Ommioddio, la Mary Kate mascherata da Sandra Mondaini! Solo che sembra ancora più vecchia e ancora più incartapecorita. Se poi provasse a mettersi quegli occhiali al contrario, magari vedrebbe pure qualcosa.


Guardate che belle illustrazioni su questo DeviantArt: i principi Disney la smettono di fare gli eteroni, che tanto non ci crede nessuno, e mostrano il meglio di sé. Devo dire che queste immagini sono inquietantemente erotiche... chissà Freud che direbbe.

Aggiornamento American Idol, dopo giorni che non riesco a vedere una puntata. Tra i ragazzi, sono stati fatti fuori il biondo Colton Berry, Garrett "pecorella" Haley, il padre di famiglia Jasone Yeager e il terribile rocker anni '80, Robbie Carrico. Ancora salvi i miei preferiti: il fighissimo Michael Johns, vincitore annunciato, la Regina Danny Noriega e il bimbo ritardato, David Archuleta.
Tra le ragazze è andata a casa la mia preferita, Alaina Whitaker. Oltre a lei, la mostruosa Amy Davis, Joanne Borgella, un'altra che mi piaceva, e infine l'inutile Alexandrea Lushington. Godetevi il video delle ultime eliminazioni. Guardate quanto piange.
Scusate ma avevo bisogno di una pausa da Sanremo. Volevo vedere la serata dei duetti perché è la più trash di tutte. Ma non dirò nulla sulla Bertè né su Anna Tatangelo. Anzi una cosa sì. Quando l'ho intervistata a novembre, mi aveva detto che uno dei suoi grandi sogni sarebbe stato duettare con Michael Bolton. 'Sta schifosa già sapeva tutto e io ci sono cascato con tutte le scarpe, riportandolo nell'intervista. Comunque, non parlerò oltre di una che finisce su Chi con il titolo "Un gay per amico". E manco della Bertè, che mi fa un po' pena. Vabbè, quindi? Quindi beccatevi John Stamos al mare. Quarantacinque anni portati con la panza, ma secondo me è più sexy adesso.

Che Tyra Banks sia una stronza non ci sono dubbi. Che America's Next Top Model possa raggiungere livelli di trash ignoti persino al Grande Fratello filippino è altrettanto noto. Ma delle volte questi esagerano davvero. Ieri sera tutte le concorrenti vestite da homeless fashion per un photoshoot trasgressivo, pazzerello e divertentissimo, ma mi raccomando un'espressione che esprima la sofferenza di essere una barbona! Tyra ci mette del suo e posa vestita da stracciona con le zeppe, con le labbra socchiuse e la faccia da zoccola in un vicolo, in un'immagine che sposta un po' più in là la soglia del cattivo gusto. Adorabile.

Hai capito il Daviduccio... be', iniziamo bene la giornata con questo spot TV... e qualche foto del "simpatico" protagonista, tale Tomer Shefer, modello israeliano. E poi rega' stamattina lasciatemi in pace che c'ho una tosse che manco i bucanieri che sputtano tabacco e si fumano il demonio...
Una nuova rubrica che mi sembrava giusto inaugurare alle due e un quarto di notte, sufficientemente pronto per il rehab (e siamo solo a mercoledì) e dopo essere riuscito a vedere tutto Crossroads, il film di Britney (con la giusta spalla su cui ridere). Il titolo spiega tutto.

Cioè, adesso paparazzano anche Chris Crocker? Oggesù. Voglio anch'io fare shopping da American Apparel, maledetta checca.

"Signora mia, lasci stare. Ho fatto shopping tutto il pomeriggio e adesso ho due piedi che sembrano due plafoniere."
(Jared Leto conosce l'importanza di sedersi composte durante il tè)

No. No. No. NO!

