabbè che il resto del mondo per gli Americani è tipo il Regno di Oz, ma credono che non avremmo saputo di una rissa tra Brad e Angelina a Cannes? Non facciamoci troppe domande: se lo dice InTouch, allora è vero.
Il
National Enquirer commette peccato mortale nella colonnina di destra, insinuando che (non riesco quasi a scriverlo) Santa Spears si sarebbe rifatta. Il suo nuovo corpo, compresa una liposuzione con idrovora, sarebbe costato trecentocinquantamila dollari. Ma stiamo scherzando? Mettere in dubbio la fisicità di Britney è una delle più grosse colpe nello Spearsanesimo, subito prima di bere l'acqua e subito dopo quella di cantare dal vivo.
Chiudiamo con
OK!, che ci regala la news più sciatta della storia dell'editoria recente. Voglio dire, questa è le settimana in cui abbiamo scoperto che Obama è gay: ti pare che possiamo pisciarci sotto perché Ashley Tisdale s'è fatta mora?

Signori, ecco a voi ben dieci video tratti dall'attesissimo DVD dello Sticky & Sweet Playback Tour. Se non è tutto il concerto, poco ci manca!
Madonnaccia, sempre più spirituale e interessata esclusivamente alla propria arte, ha deciso di sponsorizzare un altro marchio. Madgezilla presta ora le sue teste intercambiabili alla RIM, per pubblicizzare il BlackBerry Bold. Chiunque ne acquisti uno, trova nel telefono questi dieci spezzoni tratti dal suddetto DVD.
Io il BlackBerry ce l'ho già. Anche se, ora che è sponsorizzato da Madonnaccia, è probabile che un giorno di questi mi esploda tra le mani per autocombustione. Anyway, non fatele sapere che vi sto mostrando tutte le performance senza chiederle il permesso.
Ero talmente preso dall'ansia di postarvele tutte e farvi scrollare all'infinito per arrivare anche solo al secondo post, che non ne ho vista nemmeno una. Ora mi sa che parto da
Spanish Lesson, anche se togliersi la vita prima di cena non mi sembra una scelta molto saggia.









Non c'è verso che questa copertina possa comparire nelle edicole terrestri. Ci troveremmo di fronte a gente colta da spasmi alieni per le strade, coni in testa che crescerebbero spontaneamente, fiocchi di capelli che si moltiplicherebbero, e un'invasione di disco stick in ogni dove.
Sono assolutamente certo che la qui presente sia l'edizione di
Rolling Stone del pianeta natale della bolleggiante GaGa (fotografata da LaChapelle). Perché questo lato di galassia non è ancora pronto per tanta arte, sperimentazione, cherry cherry boom boom.
E quel tono di rosa? E' assolutamente incompatibile con l'occhio umano. Anzi, mi raccomando: non fissatelo troppo a lungo senza indossare degli occhiali con display.



No, non è che il mio intento sia quello di far esplodere i vostri ricettori di sgualdrinaggine con un'overdose di puttan-pop. Semplicemente, mi sono ritrovato con queste due prime mondiali di altrettanti gruppi di dolci fanciulle, ed è venuto un po' da sé fare un post unico. Prendetelo come il puttanaio che è.
Da un lato del ring abbiamo le veterane della mignottaggine canterina, le Pussytrans Dolls, che rilanciano il loro Doll Domination aggiungendo alcuni inediti. Tra questi Hush Hush, che potrebbe essere la canzone che balleremo nei frociai per tutta l'estate. Ma non questa estate, la prossima. Sapete che la musica troppo nuova è bandita dai nostri locali, no?
Il video è ufficialmente sponsorizzato dalla lascivia (oltre che da Campari, HP e Nokia), e la divina Nicole è sempre più protagonista. Preferisco non pronunciarmi sul cameo di quella lurida sfranta di Perez Hilton.

Dall'altro lato, ecco le inglesine col fuoco tra le cosce: le mitiche Saturdays, che a onor del vero hanno sfornato un paio di singoli carini. Ora però ci tengono a mettere in chiaro la loro inutilità, con questo quinto estratto dall'album Chasing Lights: Work. Ecco: andare a lavorare non sarebbe una cattiva idea, belle.
Ok: se avete letto fin qua e avete visto entrambi i video, siete ufficialmente un po' più sgualdrine. Non vi resta che esplicitare chi preferite, prima di cominciare ad amoreggiare col muro e/o palo a voi più vicino.

Guardate il figlio di Donna Martin: potreste mai biasimarlo? Di fronte ai due procioni imbalsamati che la madre si porta nel nel costume, il collasso è stato inevitabile.
Ma io dico: dov'è Brenda Walsh, quando serve? Solo Brenda poteva impedire che si consumasse questo festival degli orrori, ieri a Palm Springs. La divina avrebbe scatenato i suoi zigomi siliconati contro le tette riempite di polistirolo di Donna, e non ci sarebbe stata storia.
Anyway, adoro il modo in cui quei due mostri si ribellano alla loro proprietaria. In più di una foto, si vede chiaramente che Tori non ha più alcun controllo sul proprio décolleté. Del resto, chi vorrebbe trascorrere ventiquattro ore al giorno con quella ritardata di Donna Martin?





