Ormai mancano pochissimi giorni, e il mondo vedrà la Luce: il The Circus Tour Starring Britney Spears partirà il 3 marzo a New Orleans. Pare che Starbucks abbia già inviato in Louisiana dei cargo colmi di Frappuccino di rinforzo.
Le presunte scalette definitive si sprecano, ma questa sembrerebbe essere quasi quasi quella vera. Da prendere con le dovute pinze, è stata pubblicata sia da More Magazine che da OK! Magazine.
Cliccate sulle foto solo se volete correre il rischio di rovinarvi la sorpresa. A me sembra una setlist decisamente peggiore di quella vociferata qualche mese fa, ma già sudo Lexotan all'idea di Oops in versione Bollywood.

Finalmente ho un buon motivo per tornare a insultare Rihanna, anna, anna, e con molta più veemenza di prima.
La cosciona, infatti, ha avuto la geniale idea di riprendersi il fidanzato Chris Brown! Sì, esattamente quello che poco tempo fa l'ha mandata in ospedale dopo averla abbottata di schiaffi.
Nessuno voleva dirlo, ma in molti pensavano che sarebbe finita così. Voglio dire, è normale. Quando in una coppia non si arriva a mezzo cervello in due, ci si può perdonare tutto. E' il segreto della felicità!
Lo scoop è partito da People, che ha rivelato che Rihanna e Chris stanno attualmente trascorrendo un periodo insieme, lontano da tutti, in una delle case di P. Diddy, Puff Daddy, o come cavolo si fa chiamare adesso quel pappone. Voglio dire, questo sì che significa avere degli amici di un certo livello!
"Sono tornati insieme, si vogliono bene", ha detto una fonte. "Chris è davvero triste e mortificato per quello che è successo, ma allo stesso tempo è felice di stare con la donna che ama".
Oggi pomeriggio, Us Weekly ha rivelato che i due sono nella casa di Diddy in Florida.
"Rihanna ha fatto questa scelta senza ascoltare i consigli di nessuno", ha dichiarato un amico.
Personalmente, non credo che tutto questo abbia a che fare con una mossa pubblicitaria. Voglio dire, la sgualdrina è finita in ospedale sul serio. E' piuttosto la storia più vecchia del mondo: uomini senza palle che picchiano le donne, e donne senza ovaie che non hanno il coraggio di lasciarli a marcire in galera.
Aspettiamoci qualche lacrimevole intervista in un talk show mattutino tra qualche settimana, nella quale Rihanna snocciolerà il significato del vero amore e di quanto questo voglia dire saper perdonare. Che schifo, ifo, ifo.

Diciamoci la verità: ogni tanto, tutti abbiamo bisogno di contemplare un bisteccone di manzo come questo.
Potete dire quanto volete che preferite gli uomini più delicati o che i muscoli vi disgustano, ma so che nelle tempie vi rimbomba un solo mantra:
"Bono! Bono! Bono!".
Jason sostiene di avere 29 anni, ma personalmente sono pronto a perdonargli questa piccola bugia. Viene da Buffalo, New York, ed è un aspirante artista hip hop. Sul suo profilo ModelMayhem prega di non essere contattato dalle case cinematografiche di porno, perché non è interessato.
Ma è disponibilissimo per scatti di nudo artistico, anche in coppia:
"With women only", precisa.









Se vi stavate chiedendo dove fosse finita Rihanna, anna, anna dopo che il suo ragazzo con la testa di glande l'ha gonfiata come una zampogna, eccovi la risposta: è in Messico, ico, ico!
The Insider ha beccato la nostra Principessa di Barbados che si riprende all'ombra dei mariachi (lo so che i mariachi non sono alberi, ma parliamo di Messico. Devo nominare i mariachi almeno una volta).
Rihanna non mi sembra il ritratto della felicità. Del resto, ha tutti i motivi per essere incazzata come un furetto con la scabbia. Ecco un'altra cosa che la accomuna ai mustelidi, a parte le abilità canore!
Mi auguro che Rihanna abbia già provveduto a mandare un suo scagnozzo a rimuovere i testicoli a Chris Brown, ammesso che quel coglione ne abbia mai avuti. Nel frattempo, sono felice di vedere che il ciuffo, uffo, uffo della star è sempre in forma.
Rihanna nostra, torna presto!