Ragazzi, ragazzi. Non fatemi parlare di questo orribile Sanremo 2008 troppo spesso. Questa roba che hanno avuto il coraggio di trasmettere non è rock'n'roll, non è eccezionale, non è mitica, non ha scosso l'Italia e non è un'esibizione da diva. Io vedo solo una vecchia pazza messa là per farsi prendere per il culo da una nazione guardona, che di lei non ricorda nemmeno una delle (magnifiche) sue canzoni ma solo il fatto che abbia tentato il suicidio neppure sei mesi fa. Un po' di pudore, suvvia: è una cosa triste approfittarsi degli infelici.
Se poi esce fuori che non ci è ma
ci fa, allora la amo.

Melanie B ciucca come le bestie. Anch'io affogherei i dispiaceri nell'alcol se avessi il countdown verso il ritorno all'anonimato che corre così veloce...

Ok, basta parlare di cavolate e rifacciamoci gli occhi. Hugh Jackman e famigliola al mare, in Australia, durante le pause dalle riprese di Wolverine. E infatti i basettoni ci stanno. A quando il Nobel per i pettorali? Qui la fonte delle immagini.


Daniel Radcliffe ritira un premio per Equus, e il presentatore James Corden gli consegna qualcos'altro.
Confesso, non ho visto Sanremo. Dai, c'è un limite a tutto. Non ho il tempo di vedere American Idol (ma recupero presto, giuro), figuriamoci se posso stare dietro a questo ameno show che sembra il quinto episodio degli Zombi di Romero. Tuttavia, il vespaio gay che si sentiva sin fuori dalle finestre stamattina mi ha spinto a informarmi sulla canzone di Anna Tatangelo, mia carissima amica (tutti sanno che ho avuto l'onore di intervistarla per Hit Mania Magazine). Allora me la sono cercata su YouTube... et voilà.

Ok. L'ha fatto. Anna ha fatto il coming out e si è rivelata al mondo come frociarola convinta e sostenuta. Si attacca così all'unico mercato che le è rimasto, prima di tornare in Ciociaria con le pive nel sacco. Cert'è che deve esserle capitato un amico frocio ma davvero frocio. Una checca isterica, mettiamola così. Uno che si trucca e tutti lo sfruttano per fini meramente sessuali e poi si fa accarezzare come un gatto da lei... Una poraccia, insomma. Ma soprattutto l'amico gay della Tatangelo vuole essere lei, ed è qui che io sospenderei ogni giudizio oggettivo e acclamerei Anna come regina assoluta del trash. Anna (con Gigi!) ha confezionato una canzone brutta ma così brutta che non si può non amare. E mentre tutti i froci tra Roma e Sora si incazzano, io invito alla riflessione. E' vero, sono tre minuti di insopportabili luoghi comuni, ma cazzo, è Sanremo. Prendetela come una specie di "Homosexuality for dummies" in salsa pippobaudiana... Questa vi ha portato un po' di Alpheus al Festival: ce n'è abbastanza per suicidarsi, ma non ci riscopriamo tutti impegnati solo per dare addosso a una sfigata che va a letto con Gigi D'Alessio! Augurando ad Anna di vincere prima che venga scomunicata, non posso che applaudire a questi versi: "C'è chi ti guarda con disprezzo perché ha il cuore di un pupazzo dentro sé/E a chi dice che non sei normale tu non piangere su quello che non sei/Lui non sa che pure tu sei uguale a noi/E che siamo figli dello stesso Dio". Poesia pura.

P.S. Ovviamente, il post è ironico. Noi, io e penso tutti gli altri gay e/o persone intelligenti che leggono, abbiamo la capacità di ridere e scherzare su questa cosa semplicemente perché non ci rappresenta in nessun modo. Ma che l'immagine dell'omosessualità venga veicolata a chi non ne sa niente tramite questi toni pietistici (pietà dalla Tatangelo?!) e come il solito teatrino di stranezze e sofferenze è semplicemente ributtante. Ma questa è l'Italia.
Questi Oscar non mi sono piaciuti. Non solo perché mentre Sky Cinema li mandava, su Comedy Central c'era tutta l'undicesima serie di South Park (cacchio, la puntata di Bono che è lo stronzo più grande del mondo è semplicemente oltre). Nessuna stella ha davvero brillato e non ci sono stati scandali di nessun tipo. Però voglio riassumerlo con questo video. Una vittoria meritata, meritatissima, inevitabile.