Eh, sì. Di tutte le band anni '90 che speravo riemergessero dal sarcofago, gli Aqua erano proprio quelli che aspettavo con più ansia. Sono così felice che mi viene da vomitare!
I mitici interpreti di Barbie Girl hanno passato un periodaccio, negli ultimi anni. Tutto è iniziato quando la frontslut Lene si è scopata chiunque nel gruppo, comprese le pianole Bontempi con le quali facevano le canzoni. E dopo averci graziato con un album solista che è stato un grandissimo successo nel Paese dei Criceti, ecco la lieta novella: la sgualdrina torna con gli ex trombamici, e pubblicano un imperdibile greatest hits.
Greatest cosa, esattamente? Credo che Dr. Jones sia la canzone più suonata nella sala d'aspetto degli Inferi.
Anyway, ecco il primo singolo ufficiale dall'infausta raccolta, qui in versione studio e con il testo completo. E che testo: Lene e compagni vogliono tornare assolutamente negli anni Ottanta. Ma in fretta, proprio. Prego carissimi, andate avanti! Io chiudo il portellone della macchina del tempo e stacco la spina.
E vabbè, niente da fare. Non mi resta che continuare a sognare la reunion dei 5ive.


Ok, l'infoiamento estivo è ufficialmente iniziato. E' anche per questo che odio l'estate, a parte il caldo e il fatto che la Ferrero non fa più i Rocher: tutto mi ricorda la ceppa.
Ora, ad esempio, credo di essere ufficialmente caduto in amore (come direbbero gli inglesi) con lui: Adam, del quale non so nulla se non che vorrei essere il padre dei suoi figli.
Questo photoshoot, firmato Gregory Frye per Andrew Christian, ci riporta a scuola tutto d'un botto. Voglio dire: avessi avuto uno come Adam in classe, non credo che avrei mai usato "suck" in quella accezione. If you know what I mean.
Come bonus nel bonus, le ultime due foto del post sono gigantiche e in formato wallpaper, per permettervi di rendere il vostro desktop un posto migliore (qui ce ne sono anche altri). E chiunque sapesse qualcosa in più su questo bon-bon delizioso, non esiti ad alimentare la mia Voglia di Cazzo (TM).






-Classic GaGa! Attenzione: il ritorno simultaneo della tazzina da tè e del fiocco di capelli può farvi venire voglia di attaccarvi al primo UFO che passa. (ONTD)

-Pamelona Anderson cerca disperatamente la sua gioventù sulla spiaggia. (Dlisted)

-Bella di Twilight arriva in Italia. Il modo migliore per farsi amare dai fan? Mandarli a fare in culo. (Kris-Stewart.org)

-Matthew McCounaughey ha due cose strane: il cognome, e la forma della testa. Certo, vederlo in costume fa sempre venire quella voglietta. (popbytes)

-Lindsay torna sulla strada della micia? Pare di sì, e questa volta vuole appendere la lingua al chiodo. Fuor di metafora, si sposa! (Celebslam)

-Penis Hilton non si mette solo ceppe, in bocca: eccola che fuma una canna. (L.A. Rag Mag)

-Amanda Lepore è il nostro fantasma del Natale futuro: diventeremo tutti così? (Celebrity Smack!)

-Uno specialino che merita: le location più mitiche della storia del cinema, com'erano nei film e come sono oggi, prese direttamente dallo Street View di Google Maps. (Movielicious)

Lo sguardo del tizio che sta intervistando la coneggiante GaGa vale più di mille parole. Possibile che ci sia ancora gente che non sa che faccia fare di fronte all'inconfondibile stile di Lady Germanotta?
Stefani ha impreziosito lo show di Kyle e Jackie O, star radiofoniche australiane che hanno avuto la fortuna di poter vedere da vicino il suo cono. Novello monolite kubrickiano, il cono di capelli di GaGa sortisce effetti insondabili su chiunque ci entri in contatto. Come potete osservare qui sotto, infatti, i due presentatori sono diventati immediatamente di cartone. Meraviglioso!
Vi lascio con altre immagini della conquista aliena dell'Australia, compreso un grosso ciao dallo strepitoso GaGaculo.





C'è chi combatte il mal di mare con il Travelgum, chi con quei deliziosi polsini colorati, e chi elargendo pompini a prua. Ora, non serve che vi dica a quale categoria appartiene Penis Hilton. Guardate le foto: vi sembra che quella che sta per inghiottire sia una gomma?
Il top del top del Festival di Cannes (appena finito) è stata la cacciata di Penis e del suo manzo, entrambi cortesemente invitati ad abbandonare lo yacht party di un amico di David Furnish (il compagno di Elton John).
Il Mirror racconta che David ha incontrato per caso la Sgualdrina Alberghiera nel pomeriggio, e si è trovato obbligato a invitarla alla festa. Sapete quelle scene tremende, quando uno è costretto a dire:
"Guarda, c'è questo party, scuuuuusa ma è una cosa improvvisata, sicuramente non potrai venire"? Ecco. Penis ovviamente c'è andata. La Sgualdrina Alberghiera, che è in calore 24/7, appena salita a bordo ha immediatamente iniziato a cercare la felicità nell'esofago del fidanzato, scavando con la lingua. E mentre parte dei presenti si dava in pasto ai mostri marini pur di non assistere alla scena, il capitano dello yacht è andato su tutte le furie.
Così, quando la micia di Penis Hilton stava trascinando il suo boytoy sottocoperta, i due sono stati intercettati e invitati a scendere per
"comportamento socialmente disdicevole".
Sono molto affascinato dalla figura di questo capitano di yacht tutto d'un pezzo: vorrei quasi arruolarmi e diventare parte del suo equipaggio. Ma, forse, il panfilo è già al completo di aitanti gay con la fobia degli etero che paccano.