Non c'è molto da aggiungere a titolo e immagine. Se non che la nuova Parola di Santa Spears si reincarnerà nell'etere intorno alla metà di marzo. In altre parole, il video di If U Seek Amy esce tra un paio di settimane.
Adoro la copertina del singolo: le si possono contare uno per uno i peli delle sopracciglia.

Ora, voi ditemi se è normale che una povera ragazza onesta, già tanto impegnata a fingersi lesbica, debba anche preoccuparsi di che cosa si mette sotto al naso.
Questa immagine di Lindsay Lohan, pubblicata sul numero in edicola in USA di
Star Magazine, è stata accolta con smisurato clamore dal pubblico americano: incontrovertibilmente, LiLoh ha un candido residuo di polvere bianca sulla narice sinistra.
E allora? Adesso non si può nemmeno più sniffare il delizioso odore dello zucchero a velo? Non capisco questa ossessione del pubblico di vedere drogati ovunque.
L'abitante abusiva di Lesbo presunta cocainomane, del resto, si sceglie delle amicizie che la scagionano incontrovertibilmente da qualsiasi accusa di avere a che fare con sostanze sballanti. Infatti, ultimamente è diventata molto intima con Lily Allen! Voglio dire, di peggio poteva fare solo un patto di sangue con Amy Winehouse.
Le due vorrebbero persino incidere un singolo insieme, a quanto rivela il magazine Spin.
Nel frattempo, molti amici di Lindsay si sono detti preoccupati dalla crescente magrezza della cantan... attric... vabbè, di Lindsay.
"Continua a ripetere che non vuole invecchiare", rivela a Star uno di loro. "Sostiene che vuole vivere al massimo e morire giovane come il suo mito, Marilyn Monroe".
Certo che ci sa fare, 'sto pusher.


Che cosa c'è di peggio di Barbie Sguattera e Teddy Ruxpin a piede libero? Facile: Barbie Sguattera e Teddy Ruxpin a quattro ruote!
Heidi e Spencer hanno portato la loro nuova bambina a fare un giro a Santa Monica: trattasi di una Chevrolet Camaro del '68, regalo in anticipo di Barbie a Teddy. No, non per l'allungamento del pene: per il loro matrimonio! I due convoleranno a infauste nozze tra pochissimo, stavolta per davvero, e in tempo per mandare il tutto in onda durante l'ultima stagione di
The Hills.
Queste foto dimostrano che tutti possono guidare, ma in pochi possono sembrare Starsky e Hutch in versione Mattel.
Adoro come Barbie si ostini a rimanere a bocca aperta anche mentre si sporge dal finestrino: la speranza di incocciare una ceppa volante non muore mai.





Se c'è una cosa che mi terrorizza, a parte aprire la scatola di Cheerios e scoprire che sono finiti, è la lap dance.
Vecchi traumi: una volta, e non per vantarmi ma ero in una bettola di Hollywood, sono stato a vedere uno spettacolo di lap dance. Non chiedetemi perché.
E insomma, il puttanone in pista si agitava volteggiando intorno al palo, mentre io guardavo il soffitto e muovevo la testa a ritmo del brano di puttan-pop che le faceva da sottofondo. Mi tenevo stretto il mazzetto di banconote da un dollaro, che in teoria serve ad attirare le sgualdrine vogliose di mance.
Tutto d'un tratto questa si china su di me, mi aggranfa la testa con la gamba, e con una mossa degna di Antonio Inoki mi sbatte la faccia dritta dritta là dove nessuno dovrebbe avvicinare la faccia (a parte le lesbiche).
Con il mio naso nella sua Caverna della Morte, riuscivo solo a biascicare:
"My glasses! My glasses!".
Capirete perché odio la lap dance. Fino ad ora! La scena che vi mostro è tratta dallo show di Barbara Walters, la vegliarda più famosa della TV americana. Praticamente è un po' come Simona Ventura, solo che è capace di presentare.
A un certo punto la vecchia chiede a Hugh, suo ospite, di rifarle la scena del suo spettacolo di Broadway (
The Boy From Oz) nella quale il maschione si esibisce in una lap dance. Lui, che ha una passione per queste cose tipica di tutti i macho etero, non se lo fa ripetere due volte e inizia a sbatterle in faccia il pacco come una puttanella dei peggiori bar di Caracas!
A quel punto si teme seriamente che la Walters vada in iperventilazione e la testa le esploda. E infatti Hugh si ferma un attimo prima, mentre lei starnazza arrapata come non le capitava dal 1934.
Doveva farmela a me, una cosa del genere, il buon Hugh. Nessuno sarebbe uscito vivo da quella stanza.