La adoro, ufficialmente. Nuova icona trash pop in arrivo. Give me a BOO! Give me a B! Give me a S!

Non c'è molto da aggiungere al primo trailer ufficiale di Sex and The City: il film. Mi sta bene tutto: mi sta bene che Charlotte sia incinta, mi sta bene che Steve tradisca Miranda, mi sta bene che Samantha continui a guardare il culo di qualunque cosa abbia un culo e mi sta bene che Carrie si dica ancora "girl" da sola nonostante la faccia le scivoli giù a ogni passo. Datemene ancora. Datemene come se non ci fosse un domani.

Ok, non dirò niente perché non voglio ritrovarmi morto a faccia in giù in un cesso della stazione Termini, ma... ma... vabbè.

Edison Chen è una star di Hong Kong molto discussa al momento: sul suo Mac, infatti, sono state trovate infinite foto di lui impegnato con praticamente tutto lo stardom femminile cinese, comprese mogli e fidanzate di numerosi boss. Pare che la mafia cinese abbia già messo una bella taglia sul suo delizioso faccino. Edison, siamo tutti con te!

Scusate... piccola nota a margine... ma vogliamo parlare delle pubblicità che mi piazza Google? Sono solo psicofarmaci, rehab e guru per la ricerca della felicità! Dio, com'è pop! Dite che sarà per la faccia di Britney? O per il fatto che parliamo solo di sgualdrine di Hollywood? Comunque, sono davvero soddisfatto. Cliccate pure voi così finanzierete il mio shopping del 2012.
Di palo in frasca: quando ho visto queste foto di Milo Ventimiglia ho creduto per un attimo che lo avessero paparazzato così, per strada, vestito in quella maniera. Ho avuto un brivido di fronte a tanta eleganza ma poi mi sono ricordato che sta con Hayden Panettiere, quindi le cose non combaciavano. E' un photoshoot per GQ. Perché 'sti Americani credono che vestirsi in modo decente meriti un servizio da copertina sui lifestyle?

Ci siamo: la puntata di martedì di American Idol ci ha fatto conoscere tutti i dodici finalisti uomini. Prossima puntata dedicata alle donne. Nelle prossime tre settimane perderemo a ogni puntata due concorrenti, per restare con la top 12 globale. Mentre in America votano per dirci quali ragazzi resteranno nel giro, io ho guardato con attenzione le loro performance. Be', questa edizione promette grandi cose, gente. Vediamoli nel dettaglio, poi vi dirò.

Un sempre più imbolsito Ryan Seacrest introduce la giuria.

Randy Jackson ci mostra un doppio dito (che in America però non vuol dire vaffanculo due volte), Paula sembra più ubriaca del solito e con uno smalto terrificante, Simon Cowell ha sempre quei capelli terribili ma è così stronzo che sa farsi perdonare. Non per dire, ma la faccetta che gli fa Ryan? Quei due si amano.

Inizia David Hernandez, che dopo le solite chiacchiere sul suo sogno e su quanto il canto gli abbia permesso di superare un'infanzia tremenda, ci mostra una camicia a chizza agghiacciante e una gran voce. Tutti gli fanno i complimenti, Paula quasi si addormenta sussurrando "good job" e Simon inizia a dirgli che si è annoiato e che faceva tutto schifo. Una macchietta.

Chi l'avrà vestito a questo? Tesoro, arancione e bianco è già un accostamento mostruoso di suo, se poi ci aggiungi che te non sei esattamente una silfide... E poi ti puoi chiamare Chikezie? La voce c'è ma è piatta, a me non dice davvero nulla. Randy gli dice che si deve svecchiare, Paula è sempre più ubriaca (ma che cavolo c'è in quei bicchieri di Coca?) e gli fa i complimenti per tutto il peso che ha perso (ma che è?!) e gli dice che il suo sorriso è contagioso (hai capito Paula, c'ha fame). Simon inizia subito prendendolo per il culo per il nome e ci tiene a fargli sapere che ha odiato ogni singolo istante della performance e che il suo vestito è assolutamente orribile. Bravo. Cacciatemi Shakeezee, grazie.

