E dire che l'avevo difesa, dicendo che secondo me non si era rifatta le labbra. E ora questa mi va in giro con due canotti che non si capisce se è silicone o la paresi per l'MDMA. Però continuo ad ammirare come sia quella che porta la fattanza in modo più elegante. Impara, Britney. Te sei una stracciarola a confronto. No, te sei una stracciarola punto.
Ah, è Lindsay Lohan.

Volevo evitare di parlare di Lourdes Madonna come hanno fatto tutti i blog di checche in giro per la Rete. Basta sfottere una ragazzina di 11 anni perché ha il monociglio e i baffi, provate a ricordarvi com'eravate a quell'età. Ora, però, la Madonnina ha ricevuto un'offerta bizzarra: recitare nel prossimo Harry Potter. C'è da giurarci, devono aver bisogno di elfi domestici più credibili.

I giornali americani stanno fuori. Pagano investigatori privati per scoprire cose ovvie. L'ultima idea è stata far pedinare Tom Cruise per scoprire una volta per tutte se sia gay o etero. Come a dire, provate a far pedinare Maria De Filippi da Visto. Dopo manco tre ore sparirebbero tutti gli inquilini del palazzo di Visto, compreso il portiere, e Amici inizierebbe un quarto d'ora prima per oscurare la notizia al telegiornale.
E infatti, InTouch dichiara che non ci sono dubbi: tutte le prove dimostrano che Tom è eterosessuale. Che bella invenzione, Scientology.

La vita torna a sorridere alla povera Britney. Per fare un breve riassunto, nell'ultima settimana KFed l'ha riportata in tribunale, i giornali hanno insinuato che sia diventata una drogata di chirurgia plastica e in più è uscita fuori la bomba che la dolce toxic girl avrebbe perso la verginità a 14 anni, quando ci faceva credere che non si scopava Justin (Justin!) perché voleva restare vergine. Be', dimenticate l'ultima settimana e fate spazio (molto spazio) per la nuova Britney: con un nuovo ragazzo, tale Michael Marchand, che la nostra ha conosciuto una sera al ristorante. Sì vabbè, lui è un altro attore spiantato che in realtà fa il cameriere, ma dai... mica devono essere tutti stronzi e stare con una ragazza così gradevole solo per soldi! Maligni...
E comunque Britney ha anche un autista. Così ora può evitare di guidare e schiacciare un pisolino (più una ventina di persone a botta) contemporaneamente. Pare che accanto al posto di guida abbia affisso un cartello: "Non dare pillole al guidatore".



Raga', che cavolo, è davvero il 1997? Ieri sera la riunione della classe del liceo, e oggi le Spice Girls ovunque... di questo passo avrò una crisi di identità e ricomincerò a (non) studiare Latino e Greco. Abbiamo appena parlato dello show delle redivive Spice Girls per Victoria's Secret ed eccoci a guardare con attenzione la performance, eseguita due giorni dopo, per Children in Need, programma di beneficenza della BBC (tipo Telethon, ma meno squallido). Stesse canzoni, stessi vestiti, stesse coreografie, stesso playback, stessi microfoni (inutili) tempestati di diamanti, stessi filtri per farle sembrare giovani. Questa reunion prosegue all'insegna del massimo guadagno col minimo sforzo, ma va detto che 'ste cinque continuano a essere comunque straordinarie. E poi... quanto cavolo è diventata figa Mel C? Sembra me alla riunione della classe del liceo.

Bjorn Borg ha diversi meriti. Tra questi, ha fatto definitivamente andare fuori di testa Loredana Bertè, che ci fa ridere ancora oggi. E ora ha lanciato una sua linea di underwear, permettendoci di pubblicare un po' di foto di uomini in mutande.