Sinceramente: che cos'hanno da fotografare con cotanta irriverenza, quelle troie là dietro? Voglio dire: non hanno mai visto una donna di classe? Eppure siamo a Parigi, per tutte le ceppe!
La fotovoltaica GaGa ha illuminato di nuovo splendore la Ville Lumière ieri, quando è arrivata nella capitale francese per insegnare un po' di eleganza ai mangiabaguette.
Per cogliere la vera essenza del GaGa-style, come sempre, non bisogna lasciarsi confondere dall'insieme (per quanto ottimo), ma scavare nel dettaglio: l'occhiale da Harry Potter fa molto "dove terrà la bacchetta?", mentre il
Playboy in borsa dà quel tocco di cultura letteraria che non deve mai mancare a una diva.
Il filo di perle inox, poi, è il pendant perfetto per quello che ormai è un must: l'inossidabile fiocco di capelli, compagno fedele di ogni donna, trans o uomo che abbia un minimo di gusto.



Non ho ben chiaro che tipo di operazione discografica sia, recuperare la carriera di Ciara. Ma le cose sono due: o Ciara fa dei gran pompini, o dobbiamo aspettarci un disco bomba!
E' più di un anno che il suo Fantasy Ride viene annunciato, ma sembra che per la primavera sarà finalmente nei negozi.
Dopo il duetto con Enriquetto Iglesias, ecco che Giustino Timberlake le regala una sua canzone sulla quale duettare.
Ciara, naturalmente, non si è accorta che è sempre lo stesso pezzo, che Justin ricicla per tutte le sciacquette che cantano con lui. Voglio dire, anche il titolo è sempre quello o giù di lì.
Il brano non è manco troppo male: sono tre minuti abbastanza innocui. Perfetti per fare da colonna sonora a questo esatto momento della vostra giornata, che per comodità chiameremo: "Chi cazzo è Ciara?".

Questo è un caso di possessione demoniaca piuttosto serio, quindi i più sensibili tra voi sono pregati di non leggere né guardare oltre.
La vita di Izabelle, tre anni, una bambina come tante, un giorno è cambiata. La piccola ha visto la luce, e Santa Spears è entrata nel suo corpo!
Da allora Izabelle biascica parole incomprensibili sbavando Frappuccino, vomita Lexotan, e riesce a riprodurre con la voce ogni intonazione del citofono che si conosca.
Non solo: Izabelle sa rifare alla perfezione tutte e tre le espressioni di The Legendary Miss Britney Spears, e in alcuni momenti sembra persino più convincente di lei.
Se non ci credete, osservate il video shock nel quale la bambina canta
Shattered Glass, durante la fase acuta di possessione. E qui in basso, un altro momento di un esorcismo finito molto male.

La mantecata GaGa è una donna dalle mille risorse. Ma ama condividere i suoi segreti con i fan, che ormai infestano strade, vicoli, centri commerciali e frociai.
Certo, non speravamo in un servizio sociale di tale livello: Stefani Germanotta mette da parte ogni inibizione, e ci mostra come farsi da soli il favoloso fiocco di capelli che spesso adorna la sua testa!
Christaccia Aguilera ci stava provando da mesi. Ora anche lei saprà come fare, grazie a questo minifilm che viene proiettato durante i GaGaconcerti.
Per prima cosa, devi dire assurdità guardando fissa in una telecamera. Poi devi procurarti una spazzola di Hello Kitty, rigorosamente di Hello Kitty (ma forse anche Pochacco o Kero Kero Keroppi possono essere sufficienti. Suppongo dipenda dalla quantità residua di neuroni che si ha).
Poi devi spazzolarti spelando come un gibbone in amore, quindi mettere i capelli che perdi in una scatola, coprirli di cocaina preventivamente nascosta in una confezione di talco Johnson's,
et voilà: l'accessorio è fatto.
Nel frattempo, la melafonata GaGa ha lanciato la sua applicazione ufficiale per iPhone, con la quale gli utenti del telefono Apple vengono aggiornati in tempo reale di ogni suo cambio d'abito. Praticamente, il cellulare vi si fonde dopo dodici minuti.
Qui c'è il link all'applicazione. Non so se funziona anche sugli iPhone italiani, ma sono troppo offeso che non ci sia per BlackBerry.

