Come era prevedibile ha vinto (quasi) tutto la versione lunga e noiosa di Glee, La La Land. E anche il film dei big bamboo, Moonlight, non ha scherzato.
Tuttavia, vi rimando a dei siti più seri per scoprire vincitori, momenti delle buste sbagliate e tutto il resto sulla notte più anti-Trump dell'anno, mentre qui ci guardiamo ben bene tutti i vestiti sul red carpet.

Di sicuro c'è solo un fatto: tutti i nominati comunque vorrebbero farsi J.Lo. O se la sono già fatta. O sono Zac Efron.

Attenzione perché il pazzescometro sta per esplodere: Alaska ci regala un nuovo preziosissimo video in collaborazione con Gia Gunn (ma non è l'unica ospite da Drag Race). E come sempre, si rivela favoloserrima. Hieeeeeeee!

A mali estremi, estremi rimedi: Lagna Del Rey parteciperà a un rito magico per mettere in atto un incantesimo che faccia dimettere Donald Trump.
Il progetto nasce dall'iniziativa di un esperto di magia, Michael M. Hughes, che nelle ultime settimane ha deciso di mettere insieme le streghe e i maghi di tutta l'America per celebrare appunto quattro riti, uno al mese ad ogni luna nascente, per fare in modo che Trump si dimetta ed eviti di mandare a puttane tutta la razza umana.
Le date sono state riportate su Twitter da Lagna, che ha aggiunto che gli ingredienti per partecipare sono elencati online. Ed effettivamente si trovano su questa pagina: ma niente sperma di ratto o mestruo di vergine, bastano un po' di sale, sabbia, una carta dei tarocchi e qualche fiammifero.
Be', amissimo Lagna the Witch. Del resto, tentar non nuoce e sia mai che ce lo leviamo dalle palle.

Mah, io non mi sarei mai permesso di addentrarmi in zona Santa Spears. Esiste una sola canzone dei Puffi tesoro mio, e quella resterà per sempre.

Brividi di piacere per la nuova canzone di Jason Derulo, che del resto fa rima con Nicki Minaj e quindi ci siamo.
E' sempre una festa quando qualcuno parla di ingoio.

Vi siete sempre domandati che cosa stesse facendo ai giorni nostri colei che vi ha insegnato tutto, dallo stile alla troiaggine?
Orbene, state tranquilli: Blair Waldorf non è finita a battere sulla Salaria, ma è ancora una delle personalità top dell'Upper East Side!
A rivelarlo è Leighton Meester, la pazzesca Leighton Meester, unica grande protagonista di Gossip Girl (Serena who?), che ai microfoni di Elle ha dichiarato: "L'ultima volta che abbiamo visto Blair aveva avuto un bambino con Chuck Bass e gestiva la propria casa di moda. Credo che oggi le cose le vadano parecchio bene. Penso che al momento stia lanciando la sua nuova linea, e la vedremmo senza dubbio alla Fashion Week!"
Mah. Per me l'importante è che abbia preso a schiaffi a sufficienza quella checca di Dan Humphrey.

E' tempo che rompiate i vostri porcellini, perché una delle più sacre reliquie della storia dello Spearsanesimo sta per andare all'asta.
Dieci anni dopo il celeberrimo meltdown della Santa, quando si rasò a zero e cominciò a vorticare l'ombrello regalando all'eternità alcune delle immagini più indimenticabili del puttan-pop, l'arma sarà messa in vendita dal fotografo che l'ha conservata per tutto questo tempo.
Un lungo articolo di Vice ci rivela le travagliate vicende dell'ombrello, ora in mano a Daniel Ramos, che lo metterà a breve in vendita. Ha già dichiarato che metà dei proventi andranno a un'associazione benefica a scelta di Britney, anche se nessuna risposta è stata ancora data in merito dalla Santissima o chi per lei.
Restate sintonizzati: sarà una battaglia all'ultimo colpo.

Le nuove Madonnaccine dovevano aspettarselo: eccole su Instagram con un bel fiocco in testa per salutare i sudditi della mamma.
Adidas si becca lo shoutout di Madgezilla e sponsorizza allegramente il debutto in società delle gemelle, alle quali diamo il benvenuto sui social.

No, per dire: gli Inglesi sono riusciti a premiare le Little Mix per il miglior singolo dell'anno.
Sui Brit di quest'anno devo dire che Kagna Perry ha dominato incontrastata, visto che ci ha regalato una performance adorabile nonostante le incertezze vocali. Più che incertezze, crisi esistenziali.

E' sgolata come una poiana con l'ala ferita e simpatica come un istrice nelle mutande, ma Kagna è sempre una garanzia con i video.
Denuncia sociale spicciola ma comunque d'effetto, canzone che cresce (ormai quasi mi piace) e una manciata di minuti che si rivela decisamente piacevole.

Così, completamente random. Tipo Puffetta featuring Mazinga. A cazzo. Con un risultato che manco fa schifo.

Rickyone Martin uno di noi: anche lui ha scambiato Instagram per Grindr, e ha raccontato in un'intervista radiofonica di aver conosciuto il suo futuro marito, Jwan Yosef, sul popolare social fotografico.
"Io sono un collezionista d'arte e lui un artista. Gli ho scritto io la prima volta e poi abbiamo parlato per sei mesi, senza sentire uno la voce dell'altro. Non abbiamo mai parlato di sesso o niente di simile, lo giuro. Poi un giorno sono andato a Londra e bam, game over. Siamo insieme da più di un anno".
Ricky, sei mesi senza parlare di sesso? Tu mi vuoi far credere che non hai trovato un modo subdolo per farti mandare una foto della ceppa o per farti dire se fosse attivo o passivo? Dai. Lo sappiamo come funziona.

Arriva domani il video di Kagna Perry, con il concept che è già chiaro e potrebbe effettivamente essere carino.
Voce narrante di George Takei di Star Trek, è tutto dire. Aspettiamo ventiquattr'ore e vediamo!