Giustamente, le redivive Spice Girls sentono il bisogno di aggiornarsi: la loro musica potrà anche essere ferma al 1998, ma almeno il look deve essere moderno. Sarà per questo che hanno scelto un modello di quelli di sicuro successo, miss Britney Spears. Qualche giorno fa le avidone hanno cantato al fashion show di Victoria's Secret (uno dei 123 sponsor del tour e luogo deputato alla vendita esclusiva, in USA, del loro Greatest Hits): tre cambi per due canzoni (Stop e Headlines), uno dei quali totalmente uguale a due vestiti dismessi da Britney e raccattati da Geri ed Emma. Il festival della poraccia: poraccia Emma, poraccia Geri, poraccia Mel B sempre più larga e ovviamente poraccia Roberto Cavalli, che si ricicla i vestiti ormai totalmente nel tunnel "Cavalli for H&M".

Brutti e cattivi! Perché volete togliere la patente alla povera Britney? Solo perché guida di notte con gli occhiali da sole? E perché non vorreste farle vedere i figli? Solo perché guida di notte con gli occhiali da sole mentre i bimbi si sono appisolati sul sedile posteriore?!

La sfigatissima Jennifer Aniston vorrebbe mantenere il riserbo più assoluto sulla sua nuova relazione. Nella fattispecie con Jason Lewis, l'indimenticato Smith di Sex and the City. I due sarebbero stati visti amoreggiare a NYC con estrema discrezione. A Jen non gliene va bene una, e adesso che s'è trovata un manzo di questa portata vuole farla durare almeno fino a Natale.

"Dunque vediamo... lo Xanax l'ho preso, gli stivaloni foderati di pelle d'orso adattissimi al clima californiano ce li ho, il borsone pieno di minibottiglie di vodka eccolo, l'occhialone pure... le extension reggono... la maglietta ce l'ho e stavolta mi sa che ho pure le mutande... Oh, porca puttana! I pantaloni!"

Non mi piace Star Trek e non ho mai visto Heroes (odiatemi), però so che cosa hanno in comune e... adoro! Zachary Quinto è nel cast del nuovo filmaccio dedicato alla truppa di quella astronave a forma di padella, con Eric Bana e Winona Ryder. Be', almeno è pieno di bella gente... Eccovi una prima foto rubata dal set. Zachary è proprio il Dottor Spock, quello con le orecchie a punta. A noi piace ricordare Zach in So NoTORIous dove faceva la checca isterica, accanto alla divina Tori Spelling. Gli riusciva così bene...

Ahi, ahi, ahi. Headlines (Friendship Never Ends), il nuovo attesissimo singolo delle Spice Girls, ha debuttato al ventesimo posto della hit inglese e pare che non ci siano speranze che entri tra le prime dieci posizioni. Mentre tutto il mondo parla di Spice flop, attendiamo di vedere come si comporterà in classifica il loro Greatest Hits. La ventesima posizione si riferisce ai soli download su shop online in Inghilterra, quindi c'è poco da sorprendersi... ma è probabile che l'uscita nei negozi (questo lunedì) di un singolo senza b-side non aiuterà molto la situazione. Suvvia, le ragazze hanno pur sempre un mega tour che è andato esaurito in tutto il mondo. Le folle le aspettano e loro presto saranno sul palco... forse. Melanie C, di recente, ha dichiarato: "Se dovesse diventare un dramma tra dive, me ne chiamerò subito fuori".

Ma come? L'avevamo vista amoreggiare con Orlando Bloom neppure un paio di giorni fa e ora Kate Hudson pomicia con Heath Ledger, un uomo sposato! I due sarebbero stati visti nella hall del Beatrice Inn di New York mentre amoreggiavano senza ritegno. Be', Heath è decisamente meglio di Orlando, ma come lo chiamereste se fosse un lavoro?

Continua la travolgente love story tra le redivive Spice Girls e il Dio Denaro. Il nuovo appuntamento è lo spot per Tesco, la catena inglese di supermercati che sponsorizza il tour delle cinque simpatiche avidone. Che cosa dire a riguardo? Sembrano tornati i tempi della Pepsi e di Impulse, con la differenza che questo è l'unico spot divertente mai girato dalle Spice. No, in fin dei conti anche quello della Polaroid ci piaceva. Certo Victoria mia, c'hai i miliardi... solo un iPod a quelle quattro sfigate?
Appuntamento a Capodanno per il secondo spot, del quale popslut vi fornisce una preziosissima anteprima fotografica.

