Vi ricordate quando qualche giorno fa abbiamo scoperto che Madonnaccia avesse intenzione di trasferirsi a Lisbona per permettere al figlio di giocare nelle giovanili del Benfica? Una stragrandissima ceppa! Madgezilla è finalmente tornata la regina del ribaltabile di un tempo, e scopriamo grazie al Daily Mail che Madgiona si sta ripassando questo bel figliolo di nome Kevin Sampaio, modello portoghese di 31 anni. Trentuno?! Madonnaccia mi inizia a perdere i colpi, e mi si accoppia con gli attempati.
Anyway, la Veronique ha dato la caccia a Kevin per quattro anni, e anzi è rimasta molto stupita che lui non abbia capitolato prima. Mi dispiace, Kevin. Spero che il tuo sangue sia delizioso come la tua faccia.

Un post condiviso da Kevin Sampaio (@kevinsampaiotwin) in data:


Questa sera scopriremo chi vincerà la nona stagione di Drag Race, e anche se io ormai sono #TeamPeppermint tutta la vita, ci sono buone possibilità che la regina sia Shea. Ecco quindi il suo nuovo video, dove già se la comanda come una vera qweeeen.

Ritorno estivo per le AAA Girls, il terzetto di drag da Drag Race formatosi per fare una marchetta a American Apparel (poi fallito), ma rimasto intatto per regalarci un nuovo singolo.
#TeamAlaska sempre e comunque.

Alleluja alleluja, i nuovi eredi della famiglia Fierce Carter sono finalmente venuti al mondo. Anche se Beyonciona ha affittato tutte le cliniche della nazione e ha schermato la sua suite ospedaliera imperiale, nonno Knowles ha sputtanato tutto dando il lieto evento su Twitter.

Vedi tu chi hanno scongelato dal sottoscala Orogel: Scianaia!
Adoro questa canzoncina, mi fa subito karaoke Valtur dopo un bicchierino di Vov di troppo.

"Volevo essere sicura di parlare in modo chiaro, e continuavo ad avere quest'incubo... Facevo questo sogno in cui morivo durante il mio monologo al Saturday Night Live, per qualche ragione. Che ero talmente fatta che sarei potuta morire, cosa che ho cercato su Google e non è mai successa. Nessuno è mai morto per la marijuana, ma nessuno ne ha mai fumata tanta quanto me".
Amore mio. Davvero vuoi fare a gara?
Comunque, guarda, non ti credo nemmeno se mi paghi. Dipende quanto mi paghi. Puoi pagarmi in erba.

Le cose si sono fatte bollenti in quel di Taipei, quando la Santissima ha deciso di invitare il suo manzo personale, Sam Asghari, sul palco. E lì si è anche lasciata andare a un bel bacio on stage, mandando in visibilio tutte le checche dagli occhi a mandorla che avrebbero voluto essere al suo posto.
La manzitude di Sam è stata confermata dal miniservizio fotografico in una vasca da bagno di Taipei, eseguito niente popò di meno che dalla nostra Santa Spears in persona. Insomma, se la spassano. Sempre sia lodata.

La mossa più disperata della pur non avara di merdate carriera di Kagna Perry, ossia chiudersi in una casa in diretta streaming su YouTube, ha raggiunto un picco di drammaticità ieri sera, quando l'ambasciatrice del Chappi nel mondo ha ripercorso in lacrime le proprie delusioni amorose e familiari arrivando a confessare di aver pensato più volte al suicidio.
"Ho scritto anche una canzone su questo. Mi vergognavo di avere questi pensieri, mi sentivo molto giù e depressa". Figlia mia, a parte che cazzo la psicanalisi fattela quando non sei alle prese con lo stunt pubblicitario più poraccio del secolo, ma ci hai pensato che smettere di fare musica di merda ti avrebbe potuto aiutare?
Ve la immaginate Taylor Swift che se la ride bevendo prosecco dietro al suo MacBook rosa?

Mai mettersi contro Sasha Fiefce, tantomeno cercare di farsi i soldi usando la sua faccia! Al grido di "ce la vedremo con i miei legali", Beyonciona se l'è presa con CapitalBeyoncé.com, sito e account Twitter, reo a suo dire di aver messo in commercio del merchandise non ufficiale. Mai sia! Sasha vuole ogni singolo nichelino di quello che la sua faccia riesce a guadagnare, sennò via dentro una cella a pane, acqua e dischi di Kelly Rowland.
Beyonciona ha fatto mandare una letterona di minacce di denunce al webmaster quindicenne, che poverino si è sfogato su Twitter promettendo di cancellare tutto: "Per favore Beyoncé non denunciarmi, sono povero e ho quindici anni".
Ahah! Ci potevi pensare prima di fare il furbetto. Ti sei messo contro la queen sbagliata, ciccio.

Penis Hilton ha inforcato Twitter quest'oggi per mettere in chiaro ancora una volta che l'umanità non sarebbe la stessa se non ci fosse lei, e ci ricorda non senza un filo di immodestia di aver inventato i selfie coi fan, nel 2003, durante una puntata del telefilm cult The OC.
Come a dire: Kim Kardashian, prenditela nel kulo.

Come il Grande Fratello, solo con Kagna Perry. Che per l'uscita di Witness ha deciso di chiudersi dentro una casa ripresa notte e giorno, stanza da letto compresa. Fino a lunedì.
Riuscirà questa mossa disperata e superflua a far notare al mondo che la Kagna ha un album appena uscito? Vedremo. Cioè, io non guardo, voi se volete date un'occhiata.

E niente raga', quando una è una stronza patentata c'è poco da fare.
Regina George è stata recentemente attaccata a più riprese da Kagna Perry, che non ha mancato di rimarcare quanto la faida tra le due sia stata colpa di Taylor, intimandole che avrebbe dovuto smetterla e che anzi le ha scagliato contro le sue fan. Insomma, Kagna ha solo espresso un dato di fatto: Taylor è la regina delle stronze.
Oh, ma non sapeva quanto! Regina George non ha risposto, è rimasta in silenzio, non ha nemmeno pubblicato un tweet sibillino in proposito. Ma sappiamo benissimo che ha afferrato il libro rosa, ha scritto "KATY E' UNA GRANDISSIMA STEROIA" e ha meditato la sua vendetta. Che arriva oggi, puntuale per l'uscita di Witness: gli album di Taylor sono superscontati a 6.99 su iTunes, e l'intera discografia della TayTay arriva su Spotify. Proprio oggi oh, guarda il caso.
Voglio dire, questo è un livello superiore di bitchness. C'è poco da fare.

Finalmente anche le sgualdrine pop stanno capendo che senza drag queen al giorno d'oggi non vai da nessuna parte. Le Bratz hanno infatti assoldato le AAA Girls per il nuovo video Power, che stanno girando in questi giorni. Anusthing is possible!

Nel 2020. Ciao mi trasferisco.