Per come la vedo io, ogni tanto è bene rifarsi gli occhi con un manzo al cento per cento. Senza troppi sofismi, senza cercare qualcosa di "particolare", è sano mettersi lì e sbavare su qualcuno che sembra appena uscito dalla fabbrica degli stalloni.
Quindi, avete due possibilità: o pensare che questo delizioso Matt Stone sia troppo perfetto per essere vero, o mettervi a contare tutti i suoi muscoli per vedere a che cifra arrivate.
Matt ha venticinque anni, e dopo aver iniziato a fare il modello ha avuto questo mese una consacrazione fondamentale: è finito dritto dritto sulla cover di
DNA Magazine, che come tutti noi interessati solo alle letture culturali sappiamo, è la Bibbia australiana dei manzi.
Che dire? Io comincio a contare.













Se Barbie Sguattera e Teddy Ruxpin girano beati per il Messico mettendo in fuga il virus, Penis Hilton va oltre e ci rivela che la febbre suina non esiste.
La Sgualdrina Alberghiera, come possiamo vedere nel video, digita a caso i tasti del BlackBerry quando un paparazzo le chiede:
"Paris, hai paura della febbre suina? Ne hai sentito parlare?". Lei, ovviamente, cade dalle nuvole: voglio dire, se non si può indossare o scopare, a Penis non interessa!
Quando le viene spiegato di che si tratta, e che della gente in Messico sta morendo a decine, la bionda è telegrafica:
"Non la bevo". Ovvio! Tutte e settantaquattro le domestiche messicane di Paris stanno benissimo. O almeno così le è sembrato l'ultima volta che ha aperto la botola, per lanciare loro gli avanzi lasciati dal suo chihuahua.
Quindi, se per caso doveste avere tutti i sintomi e iniziare a diventare viola in faccia, piantatela: siete soltanto delle patetiche drama queen.

E' andata così: la signorina dell'agenzia di viaggi specializzata in Messico stava per appendere il cartello "chiuso per febbre suina", quando all'orizzonte ha visto materializzarsi Barbie Sguattera e Teddy Ruxpin freschi di matrimonio (qui altre foto dalle nozze, se ci tenete). A quel punto, non le è sembrato vero: le sono bastati circa trenta secondi per convincerli che Cabo, che appunto si trova in Messico, era il luogo ideale per partire in viaggio di nozze in questo particolare periodo di epidemia.
Ha anche fatto presente loro che in quelle zone ora va di modissima indossare la mascherina, che è l'oggetto trendy del momento: ecco spiegato il perché di questi preziosissimi scatti che ritraggono il signore e la signora Ruxpin in vacanza.
Nel frattempo, la Mattel ha fatto sapere che i due, come tutti gli altri loro prodotti, non corrono alcun rischio. Da notare però che quando Heidi e Spencer sono comparsi all'aeroporto di Cabo, gli abitanti li hanno accolti festosi con gli striscioni più disparati. I più affettuosi dicevano: "Febbre suina, sei tutti noi" e "Febbre suina, facce sognà".



Illustro questo post con il ritorno della mitica Izabelle, la più piccola (e brava) imitatrice di Britney sulla faccia della Terra. Se non altro è probabile che, almeno lei, decida di venire a fare un concerto in Italia.
The Legendary Miss Britney Spears ha voluto graziare alcuni selezionatissimi paesi d'Europa (scelti a caso, si presume) con nuovissime, gustosissime date del suo
Citofono Tour. I preziosi appuntamenti si aggiungono agli unici concerti finora destinati al vecchio continente (quelli di Londra).
Ebbene, la Santa farà le sue apparizioni mistiche a: Dublino (19 e 20 giugno), Parigi (5 e 6 luglio), Anversa (9 luglio), Copenhagen (11 luglio), Stoccolma (13 luglio), Helsinki (16 luglio), San Pietroburgo (19 luglio), Mosca (21 luglio), Varsavia (24 luglio), Berlino (26 luglio).
Passi per l'Italia, che come sappiamo è priva di Starbucks e di conseguenza ambiente ostile per Brit. Ma gli altri paesi? Evidentemente, la Santa ha deciso che l'Europa occidentale non è pronta per accogliere il suo Verbo. Sii felice in Polonia, Britney.