Ok, pure loro potete spuntarli dalla vostra lista di celebrità da rimorchiare. Kate Hudson e Orlando Bloom hanno pomiciato tutta la sera a un party di Halloween, ma tipo che se ne fregavano di chi li vedesse, tanto i paparazzi non erano invitati.
Sul fronte vecchietti, sembra che Nicollette Sheridan, la Edie di Desperate, si stia attualmente ripassando Michael Bolton.

Sai che è arrivato Natale quando i bicchieri di Starbucks in mano alle celebrità iniziano a decorarsi di rosso... Vi immaginate i commessi quando chiamano Lindsay Lohan per darle il suo Caramel Macchiato decaffeinato con latte di soia senza caramello e con dolcificante?
Bei capelli, comunque. Di chi sono?

Visto che è una giornata moscissima in quanto a gossip e che l'edizione rosa del Greatest Hits delle Spice Girls non si trova da nessuna parte (ma che non lo sanno che Roma è piena di froci?), consoliamoci con la notizia che quasi sicuramente Tom Brady sarà il prossimo mutandato della compagnia pubblicitaria CK Underwear. Il tutto per un cachet che sforerebbe il milioncino di dollari. Ah, Tom è un tizio che gioca a football.

Quante foto di Britney conciata in modi agghiaccianti può sopportare un uomo adulto medio nell'arco di 24 ore?

Questa mi sa che non frega proprio a nessuno, ma a me che sono un drogato di American Idol frega eccome, quindi mo' ve la leggete. Ecco la cover ufficiale fatta e finita di Audio Day Dream, l'album di debutto di Blake Lewis, secondo classificato all'ultima edizione dello show TV più visto del mondo. Lui era il mio preferito in assoluto, e per più di una ragione, ma dai... 'sta cover pare il manifesto del Pianeta delle Scimmie. Vabbè. Aspettiamoci fastidiosissimo beatbox a palla sullo stile di Break Anotha, il primo irritantissimo singolo. Come? Ho appena detto che era il mio preferito? Sì, e quindi?
Comunque, il disco esce il 4 dicembre, pronti alla recensione. E a gennaio riparte American Idol, e non parleremo d'altro.

Immaginate la scena: megatappa del tour di J.Lo e Skeleton a Miami (a Miami... che sfiga... che è, il 1988?). A un tratto i due smettono di cantare l'ennesima cover di Gigi D'Alessio e dicono: "Abbiamo un annuncio da fare. E' importante". Allorché, brivido di piacere lungo le schiene di tutti e 36 i presenti. "Lei si ritira!", "Lui ha deciso di mangiare il primo Buondì della sua vita!", "Faranno un disco con Anna Tatangelo!". Niente di tutto questo. Silenzio, poi i due esclamano: "Aspettiamo un bambino!".
Ma dai. Allora non erano i burritos.

Queste sono cose che fanno male al cuore. Avambracci da scaricatore di porto, faccia gonfia manco avesse dormito sedici ore, e soprattutto quei mutandoni contenitivi che nemmeno mia nonna quando usciva a rimorchiare. Per un attimo credi che sia Ru Paul in una delle sue giornate peggiori. E invece no: è Beyoncé la strafiga.

In un'intervista a Life & Style Lynne Spears, la mamma di questo fiore di ragazza qua sopra, ha dichiarato di sentirsi responsabile per tutti i problemi della figlia. No, ma quali?
"So che avrei dovuto seguirla di più mentre era in giro per il mondo, ma non potevo. Avevo gli altri ragazzi", dice mamma Spears. "Non ho cresciuto i miei figli perché fossero stelle di Hollywood. La faccenda mi è esplosa tra le mani, e devo rimproverare soltanto me stessa. Ma ho una figlia di 16 anni. Non posso dedicarmi a Britney tutto il tempo".
Se solo non valesse tutti quei bigliettoni, quanto sarebbe liberatorio ripudiarla?