Leccamicia Spice ha sputato fuori la sua bambina! Posso solo immaginare che cosa sia successo in quella sala parto. Voglio dire, una che raglia ogni volta che apre bocca davanti a un microfono, che cosa avrà mai potuto fare mentre quella cosa da ventidue chili che aveva là dentro tentava di uscire?
Siamo felicissimi per Mel Ciccia, che ci informa della lieta novella dal suo sito ufficiale. Un po' meno per la povera nuova arrivata: non solo verrà educata a detestare ogni singola Spice Girl a parte sua madre (e detestare le Spice Girls non è mai bello), ma si chiama anche Scarlet. Scarlet Starr.
Ci saremmo aspettati qualcosa di più originale da Melanie. Se non altro per superare in eccentricità Geri Halliwell, che per sua figlia ha scelto il nome Bluebell Madonna.
Chessò. Fossi stato in lei l'avrei chiamata Dyke Pussycat, o Adidas Cher.

Come sappiamo, Madonnaccia trascorre buona parte dell'anno a scegliere accuratamente i propri pezzi di ricambio, garantendosi l'eterna giovinezza succhiando il sangue di giovani vergini.
Ma c'è un periodo particolare in cui Madge dà fondo a tutte le sue risorse: è allora che esce dalla Cripta
ruggendo, e interi villaggi del Sudamerica vengono privati di decine di fanciulle imberbi.
Ovviamente sto parlando del party after-Oscar di
Vanity Fair: quest'anno Lady Ciccone è apparsa più radiosa che mai e soprattutto single, senza il suo nuovo boy toy dal nome in pendant, Jesus.
Madge non lascia niente al caso, ispirandosi a uno dei film protagonisti di questi Academy Awards. Guardatela mentre ringiovanisce in tempo reale: Il curioso caso di Madonnaccia Button!



Bella, bellissima cerimonia. Magari giusto quel filo un po' troppo lunga. A un certo punto, all'ennesimo premio al miglior sistematore di microfoni, ho iniziato a implorare che accadesse qualcosa di davvero divertente.
Be', il dio dell'entertainment deve avermi ascoltato, perché prima che potessi rendermene conto la Notte degli Oscar 2009 è diventato un frociaio senza nome!
Hugh Jackman, in tutta la sua indicibile meraviglia, ha cominciato a cianciare sul fatto che i musical siano tornati al cinema, con un'enfasi abbastanza innaturale per un etero alto due metri e largo come un armadio.
A quel punto, le luci si abbassano e Hugh comincia a cantare, con la sua voce maschia e le mossette sciolte: e ad accompagnarlo lei, la divina Beyonciona, con due cosce mozzafiato che spuntano prepotenti da un body rosso. Invasata e posseduta dal demonio, si esibisce con Hugh in un medley sui musical, ma le sorprese non sono finite: li raggiungono Zac Efron, Vanessa Hudgens e i due protagonisti di
Mamma Mia!, più un'ottantina di ballerini, per una caciara finocchia infernale che manco la puntata del sei gennaio di Carràmba che fortuna.
Indubbiamente, il momento migliore della serata, tra l'altro firmato da Baz Luhrmann (
Moulin Rouge)
Per il resto, qui la lista dei vincitori.
The Millionaire si è portato (giustamente) a casa tutto, ma sono felice che Sean Penn abbia vinto il premio come miglior attore, e abbia portato sul palco un discorso sull'importanza dei diritti per i gay e sullo scandalo Proposition 8.
Quanto al tappeto rosso, posso solo dire che la statuetta alla miglior cafona va a Jessica Biel, la signora Timberlake, che è arrivata sul tappeto parlando all'iPhone. Favolosa anche qui Beyonciona, con un abito nero tempestato di discreti fiorelloni giganti dorati. Il premio top va a Mickey Rourke, che portava al collo una foto del suo cagnolino, appena morto.
Semplicemente inarrivabile Sophia Loren, la mummia di Pozzuoli: un pezzo d'Italia a Hollywood, che tra l'altro ha premiato la favolosa Kate Winslet.
Vi lascio alle foto più interessanti dal red carpet, e con la mia pagliacciata hollywoodiana preferita ci rivediamo nel 2010.