Per quanto tutti ci aspettavamo che il matrimonio di Barbie Sguattera e Teddy Ruxpin monopolizzasse le copertine di tutto il mondo, c'è un sacco di (altra) fantascienza sui tabloid americani di questa settimana.
Cominciamo da
Star Magazine, che si diverte a trattare la mitica Jennifer Aniston come tutti i media: una povera pazza sfigata che si sente fallita senza un uomo e/o un bambino. Ecco quindi la lieta novella: ne sta adottando uno! "Adottare" è la parola politicamente corretta che i giornali utilizzano per dire che in realtà le celebrities comprano i figli. Tant'è che Brad Pitt le avrebbe dato consigli in merito, e il giornale si diverte anche a immaginare come Jen potrebbe chiamare il suo bambino. Con un fischietto, forse?
In alto a destra, sempre su Star, si parla dei gemelli surrogati di Sarah Vegliarda Parker. E che importa se sono surrogati o no? I pony sono tutti carini, indistintamente.
Kim Kardashian è protagonista assoluta della cover di
Life&Style, tanto che straborda abbondantemente dalla carta. Il magazine titola con un virgolettato di Kim, che dice: "Ho la cellulite, e allora?". E allora niente tesoro, per carità. Se è per questo hai anche delle extension orribili e la faccia da mignotta. E allora?
Il
National Enquirer è sempre quello che le spara più grosse, dando a Oprah tre anni di vita. Porco Giuda, se Oprah potesse si gratterebbe le palle. E non può solamente perché ha classe da vendere, eh.
Chiudiamo con
InTouch, al solito interessatissimo alla vicenda di Brad Pitt e Angelina Jolie. I due vanno d'amore e d'accordo, ma i giornali hanno deciso che stanno divorziando, e per coerenza è più di un mese che portano avanti questa storia.
Fortuna che nella colonnina c'è gente come Barbie e Teddy. Mai titolo fu più appropriato:
"Wedding drama".

Vi ricordate di Iroox, l'uomo più discusso e famoso della Rete, il Chris Crocker italiano? Quello che a suo tempo scelsi come life coach, seguendone ogni consiglio di vita con ammirazione ed entusiasmo?
Se in questi mesi non avete fatto altro che chiedervi che fine avesse fatto dopo aver cancellato tutti i suoi video da YouTube, ebbene: non mi azzardo a consigliarvi lo psicofarmaco più adatto a voi (sono cose troppo personali). Ma ho una risposta! Iroox è diventato una star della televisione.
Guardate con quale piglio si muove disinvolto davanti alla telecamera, con in faccia più mascara che pelle e consigliando libri mentre parla al contrario. Mannò, me lo sono fatto spiegare da lui in persona, quando mi ha segnalato questa novità su Facebook (quando ancora avevo un Facebook, sapete com'è): è maltese!
Il nostro Iroox ha uno show tutto suo sulla TV di Malta, nel quale parla di oggetti e persone cult. Praticamente, possiamo dire che sia la Simona Ventura di Malta. E così abbiamo scoperto anche che a Malta hanno la televisione!
Finalmente so che cosa guardare al posto del soffitto, da oggi. Su questo canale YouTube ci sono vari spezzoni dello show di Iroox che parla al contrario. Vi consiglio di guardarli tutti. Anche se non capirete una ceppa di niente, arricchiranno il vostro spirito, appagheranno il vostro senso estetico, e vi libereranno di quei fastidiosi neuroni superflui.