Inutile dire che da queste parti stiamo impazzendo nell'attesa dell'uscita del film di Sex and the City. Non vedo l'ora di vedere quelle quattro più vecchie, più sboccate a conciate sempre più da buffone farmi sognare, rovinando per sempre il ricordo della migliore serie TV di tutti i tempi. Kim Cattrall ci sta mettendo del suo ancora prima che il film sia nelle sale, ma almeno non si può dire che non si faccia portavoce dello spirito che anima l'intero progetto SATC: The Movie. Sentite qua che cosa dice la cinquantaduenne (!) Kim:
"E' bello tornare nei panni di Samantha, ma lo sto facendo solo per soldi. Voglio molto bene a Samantha e in passato è stato magnifico recitare nel telefilm, ma questa nuova esperienza nasce soprattutto dalla volontà di avere una certa stabilità economica".
Quando si dice immedesimazione totale col personaggio.

Britney sarà costretta a pagare quasi tutte le spese legali sostenute da quel viscido dell'ex marito: 120.000 dollari per dimostrare che KFed deve essere pagato per diverse performance artistiche per le quali non ha mai ricevuto compenso. Oltre a farti vivere in una megavilla e a trattarti bene manco fossi un essere umano che doveva fare, quella Santa donna? Che gente. Nel frattempo, tutti a scagliarsi contro il primo posto nella top di Billboard raggiunto da Blackout, il nuovo album di Brit. Pare che con meno di 300.000 copie il disco sia ben sotto quello degli Eagles con le loro 700.000 e passa. I vecchiacci restano però fuori dalla classifica, in quanto il CD è venduto solamente nei Wal-Mart. E vabbè, coglioni (?) loro. Britney ha vinto. Si festeggia con Xanax e Frappuccino.
(TMZ)

Questa donna è un genio. Guardate che cosa accade quando Jessica Simpson incontra una grata metallica. Puro panico. Fortuna che alla fine tutto si è risolto per il meglio: i presenti non lo dimenticheranno mai, e Jessica lo racconterà in giro come il giorno in cui ha praticamente rischiato la vita.
(Egotastic)

Gente strafiga che si veste da nerd: perché? Perché se sei davvero strafigo, si vede ancora di più. Ecco come mai Taye Diggs (Ally McBeal, Will & Grace) si merita il premio "That's Hot!" della settimana.

J.Lo (qui insieme col marito Skeleton all'uscita da un evento a Miami) non vuole ammettere di essere incinta, ma forse farebbe meglio a gridare al mondo di essere in attesa di tre gemelli... altrimenti dovremo convincerci che tutto quel gonfiore è merito della peperonata di cozze. Io mi chiedo solo che fine farà quel culo... potrebbero doverlo dichiarare Provincia entro la fine dell'anno.

Pare proprio che sotto l'umbrella di Rihanna ci sia posto per tutti. L'anti-Britney (ma lascia sta') si era affrettata a smentire la sua passioncella per Josh Hartnett dopo che li avevano beccati a pomiciare senza ritegno per le strade di NYC, dichiarando anzi che il suo caro amico Josh avrebbe già una ragazza, e da più di un anno. Ma de che. Interrogata a riguardo, Miss Ella-Ella-Ella ha capitolato e ha rivelato candidamente che sì, si stracchina il bel Josh. Almeno fino a quando non lo beccheranno un'altra volta in qualche cesso pubblico con qualche altra sciacquetta. In basso, possiamo vedere Rihanna che in occasione del primo incontro pubblico con Josh indossa la cuffia per la doccia di Louis Vuitton. Mentre sopra, accanto a Josh appena sveglio, ecco la Rihannona in edizione limitata bambola gonfiabile.