Come iniziare meglio la settimana? Una nuova canzone di Culona From the Block spunta fuori dalla Rete!
Il pezzo è prodotto da Darkchild, e finirà di diritto nell'imminente greatest hits della chica. Jenny e le sue chiappe hanno deciso di svecchiarsi, con uno stile molto Pussytrans Dolls.
Ero convinto che il mestiere attuale di J.Lo fosse solo partecipare a inaugurazioni di ristoranti messicani e simili, per sfoggiare la sua espressione:
"Sono il più grande flop della storia delle sgualdrine, ma resto comunque la più figa di tutte". Felice di sbagliarmi!

La nefasta Katy Perry si è ripresa alla perfezione dal vomitino che l'ha colta a Sanremo (e che non le ha permesso di uscire sul palco ai Brit Awards): eccola alla serata degli Echo Awards, premi tedeschi alla musica pop locale e internazionale.
Katy non ha vinto nulla (Testa di Crack è stata premiata come miglior artista extra-Germania, ma inutile dire che non è andata a ritirare il premio). Ma questo non le ha vietato di deliziarci con una versione ululata per bau maggiore di
Thinking of You, la sua ballad.
Nemmeno troppo male, devo dire. Se solo non l'avesse cantata accanto al suo nome scritto gigantesco, affacciata da una vagina tagliata nella scenografia.

Ci siamo. La notte più glamour dell'anno sta iniziando! Non c'è niente di più schifosamente glitter-pop della cerimonia di premiazione degli Oscar. Poi, quest'anno, ne vedremo delle belle: Hugh Jackman ci prenderà a secchiate di testosterone presentando, Mickey Rourke vomiterà sul palco, Beyonciona si esibirà, e probabilmente ci sarà un nuovo film frocio (Milk) a trionfare anni dopo La montagna del Culo Rotto.
Vi pare che posso perdermi tutto questo? No. Ho già preparato i Popz al caramello, un thermos di caffè alle noci d'acero (quando c'è la classe), e Sky. E vi dirò di più: seguirò la serata collaborando alla diretta direttissima aggiornata in tempo reale su Movielicious, sito di cinema glamouraccissimo!
A partire dalle 23:45, cioè sin dall'inizio del red carpet, preparatevi a commenti e indiscrezioni, ché a noi Ryan Seacrest ci fa una pippa.

L'appuntamento è a questo indirizzo, quindi. E naturalmente, manco a dirlo, tutti qui domattina per rivedere insieme le sgualdrine migliori sul tappeto rosso.
E a proposito di premi, preparatevi a una sorpresa schiumosa e dorata, che partirà qui nei prossimi giorni. Basta, basta, non mi fate dire troppo!
Pensiamo agli Oscar: sono indeciso su come vestirmi per il carpet. In lungo, o in largo?

E vabbè, ma allora anch'io voglio duettare con Lady GaGa!
Stefani Germanotta continua a sfidare la sovraesposizione mediatica spuntando sui palchi di chiunque: questa volta si tratta dei dinosaurici New Kids On The Block, con i quali ha cantato
Big Girl Now.
Tra una moltiplicazione dei fiocchi di capelli e una resurrezione del body di Domopak, la gorgheggiante GaGa ha trovato anche il tempo di dire no a Playboy: niente paginona con le germanotte di fuori, per lei.
"Se fossi una modella glamour ne sarei deliziata", ha detto. "Ma per me l'unica cosa importante è la musica". E' vero: se devo pensare a un emblema del minimal, la prima che mi viene in mente è lei.
Tuttavia, la Lady non esclude per sempre la possibilità di posare per il paginone centrale:
"Chiedetemelo di nuovo quando avrò un altro album da promuovere, magari".

Vi consiglio caldamente di procurarvi un occhiale da sole all'ultimo grido, perché fissare troppo a lungo l'abbagliante bellezza di queste due potrebbe bruciarvi la retina.
Evidentemente, J.Lo e Gwen Stefani vanno dallo stesso esorcista: perché non è possibile diventare così sfacciatamente meravigliose all'unisono.
E passi per Gwen, ma sono convinto che allo scoccare della mezzanotte J.Lo sia tornata a essere più o meno così.
Gustatevi altri luminosissimi scatti di Gwen e Jen, al pomeriggio tra pochi amici di rango superiore organizzato dalla stilista Andrea Lieberman.