A parte che se il virus della febbre suina dovesse incontrare Michael Jackson scapperebbe grufolando disperato, non si può dire che Jacko non sappia come difendersi dal contagio.
A tutti quelli che lo criticano perché è uno spostato di testa che crede di vivere sullIsola Che Non C'è, il divino Michael dimostra un fatto incontrovertibile: la sua esistenza è uguale a quella di tutti i padri single, con tre figli che non si sa bene da dove siano usciti fuori. Eccolo mentre fa shopping a West Hollywood imbacuccato in siffatta maniera, e dopo essersi premurato di aver messo delle splendide maschere piumate ai suoi ragazzi.
Qua sotto a sinistra, potete vederlo mentre stringe tra le mani la foto di un esempio da portare al chirurgo plastico (o a un fabbro, a questo punto). A destra, invece, sistema amorevole la maschera al suo bianchissimo primogenito.
Dev'essere meraviglioso avere Jacko come padre: immagino ti dia la sensazione che nella vita non può accaderti niente di peggio.



Sarà che quando mi ci sono svegliato io, a Las Vegas, avevo la faccia nella fanga e una strisciata di vomito su tutta la maglietta (è vita vissuta). Vedo invece che la nefasta Katy Perry non perde la sua verve neppure a Sin City, sfornando un video che sì: un po' mi piace, anmmetto a malincuore.
Ok, è originale come una candidosi di Penis Hilton, ma ora non chiediamo troppo.
Lui, bruttino ma sexy, è Joel Moore. Sarà nel prossimo film di James Cameron, Avatar, il che dovrebbe ripulire il suo karma da tutta questa vicinanza con la nefasta Katy.

Nota a margine: non c'entra una ceppa, ma è bene che lo sappiate subito. Parrebbe che Facebook mi abbia cancellato l'account Popslut Puntonet così, a matto e senza preavviso. E pare anche che abbia ragione, visto che non si possono creare profili collegati a siti. Che poi lo fanno tutti, ma evidentemente era il caso che rompessero le palle a me.
Fatto è che, se non me lo riattivano, ho perso quasi milleduecento contatti. E altrettanti angioletti in paradiso stanno morendo, per le bestemmie che ho tirato giù da quando l'ho scoperto.
Vi aggiornerò. La soluzione più ovvia sarà creare una pagina fan da zero. Evviva Facebook.

La canneggiante GaGa è partita alla conquista dell'Olanda! Eccola mentre canta un suo pezzo inedito, la misconosciuta Poker Face, in uno show TV. La versione è quella acustica che ci piace tanto: con bonus di inizio incerto, e Lady Germanotta che chiede invano un cotton fioc per togliersi un tappo di materia aliena dall'orecchio. O qualcosa del genere.
L'ubiquiteggiante GaGa è stata anche a Mosca, dove ha tenuto una conferenza stampa prima di esibirsi al Famous Club. I concetti chiave che ha espresso sono che adora i gay e le piace il porno, regalando al mondo nuovi importanti elementi sui quali riflettere.
E gli occhiali che porta non sono sporchi. E' la moda del suo pianeta.


Sì, sì, l'ufficio stampa di The Legendary Miss Britney Spears ha smentito la voce messa in giro da Ryan Seacrest, citofonando un comunicato direttamente dall'Alto dei Cieli.
Ma suvvia, questo non vuol dire nulla. Quelle sgualdrine del marketing sarebbero in grado di fare uscire Santa Spears da una clinica con tre gemelli in braccio, e dire che li ha appena trovati nell'Happy Meal!
Ecco piuttosto una prova inconfutabile che, per il momento, l'unico responsabile della lievitazione di Brit resta il Frappuccino. Questo video è stato girato durante una tappa del
Citofono Tour di qualche giorno fa (grazie a Paolo per la segnalazione): mostra chiaramente tracce di un assorbente che sta tentando di scappare, proprio lì nel luogo che noi Spearsanisti non possiamo nominare.
Lo so che cosa state pensando: non potete guardare un video con una cordicella del Tampax in bella vista. A parte il fatto che stiamo parlando del Tampax di Santa Spears e non di un Tampax qualsiasi, sapete che vi dico? Avete perfettamente ragione.

La tengo d'occhio da un bel po', e ora che sta per uscire il suo primo album (Hands, il 6 giugno) sono pronto a scommettere su di lei come nuova sensation dell'electropop.
Little Boots, vero nome Victoria Hesketh, è nata in Inghilterra. Lì è esplosa, da qualche mese, con i singoli Stuck on Repeat e Meddle. Mi rendo conto che non è sgualdrinissima, ma dobbiamo darle il tempo di crescere. In compenso, questa New in Town è già diventata il mio personalissimo tormentone del giorno.