Tom Cruise promuove un film serio in modo faceto: eccolo a parlare di Lions for Lambs di Robert Redford (che da qui vi consigliamo caldamente) al TRL americano, con orde di fan urlanti. Ora Tom è sempre Tom, però a parte il capello alla Francesca Gollini e il fondotinta, 'sta foto è inquietante. Se lo fissi per più di tre minuti è fatta, stai già firmando il tuo primo assegno a Scientology.

Ormai Desperate Housewives è il serial a più alto tasso di gayness dell'intera galassia. E sì che era partito da un buon punto, eppure è riuscito a superarsi. Non so voi, ma io mi guardo gli episodi con la mia amica Flavy in contemporanea con gli USA (ovviamente abbiamo una parabola potentissima, è tutto legale dotto'): e così, voglio spoilerarvi questa scena meravigliosa. Il party di Halloween a Wisteria Lane. Alcol, vicini queer, acque che si rompono e Andrew vestito da Cher. E per concludere... che cavolo s'è messo addosso l'agente Cooper?

Doveva succedere. Shia LaBeouf (ossia l'unica cosa che valesse la pena guardare in Transformers) è stato fermato dalla polizia per ubriachezza molesta. Tutti vogliono essere Britney o Lindsay per un giorno, e questo possiamo capirlo, ma farsi riprendere in un Walgreens a Chicago perché sei brillo e non te ne vuoi andare fa troppo sfiga. A 'sto punto potrei mettermi a bere vodka dentro al Todis, e diventerei una cattiva ragazza pure io.

E vabbè, oggi va così, parliamo solo di loro. Ammirate il cammeo della Posh Beckham in Ugly Betty. Ho già avuto modo di dire quanto trovi irritante il telefilm, ma quando c'è il Vicky touch tutto assume un nuovo significato. Victoria: se sei a fianco di Vanessa Williams dentro uno schermo e lei sembra più giovane e più naturale di te be', significa che la Natura ha iniziato a incazzarsi per tutto quello che le hai fatto.

Che è bello lo sappiamo (che poi, sono gusti). Sapere anche che non è del tutto idiota è motivo di sollievo e di rinnovata fiducia nei confronti dell'umanità. David Beckham, fresco di riflettori per l'ennesimo photoshoot ammiccante dedicato alla propria audience maschile, declama dalle pagine di Arena che no, non intende convertirsi a Scientology. Voglio dire, nonostante Tom Cruise salti sul divano suo e della Posh tutti i giorni, già che è il loro vicino di casa. Bravo David. Noi, qui, detestiamo Scientology.

La prima recensione di popslut non poteva non essere dedicata a loro. Magari è prorio grazie a loro che popslut ha preso vita. Vabbè, sono tipo totalmente impazzito per questo ritorno delle Spice Girls. No davvero. Mi compro tutto. Vado ovunque. Ok, direte voi, bell'inizio. Sei un isterico che si comprerebbe qualsiasi cosa quelle quattro poracce decidessero di riciclare, sai che bella recensione obiettiva. E invece no, visto? Le ho appena offese. Fatemi dare un bacino alla mia bambola di Geri. Scusa, Geri.