David Cook: non c'è una sola cosa nel suo look che sia giusta. Cravatta, gilè, chiave al polso, riporto, ciccia... un disastro. Canta Happy Together ma non ha niente di diverso da una marea di rocker tutti uguali. Randy gli dice che ha scelto una canzone non adatta a lui ma l'ha fatta alla grande, inquadrano il fratello carino, Paula bofonchia qualcosa di incomprensibile con la parola "vodka" in mezzo e Simon gli dice che gli è piaciuta ma serve più grinta. A me ha fatto schifo, sentite.

Lui m'era scappato! Alle audizioni non era mica così figo! E' Jason Yeager e ci canta Moon River seduto su uno sgabello. Voglio dire, ok la tensione drammatica (comunque spezzata dai jeans sotto alla giacca), ma gioia non hai la voce... Prendi un'altra stecca e Sinatra verrà a eliminarti personalmente. Paula si riprende e ci fa sapere che Moon River è stato il suo primo ballo (nel 1924?), allora Jason la dedica al volo alla nonna tanto per strappare l'ennesimo "ooooh" di Randy. Simon alza gli occhi al cielo e lo secca: "Sembravi un cucciolone che chiede la pappa. Vecchio e pessimo".

Robbie Carrico: dove crede di andare vestito in quel modo? Ha voce ma non trasmette niente, non fa niente di nuovo, si agita e basta. Simon gli dice che finora è l'unica performance che abbia avuto senso. Mah.

So che gli ho dato del ragazzino ritardato, ma devo dire che il diciassettenne con la voce da omaccione ha fatto una gran figura: David Archuleta! Che nome carino. Comincia a piangere quando Randy gli fa i complimenti, inquadrano il padre e la madre (la gomma! Il berretto! E chi sono?!), lui scoppia a piangere quando Paula gli dice "great job" (sai che novità). Momento di trionfo quando Simon decreta: "Il migliore fino a ora". Bravo David.

Aaaaah! La superchecca! Danny Noriega è chiaramente la Regina di questa edizione: pantaloni skinny, occhio ceruleo, stivaloni terrificanti, trenta chili in tutto, mossette e capello stirato. Tesoro mio ti senti molto Mariah, eh? Ci canta un Elvis con la manina ondeggiante e non è manco troppo male. Ehm... ma perché mentre lo giudicano fa quelle facce da sgualdrina? Mentre Paula gli fa i complimenti per il lavoro fatto (aridaje...), lui sussurra "yeaaah" come se se lo stessero facendo in tre. Mah. Simon: "Ridicolo".

Luke Menard è il mio preferito! Però... chi cavolo t'ha vestito? Che è, una giacca a vento con una felpa cucita dentro? No, dai... Però, quant'è carino. E' un po' troppo impacciato e la voce lo frega in qualche passo, ma è adorabile. Ecco, me lo stroncano: effettivamente la performance è stata moscia, ma non me lo cacciate, dai.

Colton Berry, altro teen ad alto potenziale checca isterica: però, però... canta Suspicious Mind in modo più che convincente. A volte fa qualche cazzata con la voce, ma direi che il potenziale c'è tutto. Gli dicono che è bravo ma nessuno è davvero convinto, per concludere con la solita steccata acida di Simon. Battuta finale: "La gente dovrebbe pensare meno ai capelli e più a quello che canta". Tesoro, se non scopi forse non è colpa dei concorrenti, ma dei capelli che ti fai. Ryan gli fa l'ennesima battuta acida e lui risponde con... l'occhiolino! Vabbè, baciatevi!

Pecorella! No, no, non ci siamo. Voce insulsa da coro degli angeli, a parte i capelli e il gilè sopra la maglietta potrei insultarlo per tremila altri motivi. I giudici mostrano tutto il loro scetticismo, gli danno del noioso e io voglio vederlo fuori.