Oooh, ora sì. Adesso che Susan Boyle è diventata una topa assurda, posso finalmente parlare di lei.
Questa avvenente vegliarda ha letteralmente fatto il botto di clic su YouTube e affini, dopo che la sua esibizione allo show Britain's Got Talent ha rivelato al mondo inaspettate capacità canore. C'è gente che scoppia in lacrime appena sente la voce di questa donna.
Io non ho provato assolutamente nulla, guardando il video. Voglio dire, da quando in qua per essere una cantante devi avere la voce? Se le star dovessero saper cantare, ascolteremmo la musica in radio e non esisterebbero i citofoni. E poi, scusate: finché sei uno scafandro con delle sopracciglia inquietanti e quattro menti, io non ascolto nulla.
E infatti Susan Boyle deve aver avuto paura della mia indifferenza, tanto da rifarsi il look. La vecchia è diventata famosa, e come tutti sappiamo la celebrità e YouTube rendono migliori le persone.
Susan ha giustamente tirato fuori il suo lato da sgualdrina. Se sul palco di Britain's Got Talent (sostanzialmente molto simile alla Corrida) aveva fatto simpatia rivelando di essere vergine e di non aver mai neppure baciato un uomo, si è affrettata a dichiarare ai giornali che stava scherzando. Brava! Nessuno vuole appassionarsi a una cantante vergine. Non esistono cantanti vergini!
Susan è sulla strada giusta per diventare una vera sgualdrina pop idolo dei gerontofili. Tanto che si vocifera seriamente che potrebbero farle girare un film in USA, entro la fine dell'anno.
Benvenuta nel giro, Susan. Mi auguro solo che l'artrosi ti permetta di inginocchiarti quel tanto che basta.


Ed ecco qua. Per tutti quelli che credevano che il matrimonio tra pupazzi fosse illegale, la prova evidente che invece no.
Heidi Montag e Spencer Pratt hanno detto sì, e da oggi sono ufficialmente il signore e la signora Ruxpin. Queste poche, sparute immagini sono le primissime paparazzate dai fotografi fuori dalla chiesa. Non credete di salvarvi: ci sarà sicuramente un album fotografico grosso come il diario dei pompini di Lindsay Lohan, su questo sposalizio. Non ci resta che attendere.




Proprio mentre scrivo queste righe, in California si sta celebrando un momento che i figli dei nostri figli del Malawi ricorderanno come un evento epico: qui si fa la Storia, mica pizza e fichi.
Barbie Sguattera e Teddy Ruxpin si sposano, e questa volta sembra che facciano sul serio. Voglio dire, uno può organizzare un matrimonio finto una sola volta nella vita. La seconda deve essere quella buona, o almeno è bene che ci credano i paparazzi.
Anzi, no. Heidi e Spencer non hanno voluto nessun giornale al loro matrimonio. Forse perché nessun giornale ha sborsato la cifra che i due avevano chiesto, solamente per farsi ritrarre mentre si promettevano flash eterni e pose ridicole finché morte non li separi.
Ecco quindi che Teddy si premura di girare con una telecamera e un cappello ridicolo, per non perdere neppure un istante dei preparativi per il sì. L'aria trasognata di Barbie in gioielleria è semplicemente da Razzie immediato.
Se volete teletrasportarvi al volo alla cerimonia, sappiate che si sta tenendo ora alla Penthouse Suite del Beverly Hills Hotel. Quanto al viaggio di nozze, i due hanno deciso di partire totalmente ripresi dalle telecamere. Fedeli alla linea sempre e comunque, parteciperanno allo show
I'm A Celebrity, Get Me Out Of Here!, una specie di Isola dei famosi solo più trash.
Esattamente: abbiamo una vagonata di scene ridicole assicurate per le prossime settimane. La vita è proprio una cosa meravigliosa.