Dicevamo. Non vi tedierò con il mio Spice Love. Il fatto è che oggi il mondo cattivo di internèt ha liccato anche Voodoo, l'altro inedito contenuto nel Greatest Hits che uscirà venerdì. Il quadro è compiuto quindi, abbiamo le nuove canzoni delle Spice Girls. Le due nuove canzoni. Le ultime due prima che Victoria torni nella cabina criogena.
Partiamo dal fondo: non sappiamo neppure se
Voodoo diventerà un singolo, ma con tutti i soldi che servono a Mel B per mantenere il suo tenore alimentare, scommetterei che non ne faremo a meno. Magari uno di quei video live sfigatissimi con le bambine con scritto Spice sulle guance. Comunque, quello che ci piace di questo ritorno è che 'ste canzoni sono così anni '90 che senti d'improvviso l'impulso di correre a guardare Melrose Place con una crostatina al cioccolato in mano. E invece trovi solo quella merda di Ugly Betty. Comunque. La canzone inizia con un imbarazzante EH-EH-EHEEEEEEEH DACCELA, e si propaga per tre minuti buoni ripetendo lo stesso concetto, ossia nessun concetto. In mano a qualsiasi branco di sgallettate sarebbe stato il solito trash pop senza senso, in mano alle Spice Girls è Who Do You Think You Are? in versione "che Dio ce la manni bona". Ti si ficca in testa ed è questo che deve fare. E l'ho già detto che è splendidamente anni '90? Qui adoriamo gli anni '90, fatevene una ragione.
A me piace più
Headlines (Friendship Never Ends). Mi piace la faccia da culo con la quale vendono ancora il concetto dell'amicizia immortale e mi piace come Mel C sbotta a ridere davanti alle telecamere quando sente qualcuno dire (o lei stessa pronuncia) "Girl Power". Ti amiamo, Mel C. Ok, è una megaballad, ma chi le fa più le megaballad pop oggi? Gli ologrammi che hanno sostituito i Backstreet Boys? Su, per favore. Bella. Bello il video, dove Victoria vince definitivamente il premio come androide più sexy dell'anno. Cacchio, sembra vera!
Tanto è inutile che vi dica di più. Avete tutti scaricato i vostri begli mp3 e queste due canzoni vi sarebbero piaciute anche se fossero state Wannabe cantata coi rutti e Say You'll Be There remixata in stile bachata.

Voto a Voodoo senza aver ascoltato Headlines: 6 su 10
Voto a Headlines senza aver ascoltato Voodoo: 7 su 10
Voto alla demenzialità dei titoli: 9 su 10
Voto alla paraculaggine di aver ritirato fuori due canzoni scartate ai tempi di Spiceworld: 8 su 10
Il verso che ci resterà nel cuore: "Hey hey hey ey party la"
Voto globale (non una media): 9 su 10

Secondo me il pop non sta tanto bene. L'altro giorno ascoltavo una band trashtrance francese del 1993 e pensavo: "Mecojoni, che rottura di palle". Però non mi andava di girare la rotella dell'iPod su J.Lo o su Paola & Chiara o su Madonna Nostra. E così, ho pensato. Se il pop non mi piace più, vorrà dire che sta morendo.
Ho riflettuto a lungo sui motivi. Sarà perché davvero, come diceva uno che ci capisce, "è finito il tempo delle puttane senza voce miracolate da papponi che sanno produrle", forse. Sarà anche 'sta smania di farsi una famiglia che rende queste stelle pop così prevedibili. E poi sarà pure l'adipe in eccesso, l'unica cosa che va davvero di moda in questa stagione, ma (cazzo) nessun Vogue che lo dica. Così potrei trangugiare qualsiasi cosa senza tutta 'sta carogna sulle palle.
Ho difeso il pop e il trash così tante volte che ormai mi sta qui, ecco cosa. E prima che il tutto diventi irreversibboli e mi metta ad ascoltare musica decente, vedere film di un certo livello e mangiare sano be', ho deciso che devo fare qualcosa. L'ennesimo blog di recensioni e gossip. Potrei tentare di convincervi che non sarà niente del genere. Ma è proprio quello che intendo fare.
Ma prima, la teoria della quale vado più fiero: il nostro rapporto con le stelle pop, rapporto che viviamo attraverso i media (perché è un'epoca di pigrizia e adipe in eccesso), è il nostro equivalente delle decapitazioni dei nobili in piazza durante il diciottesimo secolo. Anche noi godiamo visceralmente nel vederli perdere la testa. Senza sangue, visto che il politically correct ci ha rovinato la vita. Ma con Xanax, anfetamine, revoche di custodia di minori e sorrisi falsi. Dio, quanto amo il politically correct.
Insomma, alla fine, andando a stringere: la sostanza, qual è? Allora non capite niente.
Non c'è nessuna sostanza.