Oddio l'alieno! Jason Castro ha una bella vocetta e tira fuori persino la chitarra. Riesce a farsi fare i complimenti da Simon e sì, tutto sommato può restare per me.

Ooooooh. Michael Johns ha definitivamente superato Luke nella mia top di preferenze, con stasera. Non solo è tutto sommato più sexy, ma si è anche vestito quasi bene, se gli perdoniamo quella sciarpetta annodata male. Canta Light My Fire con qualche stonatura qua e là ma si agita bene e ha la giusta grinta. Per una volta tutti i giudici sono d'accordo tra loro e con me: il tizio ha carisma. Simon vorrebbe anche un po' farselo, secondo me. Ultimo scherzetto tra innamorate tra Ryan e Simon e ultima chiamata al televoto. Che dire? C'è dell'ottimo materiale. Io voglio vedere fuori Pecorella e Shaqueezah o come cavolo si chiama, per il resto punto moltissimo su Michael e David. Alla prossima con i risultati e le ragazze. Uff, che fatica: ora non ditemi che vi andate a vedere Amici di Mia Zia Filippa.

Sarà la febbre da American Idol, ma a me il nuovo video di Paula Abdul piace un sacco. Certo viene da chiedersi come faccia a ballare come se non ci fosse un domani visto che è talmente tirata che riesce a malapena a camminare, ma la scena finale di questo clip è impagabile. Davvero, volete continuare ad ascoltare Grazia De Michele?

Ok, questa cosa fa un po' paura. Shawn Lonsdale è sempre stato uno dei critici più accesi e impegnati di Scientology. Dopo aver iniziato a interessarsi della chiesa di Dianetics, Shawn aveva iniziato a svelare magagne e stranezze degli adepti e del loro culto, finendo per girare un documentario in proposito. Ultimamente, Shawn aveva smesso di scrivere, commentare o parlare di Scientology, che nel frattempo gli aveva messo dietro degli investigatori privati. Fino a quando è stato trovato morto nel suo appartamento, sulla scena di un "suicidio". Elizabeth Daly-Watts, portavoce della polizia, ha dichiarato che tutti gli indizi portano all'ipotesi del suicidio, caso chiuso. Ora, ci sono un paio di cose poco chiare: chi lo conosceva dice che Lonsdale non aveva alcun istinto omicida né era depresso. E seconda cosa, la Daly-Watts è una Scientologa. Be', noi non abbiamo mai detto nulla contro Scientology, no?

Ieri sera ultima puntata di Italia's Next Top Model, tutto sommato riuscita edizione nostrana del cult di Tyra Banks. Nonostante sia stato un po' troppo casareccio e colmo di giornaliste di moda mostruose e checche che non sanno l'italiano, si è trattato sicuramente di una buona traduzione. Tuttavia, la vittoria della scugnizza Gilda mi ha lasciato decisamente interdetto. Ero certo che l'altra finalista, Elga, avrebbe vinto dall'alto della sua coattanza.
La puntata non l'ho ancora vista (maledetto Sky e maledetto calcio), ma presto avrò materiale per scagliarmi contro questa scelta infelice.

Oggi m'è presa così. Mentre aspetto di... procurarmi la nuova puntata di American Idol da commentare con voi (ieri sera in onda in USA, con le esibizioni di tutti i concorrenti uomini!), eccovi un minispecialino Bollywood. Chi l'ha detto che 'sti Indiani sono tutti grassi e pelosi? Evvai coi luoghi comuni... questi stanno in forma, altroché! Da sinistra, John Abraham (ex modello), Himanshu Malhotra (modello e attore) e Yatin Sonic, mister India 2006. A me piace quello in mezzo con la panza, per dire.

Che è successo a Jason Statham? Dopo un bel po' di film d'azione di livello così alto che non mi ricordo nemmeno un titolo, il nostro si era imposto come il quasi-40 dal fisico scattante e la stempiatura sexy. Insomma, il nuovo Bruce Willis. Poi non l'abbiamo visto per un po' e adesso... cacchio Jason, che t'hanno fatto?! No dai, così sei un vecchio qualunque!